Articoli nella categoria Normative e Leggi

Il martirio dei ciclisti

Ma andare in bici non faceva bene alla salute?

Un sondaggio indipendente svela le tante, fatali, imprudenze dei ciclisti (altro…)

L’etichetta della Federazione sui caschi del futuro

Finalmente ordine nel confuso settore delle omologazioni?

La Federation Internationale de Motocyclisme lancia la sua etichetta per le omologazioni (altro…)

Brake Free, lo stop intelligente (o no?)

La ricerca sul casco è sempre attiva, con una pioggia di nuove idee per rinnovare e migliorare questo oggetto che oltre a salvarci la vita, è ormai destinato anche ad altri mille usi

Dalla Silicon Valley arriva Brake Free, un sistema per trasformare il casco da oggetto per la sicurezza passiva a dispositivo per la sicurezza attiva, con poca spesa e qualche astuzia (altro…)

Termignoni UpMap – Tuning in palmo di mano

Da mesi noi di Sicurmoto seguiamo le APP motociclistiche, studiate dalle case per amplificare l'esperienza del possesso o della guida. Oggi però c'è Termignoni UpMap, la prima APP universale after market

Le APP sono sicuramente il prossimo gadget di tendenza, ma a rompere le uova nel paniere alle case motociclistiche arriva Termignoni, colosso degli impianti di scarico, che lancia UpMap, la prima APP universale per motociclette diverse tra loro. Un'idea geniale che potrebbe allargare gli orizzonti commerciali, ma sopratutto le possibilità dei bikers di spingere all'estremo la personalizzazione della loro moto. (altro…)

Se piove sul bagnato

Paradossale sentenza a Torino, dove un giudice ha dato torto allo scooterista caduto a causa di una buca allagata dalla pioggia

Nel 2015 uno scooterista torinese cade durante un temporale, a causa di una buca. La richiesta di risarcimento arriva solo oggi in tribunale, ma contro ogni logica il giudice dà torto al malcapitato (altro…)

The Dutch Reach – in Olanda lo fanno così

La convivenza tra auto, moto e bici è problematica, ma nel paese dove le auto sono il corpo estraneo della viabilità, c'è un sistema per non farle diventare pericolose. E' "The Dutch Reach" e lo insegnano anche a scuola guida

In Italia le bici sono ancora una minoranza rispetto alle moto, ma i rischi che corrono biker e ciclisti sono più o meno gli stessi: asfalto rovinato, codice della strada preso come consiglio, guidatori al telefono e sportelli aperti all'improvviso: un killer per le silenziose biciclette, ma pericolosi anche per scooter e moto che (non si dovrebbe, ma...) sorpassano spesso a destra il flusso di auto. In Olanda hanno trovato la soluzione: eccola (altro…)

Legge di stabilità: ignorata la sicurezza dei motociclisti

Ci si attendeva uno stanziamento ma invece nessuna agevolazione per chi acquista paraschiena ed air bag

Nella legge di Stabilità approvata dal Senato non ci sarà alcuno stanziamento a favore della sicurezza degli utenti su due ruote. Infatti, del previsto stanziamento di circa 2,5 milioni di Euro volto a favorire l'acquisto di sistemi protettivi, non se ne è fatto più nulla. Paraschiena ed air-bag non godranno dunque di nessuno sconto. Un'occasione mancata per rendere un servizio utile agli utenti ed al Servizio Sanitario Nazionale. (altro…)

Francia, presto tolto il limite dei 100CV per le maxi moto

Una buona notizia per i centauri francesi che da maggio vedranno sparire il limite dei 100 CV di potenza per le maxi moto. La legge avrà effetto retroattivo e sarà valida dalle Euro3 in poi

Fino ad oggi, secondo la legge francese cera onsiderato illegale guidare una moto capaci di superare i 100CV di potenza massima, in qual caso era necessario installare un kit retrofit per strozzare le prestazioni. Questo imlicava che , a prescindere dalla potenza disponibile in origine, il motociclista non poteva che "accontenatrsi" di una parte della cavalleria della propria moto. (altro…)

Omicidio stradale, non meno di 5 anni di pena per chi uccide

Dopo un lungo travaglio la nuova legge entrarà finalmente in vigore: norme certe e severe a chi uccide per guida pericolosa o sotto l'effetto dell'alcol

Il Senato ha approvato e dato il via libera alla tanto attesa legge sul reato di omicidio stradale. Dopo lunghi anni di ritardi, rinvii e revisioni, la nuova norma è arrivata a colmare un buco legislativo ormai evidente e sotto gli occhi di tutti. Ora non resta che attendere la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale per la definitva entrata in vigore (altro…)