Il portatarga, croce e delizia. Ecco cosa sapere per evitare le contravvenzioni

Bella stagione in arrivo, la passione per le due ruote si accende. Molti i centauri con moto personalizzate, ma spesso la contravvenzione è in agguato. Scopriamo cosa sapere quando si modifica il portatarga, croce e delizia per molti centauri.

Il portatarga, non è soggetto ad omologazione, l'accessorio in questione non rientra in quelle che sono le caratteristiche funzionali previste nel codice della strada. L'art. 259 del CdS, prevede che si possa sostituire il portatarga, ma ci sono delle norme che esso deve rispettare al fine di rientrare nelle specifiche che il codice richiede. Vediamo quali sono: (altro…)

La riforma apre la caccia ai motociclisti-corridori

La notizia non è nuova, e noi ne avevamo già parlato, ma adesso oltre alla novità legislativa c'è l'intenzione di applicarla... Dal Blog del mio amico Maurizio Caprino
Nell'ambiente dei controllori la notizia si è già sparsa, ma i controllati non la conoscono ancora. Dunque, vanno incontro a brutte sorprese. I controllati sono quei motociclisti con l'hobby delle "tirate" con gli amici: un bel sabato pomeriggio di sole, una bella strada con molte curve e poco traffico e il divertimento è assicurato. La notizia è che ora i controlli stanno aumentando. Per una semplice ragione: ora vale davvero la pena farli, perché si possono "appiedare" questi signori. (altro…)

Si fa presto a dire 78! Modificare la moto, risvolti legali

Da diversi anni esiste un nutrito contenzioso a proposito della disinvolta applicazione dell’art. 78, c. 3 del Codice della Strada, per quanto riguarda le modifiche alle caratteristiche costruttive e ai dispositivi d’equipaggiamento e persino a componenti che sicuramente “caratteristiche costruttive”, ai fini della norma, non sono. Le vicende più frequenti riguardano, per le moto, il terminale di scarico, gli specchietti retrovisori, gli indicatori di direzione, il portatarga e, per le auto, le famigerate lampadine blu nei fari, le lucette blu sul cofano, le varie appendici aerodinamiche, i sedili di tipo sportivo, le ruote maggiorate, la carreggiata allargata con distanziali, i vetri oscurati ecc. Troppi operatori, di qualsiasi divisa, vanno giù col 78/3, applicando la sanzione pecuniaria di 389 € e ritirando la carta di circolazione per l’aggiornamento, intimando al conducente di sottoporre il veicolo a visita e prova. Ciò in alcuni casi è giustissimo, in molti altri non lo è. (altro…)