Sella troppo alta: come risolvere?Sella troppo alta: come risolvere? La sella troppo alta può diventare un problema? Qui trovate trucchi e soluzioni per avere la sella delle moto alla giusta altezza La sella troppo alta può a volte essere un problema, per le persone non altissime, ma esistono molteplici soluzioni per raggirare il problema. Ovviamente se siamo particolarmente piccoli di statura, non possiamo pretendere di toccare con entrambi...

Leggi tutto

Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S.Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S. L'azienda francese In&Motion sta sviluppando un innovativo sistema airbag che protegge il pilota e, in caso di necessità, avvisa i soccorsi via smartphone Il motoairbag è una realtà tecnologica che le case produttrici stentano ad imporre al grande pubblico, anche a causa dei costi elevati. Il mercato però si muove e piccoli, aggressivi, produttori stanno presentando dispositivi...

Leggi tutto

Frecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettareFrecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettare Le frecce LED sono tra i componenti più sostituiti nelle moto, per un fattore puramente estetico ma anche per rimediare ai danni di una banale caduta Ci sono però delle regole da seguire con attenzione in caso si volesse effettuare questa modifica alla moto. Le Normative in materia, ad esempio, ne regolamentano la sostituzione e dobbiamo rispettarle per non correre il rischio...

Leggi tutto

Honda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrioHonda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrio La Casa di Tokyo presenta a saloni di Las Vegas un concept con tecnologia di auto balancing,  senza l'ausilio di giroscopi A Las Vegas, in occasione del CES, la kermesse dedicata all'elettronica di consumo, Honda da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia in campo automotive, ha presentato le sue novità. Tra queste spicca un concept nato dalla base di una NC750S, che...

Leggi tutto

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello CarucciViaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road...

Leggi tutto

KTM richiama le 690 Duke e Duke RKTM richiama le 690 Duke e Duke R KTM annuncia una campagna di richiamo sui modelli dal 2012 al 2016 per verificare il corretto montaggio di un cablaggio dell’impianto ABS A seguito di recenti segnalazioni pervenute al Customer Service KTM, sono state riscontrate irregolarità nel processo di montaggio dell’impianto elettrico dei modelli 690 Duke e Duke R prodotte dal 2012 al 2016 e in casi sporadici potrebbe...

Leggi tutto

Honda SH 125/150: si viaggia verso il milioneHonda SH 125/150: si viaggia verso il milione Ad Atessa (CH) si raggiungerà a inizio 2017 il traguardo di 1 milione di scooter SH usciti dalle sue linee di produzione A marzo del 2015 Honda annunciava che in Europa erano stati venduti più di un milione di scooter SH, in tutte le cilindrate. L’eclatante risultato era il frutto di una storia trentennale, cominciata nel 1984 con il 50cc a 2 tempi e arrivata fino ai giorni...

Leggi tutto

Motodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbaniMotodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbani Una nuova area 2Wheels2Work sarà dedicata al commuting su due ruote, vera ancora di salvezza dal caos cittadino La prossima edizione di Motodays - in programma dal 9 al 12 marzo 2017 - vedrà tra i temi principali un focus sul commuting su due ruote: 2Wheels2Work, che avrà un ruolo di primo piano al Salone della Moto organizzato da Fiera Roma. Spazio quindi al trasferimento...

Leggi tutto

ACI multata per commissioni illegittime sui pagamentiACI multata per commissioni illegittime sui pagamenti A seguito della segnalazione di Altroconsumo l'Antitrust ha multato l'ACI per 3 milioni di Euro Secondo l'articolo 62 del Codice del Consumo, in vigore dal 13 giugno 2014, non si possono imporre ai consumatori spese per l'uso di strumenti di pagamento. Questo deve essere "sfuggito" ai responsabili dell'Automobile Club Italia che, da quanto segnalato da Altrocosumo e denunciato...

Leggi tutto

Bollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionaliBollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionali Ogni Regione che ha applicato esenzioni o pagamenti ridotti dovrà attenersi alle disposizioni del Governo. Si teme il caos La norma sul pagamento del pieno importo per moto di interesse storico - quindi con periodo di immatricolazione tra i 20 ed i 29 anni- è ormai Giurisprudenza. La corte di Cassazione ha eliminato con una sentenza le varie deroghe regionali, con le quali, ogni...

Leggi tutto

10 cose che gli automobilisti devono sapere per convivere coi motociclisti (in sicurezza)

Categoria : Blog, In evidenza, Rapporto tra automobilisti e Motociclisti

L’automobilista che non è anche motociclista ha una “carenza” di esperienza che può risultare pericolosa. Si tratta di un dato di fatto che emerge in tutte le ricerche e statistiche di settore. Molti incidenti tra auto e moto sarebbero evitabili se ci fosse più consapevolezza di entrambi. Vi proponiamo una lista da inoltrare ai nostri amici automobilisti.

1.      Si, le motociclette circolano anche durante l’inverno. Il fatto che i finestrini siano appannati non è una buona scusa per immettersi sulla strada con l’approssimativa convinzione che non sopraggiunga nessuno. Abbassa il finestrino se non sei in grado di intravedere una moto che arriva.

2.      Prima zigzagare per evitare le buche accertati che non vi sia un motociclista in sorpasso. Non tutti i centauri sono cosi “esperti” da mantenere le distanze laterali in sorpasso. In più le circostanze potrebbero limitare lo spazio a disposizione per tale manovra. Attenzione anche alle distrazioni che portano a sbandare a destra e sinistra senza criterio.

3.      Controlla bene che non si siano moto in arrivo prima di fare inversione a U. Soprattutto quando ci si trova incolonnati nel traffico, c’è il rischio di tagliare la strada alle motociclette in arrivo in senso contrario, ma soprattutto nel proprio senso di marcia. Continue Reading

Motociclisti: attenzione alla nebbia killer. Il gilet catarinfrangente è un aiuto

Categoria : Guida Sicura e Difensiva, In evidenza, Sistemi di sicurezza attivi

La foschia che attanaglia parte dell’Italia facilita l’invisibilità dei motociclisti e le situazioni ad alto rischio che ne conseguono. In queste condizioni bisogna dimenticare l’estetica e concentrarsi sulla massima visibilità. Evitare il più possibile di viaggiare nelle ore serali/notturne e indossare un giubbino ad alta visibilità sono le prime soluzioni.

Il freddo, il ghiaccio e la pioggia mettono a dura prova la resistenza e la pazienza dei centauri italici, tuttavia il nemico più pericoloso è la nebbia. Si parla di rendere più visibili motociclisti e scooteristi anche in piena estate, figuriamoci quanto possa essere importante nel periodo invernale. Continue Reading

Genova: in arrivo telecamere e parcheggi a pagamento per i motociclisti

Categoria : Blog, News

Rischio di aumento della pressione fiscale per i motociclisti nella città italiana con il più alto rapporto moto/abitanti. Il tutto senza alcuna contropartita. La stessa Amministrazione comunale recentemente si era rifiutata di riparare i guard-rail nella zona più pericolosa per i centauri.

I motociclisti (e non solo) di Genova stavolta potrebbero non fermarsi alla protesta mediatica come accaduto nel caso dei pericolosi guardrail della Sopraelevata. In quel caso si era ipotizzato di non sostituire le vecchie e pericolose barriere perché “costava troppo”. Fosse stato un tratto di strada qualunque non ci saremmo scaldati tanto, ma si tratta di un punto in cui periodicamente i motociclisti muoiono (notizie di cronaca). Dopo una protesta su più fronti (perlopiù mediatica, sostenuta anche da noi – vedi qui), il sindaco si è ricreduto, optando poi per una soluzione alternativa economica.

Ora è la volta di aumentare le tasse per far cassa, ma in cambio di nulla. L’intenzione dell’amministrazione è quella di installare 10 nuove telecamere per Continue Reading

Proteggersi costa troppo? Non sempre minor prezzo significa minor sicurezza

Categoria : Abbigliamento tecnico, In evidenza

Alcune aziende che producono in Cina garantiscono più qualità del “made in EU”. E’ meglio vestire indumenti fatti in Cina omologati in Europa come protettivi oppure italiani non certificati?

Chi vuole la certezza di comprare abbigliamento per motociclisti “Sicuro” e di qualità tende a comprare italiano e si sente a posto. Niente di più sbagliato, purtroppo. La maggior parte dei marchi italiani produce comunque all’estero. Non sempre, poi, dietro il “Made in Italy” si trova la qualità che serve a un motociclista. Inoltre, sono più unici che rari i marchi italiani che producono articoli omologati come protettori (es. GIMOTO). Certo, l’omologazione non è assoluta certezza universale di protezione, ma è l’unica “arma” affidabile che il consumatore ha per distinguere un bel vestitino per la domenica da una vera giacca protettiva per motociclisti. I prezzi – poi – vi stupiranno: in alcuni casi arriva a costare meno un capo di abbigliamento interamente omologato rispetto ai soliti giubbotti griffati. Continue Reading

Corsie preferenziali aperte ai motociclisti di Milano

Categoria : In evidenza, News, Normative e Leggi

A Milano sono state aperte al traffico delle motociclette 30 corsie preferenziali in tutta la città. L’intervento mira a migliorare le condizioni di sicurezza, smog e traffico.

Dall’inizio dell’anno a Milano è possibile utilizzare alcune corsie preferenziali in motocicletta. Si tratta delle carreggiate normalmente riservate al trasporto pubblico. Il Comune ha divulgato l’elenco il 6 gennaio (lo trovate a fondo pagina).

Questo tipo di iniziativa, spiega il vice Sindaco di Milano Riccardo De Corato, serve ad agevolare il più possibile lo spostamento dei cittadini che scelgono moto e scooter. “[…] questi mezzi, infatti, non creano ingorghi e sono meno ingombranti: basti pensare che una moto occupa circa un metro quadrato, mentre un’auto ne occupa mediamente sei, con tutto ciò che questo comporta in termini di aumento del traffico, di dilatazione dei tempi di percorrenza e di aumento dello smog”.

Tempo fa ci siamo occupati di questa possibilità nelle città italiane e abbiamo Continue Reading

Caschi da moto/sci per bambini che crescono assieme a loro: Flash Kids di Project

Categoria : Blog, Sistemi di sicurezza passivi

Caschi per bambini a doppia omologazione, si possono usare sulle motociclette o per sciare. La speciale imbottitura consente di adattare il casco alla crescita del bambino. Attenzione però: sono disponibili solo in versione “jet”. Prezzo al pubblico di circa 140,00 euro.

Colori accattivanti, disegni, comodità e versatilità sono i fattori che meglio contraddistinguono la serie di caschi “Flash Kids” di Project. Sono stati creati pensando ai gusti dei bambini e alle tasche dei genitori. La loro principale qualità è quella di essere polivalenti. La doppia omologazione garantisce, infatti, di poterli utilizzare anche come caschi per sciare. Ricordiamo che fino a 14 anni di età il casco è obbligatorio anche sulle piste da sci.

Tutti i caschi della serie sono realizzati in Continue Reading

Pericolo buche: è strage di motociclisti, pedoni e automobili

Categoria : In evidenza, LPN, News

Segnalazioni in ogni angolo della provincia di Milano, ma tutta l’Italia è un Paese. Omissione d’atti d’ufficio e attentato alla sicurezza dei trasporti sono le accuse formali

In fondo alla pagina i consigli per evitare i rischi del caso

Pericolose buche tappezzano le nostre strade. Asfalto da 2 soldi, ghiaccio e maltempo,  e ci ritroviamo a viaggiare su campi minati rischiosi per le auto e potenzialmente mortali per le moto. Ma la vera responsabilità è dei Comuni e delle comuni usanze italiche a fare i lavori al risparmio per rimpinzare parenti e amici.

Gli italiani segnalano e le Amministrazioni pubbliche tappano… solo durante i giorni lavorativi, ovviamente. Decine di segnalazioni sono giunte nei comuni (per es.) del Nord Italia che causano – solo in queste aree – 750 mila euro di danni dichiarati al giorno. Per esperienza sappiamo che sono molti di più quelli che non giungono agli onori della cronaca, perché –si sa – ottenere un rimborso è difficile.

Si parla di pneumatici squarciati, cerchioni storti, semiassi danneggiati e motociclisti che cadono e si fanno male. Non stiamo a fare distinzione tra le strade e la loro gestione: sono quasi tutte in stato pietoso. L’unica nota “meno dolente” riguarda le autostrade che risultano bucherellate, ma quantomeno messe in sicurezza con celerità (non vorremmo ricordare che sono a pagamento, ma tant’è). Continue Reading

Ecco perché i giovani guidano ubriachi

Categoria : Blog, Guida Sicura e Difensiva, In evidenza, Salute del Motociclista

Una breve ma intensa riflessione attorno a una realtà apparentemente incomprensibile, ma che si fonda sulla natura umana

Nella fascia di età tra i 18  e i 24 anni, 1 persona su 5 dichiara di mettersi abitualmente alla guida dopo aver bevuto troppo, senza temere i controlli della Forze dell’Ordine. E’ quanto emerge da una recente ricerca Eurisko che ci racconta di molti giovani che mettono a rischio la propria vita e non solo.

Si tratta di spavalderia? Mancata percezione del rischio? Carenza di informazioni? Dipendenza e perdita momentanea della capacità di giudizio? Probabilmente c’è anche dell’altro. Quando si parla di morti e feriti si pensa sempre che debba accadere solo agli altri, soprattutto lo pensano i neopatentati. La gioia e la libertà della patente soffocano la percezione del rischio che resta un rischio solo “degli altri”. Continue Reading

A Genova verranno installati guardrail adattati ai motociclisti

Categoria : Blog, News

Dopo le proteste mediatiche la marcia indietro del Sindaco, ora vale la pena di fare chiarezza

Verranno installate delle strutture tubolari i su entrambi i lati della strada, lungo 18 Km della Foce San Benigno. Si tratta di una soluzione “alternativa” a quelle abitualmente prese in considerazione dai gestori delle strade, ma che dichiarano essere di uguale effetto a un prezzo notevolmente inferiore. Costeranno 1 milione di euro, contro i 4 preventivati per il sistema precedentemente testato dallo stesso Comune di Genova (di cui abbiamo parlato qui).

Quello che molti motociclisti (almeno quelli italiani) non sanno è che una norma per mettere in sicurezza i guardrail e gli ostacoli fissi è in arrivo. La sua necessità era evidente e, tra proteste e richieste, il CEN (European Committee for Standardization) la renderà pubblica appena pronta. Continue Reading

Comprare il casco online e all’estero: attenzione alle omologazioni e alle fregature!

Categoria : Blog, In evidenza, Normative e Leggi

Prezzi e modelli invitanti invogliano all’acquisto esotico, ma a conti fatti può non essere così conveniente o Sicuro

La prima motivazione che spinge a comprare un casco online è il prezzo. La svalutazione della moneta unica europea non è l’unico motivo per cui alcuni oggetti costano meno all’estero. Spesso si tratta proprio di numero inferiore di “passaggi di mano”, ma anche minori controlli e regole più permissive nella procedura di fabbricazione. L’Europa è il continente con i controlli più severi in materia di omologazioni. Non è un caso che molti produttori di abbigliamento tecnico omologato vendano all’estero i loro capi con il marchio “CE”. Ne fanno vanto e garanzia di maggiore qualità e controlli.

  • Problema Omologazione

Il primo problema nell’acquistare un casco online è proprio questo: l’omologazione. Per essere utilizzabile in Europa un casco deve essere omologato secondo le procedure europee. Ciò significa che all’interno del casco ci deve essere l’etichetta con la lettera “E” cerchiata e la relativa indicazione del numero di omologazione. Ogni numero corrisponde a uno stato europeo. Continue Reading

Caschi luminosi per aumentare la visibilità dei motociclisti al buio

Categoria : News, Sistemi di sicurezza attivi, Tecnologia

Stile, impatto visivo e sicurezza possono andare d’accordo

L’UE sta studiando l’obbligo di indossare il giubbino catarifrangente per tutti i motociclisti in movimento nel Vecchio continente. Certamente in questo modo aumenterebbe la visibilità dei centauri, e non solo durante la notte. Tuttavia qualcuno ha avanzato “dubbi di stile” nei confronti di questa soluzione.

Sicuramente il sistema di essere visibili e “belli” esiste. Un’altra soluzione simile a quella di cui parlavamo qui. La serie “Plasma Blue” è già presente nel catalogo Suomy per il 2011. Si tratta di nuovissimi caschi che s’illuminano al buio brillando di luce propria. Non necessitano di batterie o di manutenzione e l’impatto visivo è assicurato. Continue Reading

Guardrail pericolosi sin da 30 Km/h

Categoria : Blog, Sistemi di sicurezza passivi

Alcuni dicono che la colpa è nostra che “corriamo troppo”, ma il problema guardrail si pone già a 30 Km/h

Capita spesso di ascoltare discussioni o leggere commenti in cui si fa riferimento al costo della sostituzione dei guardrail per rendere le strade più sicure per i motociclisti. Addirittura alcuni centauri affermano che se guidassimo tutti con più prudenza e attenzione, a velocità moderate, si potrebbe evitare di mettere in sicurezza i guardrail o che – in ogni caso – non si tratta di una priorità.

Effettivamente i guardrail non sono la prima causa di lesioni negli incidenti, questo va ribadito per chiarezza e dovere di cronaca. Tuttavia ci sentiamo di rispedire al mittente queste considerazioni, con i puntini sulle “i”. Questo perché se è vero che qualche motociclista “corre troppo” è vero anche che un guardrail inadeguato può fungere da ghigliottina (o rasoio, a scelta) anche a velocità moderate. Continue Reading

Uccisi dal silenzio degli innocenti: togliere il dbkiller può far bene?

Categoria : Blog, Normative e Leggi, Pillole di Meccanica, Sistemi di sicurezza attivi

Non modificare lo scarico della moto rende “innocenti”, ma con alcune nuove motociclette automobilisti e pedoni rischiano di non sentirci arrivare e urtarci o farsi investire, soprattutto d’inverno

Il dbkiller è una parte del terminale di scarico (marmitta) della moto. Serve a limitare il rumore emesso dal motore in fase di accelerazione (ma non solo). Togliere il dbkiller è un’usanza piuttosto diffusa tra i motociclisti, soprattutto quelli della domenica. In questo modo si conferisce al motore un rumore più corposo, più cupo, più possente. Non c’è un altro motivo per togliere questo “tappo” dalla marmitta: le prestazioni non aumentano. Sta di fatto che, con gli scarichi di serie, alcune nuove motociclette ci rendono ancora più invisibili. Continue Reading

Niente guardrail salva motociclisti a Genova: il sindaco dice che costano troppo, ma si sbaglia

Categoria : LPN, News

In realtà basta aver voglia(o esser capaci) di informarsi per sapere che una soluzione c’è

Premettendo che non possiamo sempre accettare “non ci sono i soldi” come scusa, ci permettiamo di far notare al sindaco di Genova che forse (sicuramente) non ha pensato alla soluzione più semplice per non spendere troppo.

La vicenda che vi narriamo è relativa alle affermazioni del primo cittadino di Genova – Marta Vincenzi – che nelle pagine de “Il Secolo XIX” dichiara di non potersi permettere la messa in sicurezza dei guardrail: “In un tratto installeremo alcuni guard-rail H2, ma io sono scettica anche su questa soluzione e chiederò agli uffici di ripensarci. Rifare tutto? Neanche per sogno, costerebbe venti milioni, una cifra che non possiamo permetterci”. Quindi forse non verrà installato nemmeno il tratto non ben specificato di cui si parla.

È quantomeno terribile leggere una notizia del genere, se non altro perché ci dà chiara consapevolezza di quanto le nostre amministrazioni pubbliche tengano a noi motociclisti (per niente). Continue Reading

Tangenziale di Roma va verso il pedaggio, criticando le statistiche sugli incidenti. A MI si paga già

Categoria : Blog, In evidenza, News

Il Presidente dell’ANAS critica le statistiche sui “punti neri” delle strade italiane dicendo che la tangenziale di Roma è più sicura di quanto non si pensi, però si pagherà.

Forse si raggiungerà un accordo sul pedaggio del GRA di Roma: pagherà solo chi lo utilizzerà arrivando dall’autostrada. Le associazioni dei consumatori non sono affatto d’accordo con questa soluzione e promettono altre battaglie. Curioso il fatto che praticamente quasi nessuno abbia fatto notare che i milanesi sono ormai da tempo immemorabile obbligati a pagare per usare alcuni tratti della tangenziale. Continue Reading