Assicurazioni, una lotta inutile: sinistri che calano, ma premi sempre più alti

Secondo una indagine Aneis, negli ultimi 14 anni, il numero dei sinistri è sceso del 60%, i morti sono passati dagli oltre 8.000 dell'anno 2000 ai 3.000 di oggi eppure...

Uno degli obiettivi della Riforma RC Auto è incrementare i controlli sul mercato assicurativo e rendere trasparente il rapporto tra cliente e assicurazione. Altro obiettivo è quello di abbassare i premi delle polizze, tra i più alti in Europa. Tuttavia, come più volte denunciato da Aneis - Associazione Nazionale Esperti Infortunistica Stradale - tra il 2000-2014 la diminuzione del numero degli incidenti si è attestata al 60%, livello che porta l'Italia vicina alla media europea. Il numero dei sinistri pagati e quindi il monte dei risarcimenti è di molto diminuito, ma nello stesso periodo le polizze sono aumentate addirittura del 220% e più. (altro…)

Sicurezza stradale: in Italia metà della segnaletica è fuorilegge e causa incidenti

Secondo uno studio la metà della segnaletica presente sulle strade non sarebbe a norma e la scarsa manutenzione è causa del 60% degli incidenti

A rilevarlo è uno studio dell'ANEIS ( Associazione Nazionale Esperti Infortunistica Stradale), secondo il quale le condizioni dei segnali stradali presenti sulle strade italiane sarebbe insufficiente, oltre ad essere deteriorata e spesso incomprensibile o poco visibile. I dati ISTAT parlano chiaro, la distrazione o l'indecisione risultano tra le cause più ricorrenti di incidente stradale, ma gran parte di questi sinistri è dovuta anche all'inadeguatezza della segnaletica, infatti, quasi la metà dei segnali stradali in Italia non è conforme alle norme e la manutenzione delle strade è del tutto insufficiente. Secondo la giurisprudenza l'Ente proprietario è responsabile, ma l'insidia deve essere "imprevedibile". (altro…)

Decreto Rc Auto: da Bologna sale la protesta:”Un testo di legge vergognoso”

A Bologna, il convegno contro le norme in tema di Rc Auto previste dal Decreto "Destinazione Italia. Presenti patrocinatori, medici legali e carrozzieri

L' incontro, con la presenza attiva di Sicurauto.it (QUI l'approfondimento), ha visto coinvolti oltre 40 patrocinatori provenienti da tutta Italia, e circa 500 tra medici legali, carrozzieri; si è gridato la propria contrarietà alle modifiche previste dal decreto "Destinazione Italia" in materia di Rc Auto. (altro…)