Articoli con il tag ciclomotori

Omologazione ciclomotori: da Luglio 2015 obbligo Euro3

Pochi mesi per l'entrata in vigore della nuova norma Euro3 per i ciclomotori. Per le moto Euro4 dal 2016

Dal mese di Luglio 2015 per tutti i ciclomotori prodotti ci sarà l'obbligo di rispettare la norma Euro3 sulle emissioni. L'obbligo, valido per le aziende che producono i cinquantini, porterà ad una riduzione delle emissioni inquinanti che si farà più stringente dal 2017 quando sarà la volta della Euro4, fino ad arrivare, al 2020, con la Euro5, l'obiettivo prefissato da un iter che segue i dettami della direttiva europea 2013/60/CE. (altro…)

Nuove patenti. Ennesimo (duro) colpo per i “cinquantini”

Con l'entrata in vigore  delle nuove norme, anche le licenze di guida per i 50cc diventano di fatto patenti. Per i quattordicenni rinnovi periodici e decurtazione dei punti, ma anche costose autoscuole. Come reagirà il mercato?

Dal 19 Gennaio, con l'introduzione delle nuove patenti di guida per moto e ciclomotori, cambiano le norme per i giovani centauri che si accingono a debuttare nel mondo delle due ruote. Al posto della vecchia Licenza di Guida ora, per poter guidare i ciclomotori si deve essere in possesso di patente AM, e con ciò che ne consegue: corso di scuola guida, rinnovi periodici e, in caso di infrazioni al Codice, decurtazione dei punti. (altro…)

Dal 13 febbraio il “targhino” sarà fuorilegge. Cosa cambia e come mettersi in regola

Il passaggio alla nuova targa cominciato nel 2006, vede il 13 febbraio come giorno ultimo per mettersi in regola, dopodiché scatterà una sanzione prevista che va da 519 fino a 1559 euro secondo il CDs. Con l’obbligo del passaggio alle nuove targhe da sei lettere e numeri (cinque per le vecchie) non sarà più possibile mantenere la stessa qualora si decida di cambiare mezzo. Infatti da ora in avanti la targa sarà legata al ciclomotore attraverso il numero di telaio e registrata all’anagrafe veicoli della motorizzazione civile, alla quale sarà obbligatorio segnalare anche eventuali cambi di residenza o di proprietà del mezzo. Il tutto per facilitare la riscossione del bollo, ma anche per maggiore garanzia in caso di furto del mezzo. prima infatti chiunque, anche un ladro, poteva apporre la propria targa su un ciclomotore . (altro…)

Guida all’acquisto dello scooter

Da molti lo scooter è visto come la soluzione ai numerosi problemi della mobilità di tutti i giorni. Mezzi pratici versatili, economici da gestire, sono a detta di molti una reale soluzione agli spostamenti non solo per il tragitto casa-ufficio o scuola.

Il mercato oggi offre una moltitudine di proposte, adatte ad ogni esigenza e tasca e, come spesso può capitare molta scelta implica molta confusione quando si arriva al momento di decidere quale mezzo sia più idoneo al nostro fabbisogno. Lo scooter, a differenza delle moto vere e proprie, spesso rappresenta una scelta dettata da necessità pratiche. Mentre la moto è un fatto molto spesso emozionale, lo scooter rappresenta la razionalità nell'individuare il mezzo più comodo per i nostri spostamenti. Con questo articolo apriamo una serie di appuntamenti attraverso i quali SicurMOTO.it vuole cercare di dare una mano a chi è in procinto di acquistare uno scooter, ma fa fatica ad orientarsi nella vasta scelta che offre il mercato. Partiamo con la prima classica domanda... (altro…)

Incentivi 2010 per ciclomotori: dureranno pochi mesi!

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha recentemente stanziato un pacchetto di incentivi per i consumatori, tra i vari beni "scontati" troviamo anche i ciclomotori. Non godono però di incentivi tutti i ciclomotori, qui trovate una guida completa che vi spiega come accedere agli sconti. L'analisi fatta da SicurAUTO fa emergere tuttavia un quadro preoccupante: gli incentivi potrebbero durare pochi mesi! Quindi il nostro consiglio è di affrettarsi, la data di inzio degli incentivi è fissata per il 15 aprile. (altro…)

In Lombardia eco-incentivi per moto meno inquinanti

Nuovi incentivi per la rottamazione dei vecchi ciclomotori e motocicli e l'acquisto di nuovi mezzi meno inquinanti. La Regione Lombardia ha pubblicato un nuovo bando da 3.230.000 euro (di cui 730mila riservati all'acquisto di veicoli elettrici) che resterà aperto fino ad esaurimento fondi: i contributi che partono da un minimo di 200 euro per arrivare fino a 2.000 euro sono destinati ai cittadini che risiedono in circa 500 comuni lombardi delle zone critiche A1 (quasi tutti i capoluoghi con i comuni immediatamente limitrofi) e A2 (quelli della fascia mediana della pianura). Al bando potranno accedere anche le imprese e gli enti la cui sede è nelle stesse aree. Tra le misure previste anche un contributo di 80 euro che sarà assegnato a chi deciderà di rottamare un ciclomotore o un motociclo Euro 0 e Euro 1 anche senza acquistare un nuovo mezzo. Per l'acquisto, invece, il contributo varia in base al tipo di veicolo: si va dai 200 ai 400 euro per il termico (cifra messa a disposizione al 50% dalla Regione e al 50% dalle case produttrici), mentre per l'elettrico si va da un minimo di 400 fino a un massimo di 2.000 euro, interamente a carico della Regione. (altro…)