BMW ConnectRide: connettività al passo con la sicurezza

Da Monaco una tecnologia derivata dal mondo auto. Lo smartphone sempre più protagonista per aiutare a viaggiare sicuri

Il nostro presente è fatto di un alto livello di digitalizzazione e connettività. L’industria dei motoveicoli ha ormai da tempo risposto a questa esigenza con numerose innovazioni, tutti sistemi derivati dal mondo dell'auto. Infatti, la Divisione Auto BMW già offre servizi digitali elaborati su misura come la BMW Connected App, un’assistenza digitale personalizzata che aiuta il guidatore a programmare, per esempio, appuntamenti e spostamenti. Era il 2009 quando la divisione due ruote di BMW ha presentato il sistema ConnectedRide, basato sulla comunicazione veicolo-veicolo ed utilizzando la connettività intelligente. Oggi, 2016, arriva qualcosa di nuovo.  (altro…)

Continental MultiViu Compact: sicurezza sotto controllo

Tramite l'eCall trasmette il luogo esatto di un  incidente via GPS, fornendo inoltre avvisi di collisione e cambi di corsia

I display di Continental con tecnologia TFT, come il MultiViu Compact mostrato in anteprima ad EICMA, possono fornire qualunque informazione potenzialmente utile ad un motociclista: velocità, navigazione, temperatura esterna, con la possibilità di gestire persino il riscaldamento delle manopole o mostrare lo schermo dello smartphone. La struttura robusta del quadro strumenti resiste perfettamente alle intemperie. Grazie ad un elevato contrasto, inoltre, questi display assicurano una perfetta leggibilità anche in qualunque condizione di luce. (altro…)

BMW introduce l’eCall per moto: sarà disponibile dal 2017

Il sistema di chiamata di emergenza intelligente derivato dalle auto, con lo scopo di ridurrre i tempi di soccorso in caso di incidente del 50%

Nel 2018, i sistemi eCall diventerà obbligatorio per tutte le nuove auto vendute in Europa, come parte di un programma di sicurezza stradale più ampio promosso dalla Commissione Europea. Alcuni test dell'eCall avviati nel 2011 installati su diversi veicoli BMW hanno evidenziato come i tempi di risposta in caso di emergenza siano stati fino al 50 per cento più rapidi, il che potrebbe tradursi in 2.500 vite salvate ogni anno. (altro…)

Sicurezza in moto: in Spagna si testa l’eCall per le due ruote

Installato su 10 moto, il sistema e chiama automaticamente il pronto soccorso in caso di incidente. Fino a 60,  i minuti risparmiati.

Questo dispositivo, già presente in alcune auto di alta gamma, accelera l'arrivo dei servizi di pronto soccorso, effettuando automaticamente la chiamata in caso di incidente. In questo caso, si stima che, si potrebbero ridurrà di circa 60 minuti i tempi dall'avvenuto incidente all'arrivo dei primi soccorsi.   (altro…)

Casco elettronico approvato in via sperimentale

Blocca il motore se non indossato correttamente e chiama i soccorsi in caso d’incidente. In attesa di pubblicare un elenco chiaro e completo delle modifiche introdotte nel codice della strada e che riguardano noi motociclisti (leggi qui per il resto), ci affacciamo sull’art. 49 del DDL che introduce il “casco protettivo elettronico”. La richiesta arriva proprio da alcuni lettori che, come al solito, dopo essersi imbattuti in descrizioni criptiche o copincollate, tornano qui nella speranza di apprendere la notizia in moto comprensibile :) Il sistema in pratica è descritto nel sottotitolo di quest’articolo: “Il casco elettronico, se non indossato o non correttamente allacciato, blocca l’avviamento del motore della moto”. Il dubbio più grande riguarda l’eventuale violazione della privacy dovuta al fatto che questo dispositivo dovrebbe** essere in grado di rilevare la posizione geografica del motociclista e le eventuali condizioni di emergenza al fine di contattare i soccorsi. (altro…)