I guanti da moto: alleati preziosi, ma ancora trascurati

Se il casco obbligatorio ha salvato tante vite, la legislazione italiana non ha dedicato la stessa attenzione ai guanti, che sono rimasti un accessorio "minore" nella sicurezza motociclistica. Per noi di SicurMOTO.it però i guanti sono importantissimi: parliamone insieme.

Dallo scorso Novembre la Francia (pese notoriamente amico dei motociclisti) ha reso obbligatorio l'uso dei guanti da moto, necessari per salvare quello strumento utile, sofisticato e delicatissimo che sono le nostre mani: spesso la prima parte del corpo a subire un impatto in caso di incidente. Ma se i guanti costano poco, non danno fastidio e non sono nemmeno scomodi da portare appresso, perchè tanti, tantissimi motociclisti e scooteristi non li considerano minimamente utili? (altro…)

Guanti moto: in Francia sarà presto obbligatorio indossarli

Oltralpe è legge e dal 20 novembre prossimo scatta l'obbligo di indossare i guanti omologati per conducente e passeggero

All'estero mostrano la strada da seguire, ancora una volta, sul tema dell'incolumità dei motociclisti: dal 20 novembre 2016 diventa obbligatorio per conducenti e passeggeri di motocicli e ciclomotori l’uso di guanti per l’uso stradale. . La sanzione per chi non rispetti tale direttiva sarà una multa di 68 euro e la decurtazione 1 punto sulla patente. Naturalmente l'obbligo prevede che il capo tecnico sia provvisto di regolare omologazione CE. (altro…)

Dainese, presentata la nuova linea per l’autunno

Dainese si propone per l’inizio della stagione fredda presentando la nuova collezione Autunno 2014, suddivisa nelle linee racing, city e touring.

Le novità principali di questa collezione si rivolgono ai motociclisti più sportivi, siano essi frequentatori della pista o semplici utenti sportivi stradali, è dunque nella linea racing che possiamo apprezzare le principali novità. (altro…)

Abbigliamento tecnico Harley-Davidson, collezione estate 2013

L'abbigliamento tecnico rappresenta sempre un elemento fondamentale per la sicurezza, soprattutto durante l'estate, quando le temperature salgono e tanti motociclisti tendono a svestirsi. Harley-Davidson ha presentato i nuovi capi di abbigliamento tecnico della collezione estiva 2013. Si tratta di una linea completa che parte con le camicie e i con gilet da indossare normalmente fino alle giacche tecniche in pelle o cordura, dotate di protezioni. Infine ci sono anche i guanti estivi in pelle traforata. Proprio nella bella stagione, infatti, capita di vedere comportamenti del tutto sconsigliabili, come guidare con scarpe aperte o addirittura in ciabatte e indossare solo la maglietta o i pantaloni corti, tanto per citare i più diffusi. Infine, non è un mistero che in sella a moto custom o cruiser spesso vediamo motociclisti non adeguatamente protetti. La nuova linea di prodotti Harley-Davidson, disponibile per uomo e donna, mira a conciliare il lato estetico con la sicurezza, offrendo capi in linea con la filosofia custom che, allo stesso tempo, garantiscono una adeguata protezione (altro…)

L’importanza delle protezioni nella guida di tutti i giorni

[caption id="attachment_224" align="alignright" width="285" caption="Un esempio per tutti: di come NON bisogna andare in moto"][/caption] Lo spettacolo quotidiano offerto dal popolo dei motociclisti nelle nostre città è disarmante: la quasi totalità ostenta la ferrea convinzione della propria invulnerabilità o, perlomeno, un’incrollabile fiducia nella benevolenza della sorte, secondo il noto principio “Gli incidenti succedono sempre agli altri”. A parte il casco, dettato più dall’obbligo di legge e dal timore di sanzioni che dalla genuina consapevolezza della sua utilità, l’utente tipo (studente, impiegato, operaio, fattorino, manager ecc.) solca il traffico con il normale abbigliamento della stagione: jeans e maglioncino, o giacca e cravatta, quando va bene. Giaccone imbottito, ma solo d’inverno, perché fa freddo o piove. Fino all’esplosione estiva di shorts, t-shirt e infradito, anche lungo le arterie che portano ai lidi! Quasi sempre con passeggero/a che sfoggia identico look. Dimenticando che l’asfalto è duro ed abrasivo SEMPRE, 365 giorni all’anno. Che pali, semafori, marciapiedi, cancellate, altri veicoli e tutti gli altri ostacoli che si possono incontrare non commisurano la loro offensività in base a frequenza, durata e scopo delle nostre uscite: basta la classica “vado un attimo a prendere le sigarette” a segnare la differenza fra la normale amministrazione e un incubo senza fine. (altro…)