Articoli con il tag inverno

Come proteggere la vostra moto dall’inverno: i consigli di Sicurmoto

Una piccola guida che spiega alcune piccole, ma utili operazioni che si possono effettuare per mantenere in forma la vostra moto durante la lunga pausa invernale qualora venga lasciata chiusa in un garage o tenuta all'aperto

La brutta stagione rappresenta per molti appassionati un vero e proprio “periodo proibito” tanto da scoraggiare qualsiasi desiderio di uscita domenicale così che l’oggetto del desiderio viene tristemente abbandonato in garage o peggio ancora alle intemperie sotto un telo. (altro…)

Pneumatici moto: in inverno anche le due ruote vogliono le “scarpe” adatte

Michelin propone le gomme ad hoc per la stagione fredda. Un'arma in più per viaggiare sicuri sulle insidiose strade invernali

Freddo e pioggia sono i nemici principali contro cui i motociclisti, implacabili, affrontano l’inverno ogni giorno. Oltre a casco, guanti e indumenti tecnici, la sicurezza di guida è indissolubilmente legata agli pneumatici, e per molti l’autunno è il momento ideale per cambiare le gomme estive con quelle da pioggia o invernali.  (altro…)

Consigli per viaggiare in moto in sicurezza, durante la stagione fredda

Mettere in naftalina la moto in autunno e tirarla fuori dal garage soltanto qualche mese dopo? Per i fanatici delle due ruote questo è assolutamente fuori questione.

In condizioni stradali decenti, nemmeno durante la stagione fredda rinunciano al senso di libertà che si sperimenta in sella a una moto. Molte persone inoltre non dispongono di una vera alternativa allo scooter, per esempio, per recarsi all’università o al lavoro. Per aiutare i motociclisti ad affrontare in sicurezza questo periodo dell’anno caratterizzato da umidità, freddo e gelo, ecco alcuni consigli per viaggiare in moto in autunno e in inverno. (altro…)

Pneumatici invernali moto: a che punto siamo?

Ancora incertezze sulla questione degli pneumatici invernali anche per le due ruote. Cerchiamo di mettere in ordine le idee

La bella stagione si sta concludendo con i suoi ultimi sprazzi di sole e per molti si avvicina il momento di riporre le due ruote in garage fino alla prossima primavera. I centauri che vivono la moto a 360 gradi, però, non possono farne a meno in estate come in inverno. Ci si può proteggere dalle insidie della strada fredda e innevata senza essere costretti a lasciare la moto in garage?    (altro…)

Michelin City Grip Winter: in scooter anche d’inverno

Per coloro che non rinunciano a utilizzare la propria due ruote anche nella stagione fredda, Michelin ha pronto lo pneumatico City Grip Winter.

Con i nuovi City Grip Winter Michelin si rivolge in particolare agli scooteristi che, anche in inverno, non rinunciano alla comodità di viaggiare con il proprio scooter evitando così il traffico o i caotici mezzi pubblici. (altro…)

Sicurtest: Li-On Battery. Energia alternativa

Leggere, non inquinano, rapide nel caricarsi ed estremamente versatili. Sono le qualità delle nuove batterie agli ioni di Litio Li-On Battery.

Direttamente dal mondo racing, grazie a RMS, sbarca sul mercato una nuova generazione di batterie per moto. Sono le rivoluzionarie Li-On Battery, gli accumulatori ai polimeri di Litio che offrono, rispetto alle comuni batterie al piombo, una serie di vantaggi a cui difficilmente si potrà rinunciare nel prossimo futuro. Scopriamo quali:
  • Come sono fatte

Una batteria agli ioni di litio è costituita da un elettrodo positivo, realizzato in litio, collegato a elettrodo negativo in carbonio. La ricarica avviene respingendo gli ioni (atomi elettricamente carichi) dal catodo di litio verso l'anodo di carbonio, e il loro successivo rilascio genera la corrente necessaria all’ alimentazione dei dispositivi. La carica e la “scarica” sono entrambe reazioni chimiche.
  • Più leggere e pulite

Grazie alla nuova tecnologia agli ioni di Litio, la stessa (per intenderci) che ritroviamo sulle batterie di pc portatili, smartphone e tablet, le Li-On Battery risultano molto più leggere dei tradizionali accumulatori; inoltre, non necessitando di acidi o gel vari al loro interno, risultano prive di manutenzione, oltre che più semplici e sicure nell'essere maneggiate. In pratica ci si ritrova in mano una "scatoletta" di dimensioni e peso ridottissimi.

  • Ricarica rapida e sottocontrollo

La ricarica avviene in tempi brevissimi. Bastano, un normale caricabatterie per moto/auto, e poco più di 5 minuti e la batteria è pronta per essere installata; inoltre, è sempre possibile verificarne il livello di energia, semplicemente utilizzando il tasto di "check" e leggendo le informazioni derivanti da una serie di led posti sulla parte superiore.    
  • Installazione semplice e modulare

Pur di dimensioni ridotte rispetto alle batterie di serie, l'installazione a bordo risulta agevole, grazie ad attacchi standard e comuni ad ogni moto e a i pratici spessori in neoprene forniti in dotazione, che consentono il collocamento sulla moto senza bisogno di realizzare alloggiamenti ad hoc.
  • Stipaggio invernale: totale relax

Qualora si lasci la moto chiusa in garage nei mesi invernali, accertarsi che la batteria sia in un luogo non troppo caldo e semplicemente che rimanga ad un livello di carica non inferiore al 70% della capacità totale per evitare una prematura ossidazione degli elettrodi; per il resto, la Li-On Battery, non necessita di particolari accorgimenti in quanto il tempo di scarica  è di circa un anno, rispetto ai 6 mesi delle tradizionali al piombo (e' bene comunque operare con una ricarica di ripristino ogni 180 giorni).

Conclusioni finali e prezzo

In sintesi la nuova Li-On Battery ci ha letteralmente sorpreso: abbiamo utilizzato la LTZ7S, un prodotto che può essere utilizzato tranquillamente su uno scooter di 125 cc, e siamo rimasti impressionati dalla leggerezza e dal migliore spunto all'avviamento. L'installazione è risultata semplice e rapida, e dopo una breve ricarica, con il check che ci indicava "Full", dopo una leggera spruzzata di spray protettivo sui morsetti, l'abbiamo montata tranquillamente nel vano dello scooter, utilizzando gli spessori in dotazione. Li-on Battery supporta sino a 2000 cicli di ricarica contro i 150-300 dei normali accumulatori, e per ogni operazione la spesa è di 10 cent di euro. Il prezzo del modello da noi testato è di 95 Euro, un po' elevato rispetto ad altri prodotti aftermarket, ma  giustificato dai tanti vantaggi e nella maggiore durata (grazie anche ad un effetto memoria nullo), che riesce a garantire la tecnologia agli ioni di Litio. Una tecnologia destinata a soppiantare ben presto le vecchie batterie al piombo... con benefici anche sul prezzo finale! Le Li-On Battery sono disponibili per la gran parte delle moto di oggi e di ieri. Per ulteriori informazioni: www.rms.it o www.lionbattery.it

Obbligo pneumatici da neve. Sesti: “Non sono esclusi i motoveicoli”. La FMI impegnata sul problema

Impegno preciso quella della FMI, sulla questione che riguarda l'obbligo di pneumatici da neve (o catene) anche per i motoveicoli.

Una incongruenza quella scritta sul Codice della Strada che mette in seria difficoltà chi fa uso della moto nel periodo invernale. Infatti, da quanto si evince dall' art.6. comma 4, lettera E, gli enti proprietari delle strade sono autorizzati a emanare ordinanze che prescrivano la dotazione di pneumatici invernali ai veicoli. Il problema sta nel fatto che l'obbligo riguarda, appunto, i "veicoli", e di fatto in questa categoria rientrano anche moto, velocipedi e veicoli a trazione animale. (altro…)

Manutenzione della moto. Prepariamoci all’inverno

Bella stagione alle spalle, davanti a noi un duro e lungo inverno. Alcuni consigli utili per mettere al riparo la nostra moto e ritrovarla in piena forma quando il sole tornerà a scaldare l'asfalto.

Il freddo è quasi alle porte, per molti è giunto il tempo di "mettere il telo" sulla sua due ruote.  Un momento malinconico, se vogliamo, ma bisogna comunque tenere a mente alcune regole importanti per non ritrovarsi in primavera, con un mezzo poco sicuro in balia dei danni che una sosta prolungata può regalarci. Come evitarlo? Basta seguire poche e semplici regole. Vediamo quali: (altro…)

Motociclisti: attenzione alla nebbia killer. Il gilet catarinfrangente è un aiuto

La foschia che attanaglia parte dell’Italia facilita l’invisibilità dei motociclisti e le situazioni ad alto rischio che ne conseguono. In queste condizioni bisogna dimenticare l’estetica e concentrarsi sulla massima visibilità. Evitare il più possibile di viaggiare nelle ore serali/notturne e indossare un giubbino ad alta visibilità sono le prime soluzioni.

Il freddo, il ghiaccio e la pioggia mettono a dura prova la resistenza e la pazienza dei centauri italici, tuttavia il nemico più pericoloso è la nebbia. Si parla di rendere più visibili motociclisti e scooteristi anche in piena estate, figuriamoci quanto possa essere importante nel periodo invernale. (altro…)

Pericolo buche: è strage di motociclisti, pedoni e automobili

Segnalazioni in ogni angolo della provincia di Milano, ma tutta l’Italia è un Paese. Omissione d'atti d'ufficio e attentato alla sicurezza dei trasporti sono le accuse formali

In fondo alla pagina i consigli per evitare i rischi del caso

Pericolose buche tappezzano le nostre strade. Asfalto da 2 soldi, ghiaccio e maltempo,  e ci ritroviamo a viaggiare su campi minati rischiosi per le auto e potenzialmente mortali per le moto. Ma la vera responsabilità è dei Comuni e delle comuni usanze italiche a fare i lavori al risparmio per rimpinzare parenti e amici. Gli italiani segnalano e le Amministrazioni pubbliche tappano… solo durante i giorni lavorativi, ovviamente. Decine di segnalazioni sono giunte nei comuni (per es.) del Nord Italia che causano – solo in queste aree – 750 mila euro di danni dichiarati al giorno. Per esperienza sappiamo che sono molti di più quelli che non giungono agli onori della cronaca, perché –si sa – ottenere un rimborso è difficile. Si parla di pneumatici squarciati, cerchioni storti, semiassi danneggiati e motociclisti che cadono e si fanno male. Non stiamo a fare distinzione tra le strade e la loro gestione: sono quasi tutte in stato pietoso. L’unica nota “meno dolente” riguarda le autostrade che risultano bucherellate, ma quantomeno messe in sicurezza con celerità (non vorremmo ricordare che sono a pagamento, ma tant’è). (altro…)
  • Pagina 1 di 109
  • 1
  • 2