Articoli nella categoria Carousel

Benelli TRK502 – Per la città, ma non solo

Da Pesaro arriva la Benelli TRK502, che strizza l'occhio alla concorrenza più prestigiosa

Mamma cinese e papà italiano per una moto molto particolare, che ci ha veramente stupito
  • La parte dall'occhio
Ogni moto va giudicata tre volte: in foto, dal vivo e su strada e finora la TRK 500 non ci aveva fatto una grande impressione, ma tra le auto sembra meno ingombrante ed anche se l'ispirazione è il GS, tutto sommato le linee sono ben disegnate. Da rivedere la qualità di alcune verniciature e lavorazioni delle parti in metallo, come il portapacchi, che sembra saldato artigianalmente. Alla nostra moto sono state tolte le barre paramotore di serie, ma meglio così perché sono davvero ingombranti.
  • Sulla moto
La seduta è morbida ed ampia, ben proporzionata con il manubrio (bello, a sezione variabile), vicino ma non troppo. Forse è un po' piegato indietro, ma si tratta di gusti e ci si abitua in fretta. La corporatura della moto è grossa e dà una buona sensazione di abitabilità, anche grazie alla forma del serbatoio ed alle pedane molto avanzate. Il cruscotto ha un aspetto semplice ed il contagiri non sembra precisissimo, ma risulta comunque completo e leggibile e la moto esce di serie con gli attacchi per le borse laterali e la presa USB per il navi o il cellulare. Il motore è silenzioso, il cambio morbido e preciso, la frizione pure e partiamo. Già nei primi metri notiamo il pochissimo freno motore, caratteristico di tutti i motori più moderni.
  • Sulle ruote
Nel traffico la Benelli va alla grande: precisa e svelta nel pif paf, nonostante il peso di 213 Kg, nell'ingorgo soffre solo per le dimensioni dei paramani. Il motore è talmente generoso che se non fosse per il contamarce avremmo difficoltà a capire se siamo in 1a, 2a o 3a e nonostante le sospensioni leggermente legnose, il comfort è assicurato dalla splendida sella. Su strada aperta il piccolo bicilindrico ha bisogno di un po' di rincorsa per dare il meglio di se, che arriva a 5500 giri, (la casa dichiara 45Nm a 5000 giri e 47 CV a 8500) ma non avvertiamo mai nessun tipo di vibrazioni (il passeggero invece ne lamenta alle pedane) e con il grosso parabrezza di serie e la posizione di guida ben inserita vorremmo viaggiare per davvero! Persino nella guida sportiva il telaio si comporta benissimo e l'impianto frenante anteriore stupisce per potenza, precisione e taratura dell'ABS, che entra solo quando è davvero indispensabile. Il posteriore, al contrario, è debole e spugnoso, ma tanto a parte me chi lo usa? https://www.youtube.com/watch?v=tRi13YHa6QU
  • In conclusione
Per Benelli il salto di categoria da 300 a 500 è riuscito perfettamente (a quando il 750?) e la TRK502 è adatta sia ad un motociclista esperto alla ricerca di una moto pratica, che ad uno di primissimo pelo che voglia un mezzo con cui cominciare a guidare, divertirsi e magari anche fare i suoi primi viaggi. La grossa attitudine da viaggiatrice può sembrare strana su una 500, ma nel sud del mondo è una cilindrata enorme e lì la TRK verrà venduta come una maxitourer, da qui la dotazione da top di gamma. Il prezzo chiavi in mano è di 6240€, davvero molto competitivo, anche se la tenuta dell'usato sarà tutta da verificare. SicurMoto.it ringrazia la concessionaria Benelli Napoli per la disponibilità e la cortesia. 

Ducati Scrambler 800 Icon “secondo LEI”: fascino vintage e motore al top

L'intrigante Scrambler di Borgo Panigale si conferma mezzo divertente, facile da guidare e dal motore brioso. Adatta a centaure di tutte le taglie, ha un'unica pecca: scalda un po'

In occasione del Ducati Tour organizzato dallo staff dei brand Cdmmotors Ducati Napoli e Motoshop2000 presso Città della Scienza, non ci siamo fatti scappare la possibilità di testare la Ducati Scrambler 800 Icon.

(altro…)

Bosch: uno “scudo” per evitare un terzo degli incidenti tra auto e moto

Il sistema, sviluppato in collaborazione con Autotalks, Cohda Wireless e Ducati consentirà di una maggiore visibilità delle due ruote grazie ad un vero "dialogo" tra auto e moto

Tra le principali cause di incidente che vedono coinvolti i motociclisti c'è la distrazione, da parte degli automobilisti, che spesso non rilevano la presenza di una moto nelle prossimità magari di una manovra. Ecco perchè Bosch sta pensando ad un sistema che consenta ad auto e moto di dialogare, in modo da evitare l'insorgere di situazioni potenzialmente fatali.
(altro…)

Incidente Hayden: andare in bici è più pericoloso che correre in moto

Il paradossale incidente in bici di Nicky Hayden, campione del mondo di motociclismo, rimette in discussione la sicurezza dei ciclisti sulle strade delle nostre città

Tra motociclisti e ciclisti c'è un rapporto di odio-amore e sono tantissimi quelli che praticano tutti e due gli sport, ma tra un mostro da 200CV e una bicicletta a pedali, paradossalmente è la seconda ad essere più pericolosa (altro…)

Test, BMW R 1200 NineT: la Scrambler secondo LEI

[caption id="attachment_17104" align="alignleft" width="300"] test ride[/caption]

Gli amici di Moto Shop2000 a Napoli mi hanno “adescata” con la scusa di un rilassante test su una "motina poco impegnativa", mettendomi di fronte ad una sfida che, ovviamente, non potevo rifiutare. (by Lucy Beth Moore)

Certo, di primo acchito, questo gioiello bavarese non sembrerebbe essere una moto alla portata di una docile donzella… tuttavia la prova mi ha piacevolmente sorpresa! Tra gli sguardi stupiti dei passanti e quelli ora leggermente preoccupati dei nostri amici della BMW, abbiamo dato il via ad una singolare prova su strada, tutta in stile "Pink". (altro…)

Come partecipare ad un test ride

La primavera è la stagione delle prove su strada, ecco la guida di SicurMOTO per non perdere l'occasione di fare un giro sulla moto dei vostri sogni

(altro…)

Clamoroso: ecco il primo scooter Ducati

La notizia è di quelle destinate a spaccare il pubblico: Ducati sta preparando uno scooter. Le due uniche foto pubblicate, che in queste ore stanno facendo il giro del mondo, sembrano rubate direttamente nell'impianto malese della casa di Borgo Panigale, dove forse la Ducati pensava di essere al riparo dal clamore mediatico.

Le voci in rete, del resto, erano diventate troppo insistenti per non corrispondere a realtà e persino Claudio Domenicali in una recente intervista ad un settimanale tedesco aveva lasciato la porta aperta a questa possibilità e con queste immagini, probabilmente scattate per ingenuità e diventate virali, abbiamo la certezza che entro il 2018 anche Ducati, dopo BMW e Kawasaki, entrerà nel mercato scooteristico (altro…)

Motodays: dal 9 Marzo Roma si mette in moto

Quattro giorni dedicati alle due ruote nella Capitale: novità dalle case, test ride e scuola di flat Track, ma anche uno spazio dedicato alla sicurezza su due ruote

Si parte il 9 marzo e per quattro giornate (fino al 12 marzo) a Roma sarà la volta della nona edizione di Motodays: il salone della moto e dello scooter in programma alla Fiera Roma. Lo scorso anno sono stati 150.000 i visitatori che hanno animato i padiglioni della kermesse capitolina dedicata alle due ruote, con circa 450 espositori presenti.  (altro…)

Honda frena con intelligenza, forse troppa

La frenata di emergenza attiva è una realtà che nel settore auto sta prendendo terreno sia sulle ammiraglie che sulle citycar, ma Honda ci prova con un brevetto per introdurla sulle moto

Per la fortuna di noi motociclisti, la lotta commerciale tra le case si sta spostando sul fronte della sicurezza attiva. Dopo anni passati a palestrare i motori per avere sempre più cavalli, le moto di oggi vogliono catturare il cliente con la tecnologia pura, mirata sicuramente alle prestazioni ma anche alla facilità di guida ed alla sicurezza. Da Tokio arriva un brevetto per far frenare da sola la moto in caso di emergenza, analizziamo insieme questa innovazione a dir poco ambigua. (altro…)

Aprilia Multimedia Platform – fino a Caponord

Una nuova settimana ci porta una nuova App. Oggi vi parliamo della Aprilia Multimedia Platform, l'applicazione ufficiale rilasciata dalla casa italiana per gestire al meglio la super tourer ad alta tecnologia Caponord 1200 L'Aprilia è una casa che viaggia immeritatamente a bassa quota nel mercato motociclistico mondiale. Le moto sono belle, prestazionali ed all'avanguardia, ma il mercato non valorizza questa eccellenza del made in Italy, che è stata la prima in molti settori ed in alcuni distacca ancora la migliore concorrenza. Poche case al mondo hanno capito l'importanza dell'integrazione tra smartphone e veicolo e perdono tempo prezioso, mentre Aprilia ha sviluppato una piattaforma software potente e versatile, strettamente imparentata con Piaggio e Guzzi Multimedia Platform, ma diversa per interfaccia e gestione. Entriamo insieme nella realtà virtuale dell'Aprilia Multimedia Platform. (altro…)
  • Pagina 1 di 108
  • 1
  • 2