Articoli nella categoria Normative e Leggi

Se piove sul bagnato

Paradossale sentenza a Torino, dove un giudice ha dato torto allo scooterista caduto a causa di una buca allagata dalla pioggia

Nel 2015 uno scooterista torinese cade durante un temporale, a causa di una buca. La richiesta di risarcimento arriva solo oggi in tribunale, ma contro ogni logica il giudice dà torto al malcapitato (altro…)

The Dutch Reach – in Olanda lo fanno così

La convivenza tra auto, moto e bici è problematica, ma nel paese dove le auto sono il corpo estraneo della viabilità, c'è un sistema per non farle diventare pericolose. E' "The Dutch Reach" e lo insegnano anche a scuola guida

In Italia le bici sono ancora una minoranza rispetto alle moto, ma i rischi che corrono biker e ciclisti sono più o meno gli stessi: asfalto rovinato, codice della strada preso come consiglio, guidatori al telefono e sportelli aperti all'improvviso: un killer per le silenziose biciclette, ma pericolosi anche per scooter e moto che (non si dovrebbe, ma...) sorpassano spesso a destra il flusso di auto. In Olanda hanno trovato la soluzione: eccola (altro…)

Legge di stabilità: ignorata la sicurezza dei motociclisti

Ci si attendeva uno stanziamento ma invece nessuna agevolazione per chi acquista paraschiena ed air bag

Nella legge di Stabilità approvata dal Senato non ci sarà alcuno stanziamento a favore della sicurezza degli utenti su due ruote. Infatti, del previsto stanziamento di circa 2,5 milioni di Euro volto a favorire l'acquisto di sistemi protettivi, non se ne è fatto più nulla. Paraschiena ed air-bag non godranno dunque di nessuno sconto. Un'occasione mancata per rendere un servizio utile agli utenti ed al Servizio Sanitario Nazionale. (altro…)

Francia, presto tolto il limite dei 100CV per le maxi moto

Una buona notizia per i centauri francesi che da maggio vedranno sparire il limite dei 100 CV di potenza per le maxi moto. La legge avrà effetto retroattivo e sarà valida dalle Euro3 in poi

Fino ad oggi, secondo la legge francese cera onsiderato illegale guidare una moto capaci di superare i 100CV di potenza massima, in qual caso era necessario installare un kit retrofit per strozzare le prestazioni. Questo imlicava che , a prescindere dalla potenza disponibile in origine, il motociclista non poteva che "accontenatrsi" di una parte della cavalleria della propria moto. (altro…)

Omicidio stradale, non meno di 5 anni di pena per chi uccide

Dopo un lungo travaglio la nuova legge entrarà finalmente in vigore: norme certe e severe a chi uccide per guida pericolosa o sotto l'effetto dell'alcol

Il Senato ha approvato e dato il via libera alla tanto attesa legge sul reato di omicidio stradale. Dopo lunghi anni di ritardi, rinvii e revisioni, la nuova norma è arrivata a colmare un buco legislativo ormai evidente e sotto gli occhi di tutti. Ora non resta che attendere la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale per la definitva entrata in vigore (altro…)

Bollo moto storiche: l’aggiornamento regione per regione

Al mese di febbraio 2016 ci sono novità che interessano i proprietari di veicoli iscritti al Registro Storico FMI. Di seguito, il prospetto regione per regione

L’articolo 1, comma 666 della Legge 23/12/2014 n. 190 (Legge Finanziaria 2015) ha soppresso l’esenzione per i veicoli di particolare interesse storico e collezionistico di età compresa tra i 20 ed i 30 anni. In generale dunque in tutte le regioni i veicoli che non abbiano compiuto 30 anni sono tenuti al pagamento della tassa di possesso ordinaria. Resta invece in vigore la tassa di circolazione forfetaria per i veicoli che abbiano compiuto 30 anni di età. Nell’ambito della loro autonomia legislativa tuttavia, alcune regioni hanno emanato proprie leggi che si discostano in vario modo dalle decisioni statali. (altro…)

Da gennaio 2016 norma Euro 4 per moto e scooter: cosa cambia?

Dal 1 gennaio 2016 entra in vigore la nuova normativa su immissioni ed inquinamento acustico. ABS obbligatorio sopra i 125cc

Dal prossimo anno, la nuova norma Euro4 sarà obbligatoria per tutte le moto che dal 1 gennaio usciranno dalla catena di montaggio. Un passo che comporta, come ogni avvicendamento in tal senso, dei cambiamenti che in bene o male andranno ad influenzare l'andamento non solo del mercato, ma anche delle abitudini dei centauri. Con la norma infatti vengono regolati anche gli intervalli di manutenzione sulla base di limiti di durabilità della moto. (altro…)

Codice della Strada, ciclomotori e motocicli in corsia riservata

Dopo l'approvazione della Camera si aspetta il verdetto del Senato, e tra un anno la nuova riforma potrà (finalmente ) vedere la luce. Sparita la norma dei 125 in autostrada

Approvato in questi giorni dalla Camera, il nuove Codice della Strada, sul quale si lavora ormai da tempo, ora aproda nel suo iter al Senato. Questo , qualora arrivasse l'ulteriore via libera, porteà alla messa in opera delle nuove norme sulla circolazione stradale a partire dal 2017. Tra la novità sul fronte delle due ruote arriva finalmente la possibilità per ciclomotori e motocicli dell'accesso alle corsie preferenziali. (altro…)

Come cambia il pedaggio sulle autostrade d’Europa?

Al casello o con bollino il pedaggio autostradale è un balzello che si paga in tutta Europa, ma alcuni Paesi si distinguono da altri per la convenienza delle tariffe o la qualità delle infrastrutture e dei servizi. I costi legati al possesso e all’utilizzo di un automezzo, come ben si sa, non si limitano al bollo, all’assicurazione, alla manutenzione, e al carburante, poiché indipendentemente dall’effettivo valore delle auto usate o fresche di immatricolazione e fiammanti, ci sono anche le spese legate prettamente alla circolazione su medie e lunghe percorrenze. Ma ogni Paese impone un meccanismo di pagamento diverso. Vediamo nel dettaglio cosa cambia e come si paga il pedaggio autostradale in Europa. (altro…)

Codice della Strada, l’ok all’Europa: passeggero per sedicenni e ciclomotori

In data 23 luglio 2015, il Parlamento ha dato il via libera definitivo alla Legge europea 2014 (A.C. 2977 Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea).

Il provvedimento risponde a 14 procedure di infrazione e 11 pre-infrazioni a carico dell'Italia. Le modifiche, tra l'altro, intervengono in materia di requisiti per il rilascio delle patenti di guida e di requisiti richiesti agli esaminatori, nonché elimina alcune limitazioni alla guida dei minorenni titolari di patenti. Le modifiche sono collegate alla violazione di norme europee in materia e per le quali sono aperti nei confronti dell'Italia una procedura di infrazione e un caso di pre-contenzioso. In particolare, la disposizione modifica alcuni requisiti relativi al campo visivo minimo verso l'alto, nonché, per gli esaminatori il requisito di essere titolari di patente di categoria B per il rilascio delle patenti di categoria AM, A1, A2, A, B1 e B. La disposizione elimina inoltre il divieto per i sedicenni che conducono veicoli appartenenti alle categorie AM, A1 e B1 e per i conducenti di ciclomotori di trasportare un passeggero. (altro…)