Articoli con il tag categoria motociclisti

Accendere la moto con l’impronta digitale? Ora si può!

L’azienda Indiana NevonExpress ha creato un accessorio che sblocca ed accendere la moto con le impronte digitali.

Una Start-Up di Mumbai ha presentato un accessorio che trasforma le nostre amate due ruote in qualcosa di più moderno: uno scanner di impronte digitali con funzionalità multiutente, antifurto e di allerta in caso di movimento del veicolo. (altro…)

Sconti sulla benzina terminati. Prezzo pieno e… tasche vuote!

Da oggi, Lunedì 3 Settembre, terminano le campagne promozionali di ENI, Q8, Esso. Benzina a 2 euro.

Fine delle vacanze e ritorno alla dura realtà per tutti i motociclisti (e non solo). Dopo un'estate caratterizzata dai week-end di sconto nelle stazioni ENI, Q8, ed Esso, da oggi si ritorna alla magra realtà.  (altro…)

Assicurazioni Moto: le abitudini dei centauri italiani


Un'indagine di un noto comparatore online rivela le tendenze nel settore delle assicurazioni per i motocicli


Aumentano le richieste di preventivi per le moto usate, diminuisce il valore di quelle nuove e cresce l'interesse verso le polizze furto e incendio. Queste le principali conclusioni contenute nell'Osservatorio Assicurazioni Moto, uno studio effettuato del noto comparatore online "cercassicurazioni.it", di proprietà del gruppo MutuiOnline. L'indagine offre parecchi spunti interessanti e mette a fuoco l'evoluzione e le tendenze del settore emerse nel secondo semestre 2011 a paragone con i primi sei mesi dell'anno. Ecco i risultati dettagliati emersi dall'Osservatorio. (altro…)
                                
                                
                              

Cari motociclisti vi faccio l’identikit!

Questo articolo va letto in chiave comica perchè ad una lettura disattenta può sembrare irriverente, mentre lo spirito è solo quello di farsi due risate. Questo sito fa della sicurezza la sua missione e se in qualche momento dell'artico può sembrare che vengano presi in giro quelli che si vestono di tutto punto sappiate che è detto solo per ridere. Forse sarebbe stato più semplice non pubblicare l'articolo penserete, mentre io ritengo che sapersi mettere in gioco e ridere di se stessi sta alla base di una sana voglia di conoscenza. (Claudio Cangialosi fondatore del Blog e di SicurAUTO.it)
“Sara, svegliati, è primavera…” “Mmh… che ora è?” “Sara, sono le sette e tu devi andare a scuola.” “Uffa, che p…izza!” “Oh oh oh, Sara, raccogli tutti i libri ed accendi il motorino. Ma stai attenta a non investire un bambino.” Raccomandazione inutile. Sara, come la stragrande maggioranza degli utenti della strada, a due, tre, quattro e più ruote, affronta la giornata seguendo un immutabile copione: si alza, va in bagno, fa colazione, si lava i denti, si veste, si mette alla guida e, dopo un certo lasso di tempo, variabile fra pochi minuti e diverse ore, si sveglia. Nel traffico caotico dell’ora di punta il “pilota automatico”, in genere, funziona a meraviglia, pur con qualche inevitabile defaillance, universalmente accettata come un destino ineluttabile: una strisciatina sulla fiancata, qualche graffio sui paraurti, un fanalino spaccato, una portiera ammaccata… Gli automobilisti se la cavano con poco, tutt’al più un’arrabbiatura e un fastidioso mal di portafogli. Per chi procede seduto su una sella in (precario) equilibrio dinamico, invece, le conseguenze degli incontri troppo ravvicinati, anche a bassa velocità, non sono quasi mai indolori, più per gli effetti della probabile caduta che per l’impatto vero e proprio. (altro…)