Il casco? No, grazie! Negli USA è un limite alla libertà

In sempre più Stati a "Stelle e Strisce" l'uso obbligatorio del casco è visto di cattivo occhio. Prevale la libertà di scelta.

Come denunciato dall'associazione "Amici della Polizia Stradale", negli USA, l'obbligatorietà di indossare il casco quando si è alla guida di un veicolo su due ruote, a quanto pate è vista di cattivo occhio dalle varie associazioni di consumatori. (altro…)

ABS obbligatorio dal 2014. Nulla di fatto, il mercato ringrazia

Nel "Decreto Sviluppo" varato dal governo Monti, la norma che vorrebbe l'ABS obbligatorio già dal 2014. Si temevano serie ripercussioni sul mercato già fortemente contratto. FMI ed ANCMA preoccupate, ma arriva il chiarimento.

Nel  "Decreto Sviluppo", la serie di norme volute dal governo guidato da Mario Monti, al fine di ridare slancio all'economia del Paese, è presente la norma che prevedeva l'introduzione dell'obbligatorietà dei sistemi ABS per i nuovi veicoli immatricolati già a partire dal 2014.  Si temevano grosse ripercussioni sul mercato moto a causa di una aumento dei prezzi dei veicoli nuovi oltre che della messa al bando di mezzi non dotati di questo nuovo dispositivo almeno come optional con "danni notevoli al mercato delle due ruote" dichiarava P.Sesti, presidente FMI. (altro…)

Obbligo catene da neve. Fine di un’ingiustizia? Parrebbe di si

Con una lettera della Polizia Stradale inviata alla FMI in risposta ai numerosi solleciti di quest'ultima al Ministero dei trasporti, si specifica che l'obbligo non riguarda i motoveicoli e coclomotori. A sciogliere i dubbi e gli equivoci scaturiti da una norma del CdS che di fatto imponeva anche a moto e motorini l'obbligo di catene a bordo (!!), il Ministero dei trasporti, d'intesa con la Polizia Stradale, ha preparato una direttiva indirizzata agli enti concessionari delle strade. Nella Direttiva si specifica che, sia i motoveicoli che i ciclomotori non sono soggetti a nessun obbligo in questo caso.  Nel frattempo è da sottolineare che ad oggi la norma incriminata non ha subito ancora modifiche, ma per il momento è certo che i motociclisti, da questo punto di vista, possano dormire sonni tranquilli...  (altro…)

Motociclista cade per cassonetto fuori posto? L’azienda dei rifiuti deve risarcire

La responsabilità per custodia è applicabile alle Pubbliche Amministrazioni, se non provano l'impossibilità di controllo sui beni gestiti.

La Corte di Cassazione, terza sezione civile, con la sentenza n.9722, depositata il 14 giugno 2012, conferma l'orientamento consolidato che prevede la configurabilità in capo alle Pubbliche Amministrazioni della responsabilità da custodia, prevista dall'art. 2051 c.c. Tale responsabilità prevede che non sia il danneggiato a provare la colpa della P.A., ma la P.A. a dover fornire prova di non aver potuto fare nulla per impedire l'evento, o che l'evento è scaturito dal caso fortuito. (altro…)