The Dutch Reach – in Olanda lo fanno così

La convivenza tra auto, moto e bici è problematica, ma nel paese dove le auto sono il corpo estraneo della viabilità, c'è un sistema per non farle diventare pericolose. E' "The Dutch Reach" e lo insegnano anche a scuola guida

In Italia le bici sono ancora una minoranza rispetto alle moto, ma i rischi che corrono biker e ciclisti sono più o meno gli stessi: asfalto rovinato, codice della strada preso come consiglio, guidatori al telefono e sportelli aperti all'improvviso: un killer per le silenziose biciclette, ma pericolosi anche per scooter e moto che (non si dovrebbe, ma...) sorpassano spesso a destra il flusso di auto. In Olanda hanno trovato la soluzione: eccola (altro…)

Le 5 moto per la Festa della Donna, ma anche dopo

L'8 Marzo spacca sempre il pubblico femminile, da un lato ci sono le femministe integraliste che ricordano le origini della Festa della Donna. Dall'altro ci sono le nuove generazioni, meno attente alla tradizione e più all'aspetto folcloristico. Noi di SicurMOTO proviamo a mettere tutte d'accordo con 5 moto da donna, ma oltre gli stereotipi

Le donne in moto sono una novità degli ultimi anni, certo se ne sono sempre viste, ma erano una sottocategoria ben precisa. Oggi invece il mercato femminile si è ampliato, dalle scooter-mamme alle ragazze terribili che vanno davvero forte e vogliono moto tecniche e prestazionali. Le case motociclistiche però ancora non hanno fiutato il business, perchè se le auto femminili sono una realtà consolidata (Nissan Micra, Citroen C1...) di moto pensate per le donne ancora non se ne parla. Noi di SicurMoto, quindi, abbiamo spulciato i listini alla ricerca della moto giusta per voi signore (altro…)

Casco Nand Logic Encephalon: troppo bello per essere vero

Il mondo dell'informazione e della tecnologia applicata alle moto si strappa i capelli per il fantascientifico casco Encephalon, della Nand Logic, talmente zeppo di elettronica da sembrare quasi irreale.

Negli ultimi anni parecchi produttori più o meno famosi si sono lanciati nel promettente settore dei caschi ad alta tecnologia. Gli ingredienti sono più o meno sempre gli stessi: visiera attiva a realtà aumentata, controllo di cellulare e dati di bordo, navigatore integrato, più funzioni specifiche in base alla più o meno fervida immaginazione del progettista. Purtroppo nessuno di questi progetti è mai andato le conferenze stampa. Paradossalmente il motivo non è la tecnologia, ma costi alti e norme di omologazione molto stringenti. Le case però ci credono, il business gira veloce e forse nel prossimo futuro saremo tutti come Iron Man   (altro…)

Kymco Noodoe: l’app che inventa lo smart scooter

La parola Noodoe suona un pò come "noi due" e forse la casa coreana ha deciso questo nome proprio perchè è il software più rivoluzionario degli ultimi tempi. Il primo sistema informatico che ripensa il rapporto tra uomo e macchina, con delle funzioni innaspettate e divertenti. Non sempre utilissime ma realmente innovative. Guardiamole insieme. (altro…)

Sicurezza stradale: i motociclisti temono gli automobilisti, troppo distratti

Cosa pensano i motociclisti degli automobilisti. Un'indagine svela che, per molti sono una minaccia e solo il 5% resta tranquillo quando vede un'auto.

Pare proprio che quella tra centauri ed automobilisti sia una convivenza difficile per la maggior parte dei centauri intervistati, il 43%, confessa di vedere spesso e volentieri le automobili su strada come una vera e propria minaccia per le “due ruote”; per il 36% il rischio è dovuto alla distrazione degli automobilisti, mentre il 16% ritiene che i pericoli aumentino nelle strade fuori città. (altro…)

Pedaggi autostrade: è giusto che le moto paghino come le auto?

L’Associazione ciclo e motociclo polemizza: le moto dovrebbero pagare pedaggi meno cari delle auto

Auto come le moto sulle autostrade? Non è giusto che le moto paghino gli stessi pedaggi delle auto: questa la tesi di Ancma (Associazione nazionale ciclo motociclo e accessori). L’aumento dei pedaggi autostradali, giustificati con la necessità di assicurare ai gestori gli investimenti necessari alla manutenzione e messa in sicurezza della rete, “porta in evidenza - secondo l’Ancma -   l’incomprensibile allineamento dei pedaggi motociclistici a quelli delle tradizionali autovetture”. (altro…)

Gli italiani e le due ruote. La moto vero mezzo anticrisi, ma tanta paura nelle grandi città

Traffico sempre più insopportabile, parcheggi per auto introvabili, caro-benzina? Gli italiani scelgono come mezzo di trasporto alternativo lo scooter o la moto.

Un' indagine rivela quali sono i pro e i contro che gli italiani vedono nell'utilizzare la moto per gli spostamenti. Economia, facilità e ridotti tempi di percorrenza. Ma anche paura nel traffico caotico delle grandi città, e (spesso) poca educazione per chi guida tra le auto. (altro…)

Incidenti in moto. Il 50% per altri veicoli e strade disastrate, ma le vittime calano

Secondo un'indagine statistica ACI-ISTAT, le vittime di incidenti in moto sono in calo. Tra le cause principali, infrastrutture inadeguate e da chi è alla guida di altri veicoli.

In 5 anni il numero di vittime di incidenti stradali riguardanti chi è alla guida di un mezzo a due ruote ha subito una contrazione del 22%.  Un dato incoraggiante che pone l'Italia ai vertici tra i paesi europei, in rapporto al parco circolante di 8.600.000 mezzi tra motocicli e ciclomotori. Italiani virtuosi su due ruote? E' il caso di dire "si". Ciò che lascia l'amaro in bocca è il dato sulle cause dell'incidentalità: per il 50% dei casi la colpa è di chi guida altri veicoli, mentre per il 25% la concausa è rappresentata da infrastrutture inadeguate. (altro…)

L’Italia su due ruote. Centauri appassionati, attenti alla sicurezza e solidali tra loro.

Il 78% del campione sostiene di prestare soccorso senza diffidenze ad un altro centauro in difficoltà e il 69% predilige una guida sicura

E’ il quadro che emerge da un indagine condotta dal Centro Studi di Direct Line, compagnia assicurativa on line, dove si evidenzia come siano le donne (84%) più che gli uomini (61%) a porre in cima alle priorità la sicurezza stradale. Fattore sicurezza che (c’era da aspettarselo) prende piede con l’età: a fronte di un dato medio del 69% di coloro i quali prediligono un ostile improntato sulla sicurezza, notiamo come  tra i 35 ed i 45 anni la percentuale aumenti al 76%, salendo all’83% per gli over45. (altro…)

In moto al lavoro. Con il 10% di motociclisti il traffico si ridurrebbe del 40%

Se il 10% degli automobilisti riuscisse a rinunciare alla propria auto per una moto o uno scooter, la congestione del traffico si ridurrebbe del 40%. E' questo ciò che emerge da uno studio effettuato monitorando una delle strade più congestionate del Belgio, uno degli stati europei a più alta densità urbana. L'indagine commissionata da FEBIAC, l'associazione dei distributori belgi auto, moto e biciclette, si concentra su un caso condotto sul tratto stradale Leuven-Bruxelles, sulla strada E40 nelle ore di punta, sulla base delle statistiche di traffico di una normale giornata di lavoro nel mese di maggio 2011.

(altro…)
  • Pagina 1 di 106
  • 1
  • 2