Articoli con il tag fuel cell

Sistemi celle combustibile. Accordo tra Suzuki ed Intelligence Energy

In via di perfezionamento tra Suzuki Motor e l’inglese Intelligent Energy  una joint venture, SMILE FC System Corporation, per lo sviluppo e la produzione di sistemi a celle combustibile.

Una collaborazione nata nel 2007 quella tra Suzuki e Intelligent Energy, che mira allo sviluppo di motocicli e automobili a celle combustibile. Questa collaborazione ha portato, dopo i prototipi esposti al Tokyo Moto Show,  al Burgman Fuel Cell che è stato, il primo scooter ed il primo veicolo in assoluto ad ottenere l’omologazione europea, che permette la libera circolazione nel vecchio continente. (altro…)

Scooter elettrici: energia alternativa o flop annunciato?

E' il nuovo che avanza. Il motore elettrico, un tempo settore di pura ricerca, oggi è sul punto di essere un'alternativa sempre più concreta con proposte che da qui a poco saranno protagoniste nel futuro dei nostri spostamenti.

Il motociclista si sa è una tipologia particolare di utente della strada. Tradizionale, legato a schemi ormai collaudati, mal digerisce le nuove proposte che possono in qualche modo alterare il suo legame con le moto. Senza quel mix di sound allo scarico, emozioni e prestazioni che solo il caro vecchio motore a scoppio è in grado di regalare, si sentirebbe depauperato della sua passione. Un lato emozionale che nel mondo delle moto svolge spesso un ruolo fondamentale nell'acquisto della compagna a due ruote. Tuttavia sul mercato cominciano ad arrivare proposte alternative degne di nota, anche se ancora troppo costose. (altro…)

Suzuki Burgman “fuel cell”

In tema di nuove tecnologie, segnaliamo il progetto Suzuki Burgman fuel cell.

Con questo progetto, il famoso scooter di casa Suzuki diventa il primo mezzo  su due ruote in assoluto a superare il test europeo di omologazione WVT (Whole Veichle Type). Sviluppato in Gran Bretagna in collaborazione con la British Intelligence Energy, l'impianto a pila combustibile del Burgman, dopo la fase di sperimentazione avvenuta lo scorso anno che ha fornito ottimi risultati, è ora pronto per essere prodotto in una piccola serie di prova. Non essendo un veicolo in produzione, Suzuki avrebbe potuto avvalersi della omologazione particolare europea "Single Veichle" per avere la possibilità comunque di effettuare dei test, invece si è optato per la WVT per l'omologazione, una procedura più severa che in genere è riservata ai veicoli prodotti in serie. Ciò dimostra quanto Suzuki sia fiduciosa in questo progetto e quanto questo sia molto vicino alla produzione su larga scala. (altro…)