Strisce pedonali a led: dall'Olanda l'idea anti distrazione da telefonoStrisce pedonali a led: dall'Olanda l'idea anti distrazione da telefono Il sistema avvisa il pedone quando rileva un veicolo in transito nei pressi dell'attraversamento. Un modo pratico per avvisare chi cammina "a testa bassa" E' stato chiamato "+Lightlines" ed è l'idea che in un comune olandese si sta sperimentando per ovviare ai pericoli dei pedoni distratti che camminano con il capo chino sul loro smartphone. Si tratta di una striscia di LED...

Leggi tutto

Aprilia V4 Multimedia Platform - l'ingegnere di pista personaleAprilia V4 Multimedia Platform - l'ingegnere di pista personale Il viaggio nelle APP dedicate alle moto più tecnologiche continua con la più preziosa del lotto, la V4-MP della Aprilia, la app che trasforma il vostro cellulare in un vero computer di settaggio e potenzia realmente le possibilità della vostra moto. Impossibile non innammorarsene. Le app che abbiamo analizzato finora avevano l'unico limite, di funzionare solo come dispositivi...

Leggi tutto

I guanti da moto: alleati preziosi, ma ancora trascuratiI guanti da moto: alleati preziosi, ma ancora trascurati Se il casco obbligatorio ha salvato tante vite, la legislazione italiana non ha dedicato la stessa attenzione ai guanti, che sono rimasti un accessorio "minore" nella sicurezza motociclistica. Per noi di Sicurmoto però i guanti sono importantissimi: parliamone insieme. Dallo scorso Novembre la Francia (pese notoriamente amico dei motociclisti) ha reso obbligatorio l'uso dei guanti...

Leggi tutto

La FMI contro i fili d'acciaio: sorveglianza verso questi atti criminaliLa FMI contro i fili d'acciaio: sorveglianza verso questi atti criminali Il Presidente Giovanni Copioli condanna fermamente la pratica di stendere cavi metallici per scoraggiare gli enduristi: "Il colpevole ne paghi le conseguenze" Purtroppo la cronaca ci riporta ancora una volta un episodio criminale ai danni dei motociclisti. Un filo metallico teso fra due alberi ad altezza pilota ha messo a rischio la vita di un ragazzo di sedici anni che stava...

Leggi tutto

Gomme fredde: come fare per capirlo?Gomme fredde: come fare per capirlo? Le gomme fredde sono da sempre nemiche dei motociclisti, il sistema CTA ci aiuta misuramdo costantemente la temperatura della gomma Un sistema aftermarket semplice ma con una funzione importante, perchè la gomma fredda può essere molto insidiosa ed avere una perdita di aderenza improvvisa. Scopriamo insieme come può tornarci utile consentendoci una guida in piena sicurezza,...

Leggi tutto

KTM investe sulla tecnologia HUD: accordo con NuvizKTM investe sulla tecnologia HUD: accordo con Nuviz La Pierer Industrie AG, che gestisce i marchi KTM ed Husqvarna,  ha siglato un accordo con Nuviz società che sviluppa sistemi di Head Up Display (HUD)  per portare la realtà aumentata finalmente su strada La giovane società Nuviz, fondata nel 2013 con sede a San Diego (California), ha come obbiettivo principale quello di imporsi come leader nell'ancora acerbo, ma in continua...

Leggi tutto

Spurgo freni, come si fa?Spurgo freni, come si fa? L'impianto frenante ha bisogno di una sua manutenzione, una delle quali è lo spurgo dei freni, questa operazione si effettua quando sono presenti problemi durante le frenate, come spugnosità della leva, vuoti di pressione dell’impianto o altri difetti. Effettuare lo spurgo all'impianto frenante serve ad eliminare le bolle d’aria nei tubi ed a mantenere la sicurezza originale...

Leggi tutto

Ducati Service Warm Up: manutenzione scontata del 20%Ducati Service Warm Up: manutenzione scontata del 20% La Casa di Borgo Panigale offre il servizio di manutenzione, ordinaria e straordinaria, per dedicato alle moto Ducati immatricolate dal 1° gennaio 2004 In previsione della nuova stagione motociclistica, Ducati offre ai suoi appassionati una speciale opportunità. È Service Warm Up, la promozione riservata a tutte le Ducati immatricolate dal 1° gennaio 2004 che permette di avere...

Leggi tutto

Cambio rovesciato: comodo o inutile su strada?Cambio rovesciato: comodo o inutile su strada? Sentiamo spesso parlare di Cambio rovesciato, usato nelle competizioni e dagli appassionati della guida in pista, ma può essere scomodo in strada o creare confusione. Come si può invertire il meccanismo del cambio? Ci vuole tempo per abituarsi alla rapportatura rovesciata? In strada è preferibile al cambio tradizionale? In questo articolo ci impegneremo a dare una risposta...

Leggi tutto

Metzeler MC 360: in arrivo un nuovo pneumatico per l'off-roadMetzeler MC 360: in arrivo un nuovo pneumatico per l'off-road Il brand dell'Elefantino blu sta per lanciare un nuovo pneumatico destinato agli amanti del motocross e dell’off road in generale Metzeler è da oltre un secolo un riferimento per molti motociclisti in tutto il mondo ed è considerato uno specialista delle due ruote avendo deciso di focalizzarsi sulla sola produzione di pneumatici per motocicli e ciclomotori. Già punto di riferimento...

Leggi tutto

Dainese e Ospedale Niguarda: insieme per la sicurezza dei motocilisti

Categoria : Abbigliamento tecnico, Eventi e Manifestazioni, In evidenza

Meeting tra Ospedale Niguarda e Dainese, da 2 anni fianco a fianco per creare protezioni sempre più efficaci. All’evento Nico Cereghini e giacomo Agostini

L’evento organizzato da Dainese in collaborazione con il Team Niguarda sulla sicurezza su due ruote, è stata l’occasione per presentare gli ultimi risultati sulle protezioni air bag ed in particolar modo sul D-air  con cui, il dott. Osvaldo Chiara, ha condotto gli studi sull’efficacia medica di questi protettori- Continue Reading

Incidenti in moto. Il 50% per altri veicoli e strade disastrate, ma le vittime calano

Categoria : In evidenza, News, Rapporto tra automobilisti e Motociclisti

Secondo un’indagine statistica ACI-ISTAT, le vittime di incidenti in moto sono in calo. Tra le cause principali, infrastrutture inadeguate e da chi è alla guida di altri veicoli.

In 5 anni il numero di vittime di incidenti stradali riguardanti chi è alla guida di un mezzo a due ruote ha subito una contrazione del 22%.  Un dato incoraggiante che pone l’Italia ai vertici tra i paesi europei, in rapporto al parco circolante di 8.600.000 mezzi tra motocicli e ciclomotori.

Italiani virtuosi su due ruote? E’ il caso di dire “si”. Ciò che lascia l’amaro in bocca è il dato sulle cause dell’incidentalità: per il 50% dei casi la colpa è di chi guida altri veicoli, mentre per il 25% la concausa è rappresentata da infrastrutture inadeguate. Continue Reading

Protezioni paraschiena. Avviato il progetto “ST.E.P.” per un monitoraggio sull’utilizzo e diffusione

Categoria : Abbigliamento tecnico, Blog, Guida Sicura e Difensiva, In evidenza, Salute del Motociclista

Si chiama PROGETTO “ST.E.P.”( STudio Efficacia Paraschiena) L’Istituto Superiore di Sanità ed il Servizio Polizia Stradale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza hanno presentano nell’ambito del 69° Salone internazionale del motociclo. ST.E.P.è un’indagine congiunta che vuole monitorare la diffusione dell’utilizzo del dispositivo tra i conducenti delle due ruote e la sua efficacia sulle conseguenze dell’incidentalità stradale. “Step”, anche perché il progetto costituisce un passo avanti nel campo della sicurezza dei motociclisti. Secondo la rilevazione ISTAT sul fenomeno infortunistico in Italia nell’anno 2010, le vittime totali dell’incidentalità stradale sono passate da 7.096 nel 2001 a 4.090 del 2010, con un decremento del – 42,4%. Continue Reading

Incidenti sulla strade: l’Italia manca l’obbiettivo

Categoria : Blog, Guida Sicura e Difensiva, In evidenza, News

207.000, 3998 e 260.000.  Questi sono i numeri che le strade italiane presentano alla comunità europea come bilancio 2010. Riguardanti rispettivamente il numero di incidenti, i decessi ed i feriti accertati nell’anno 2010. Basti dire che le missioni in zone di guerra del nostro esercito, in zone ad altissimo rischio, producono 100 volte meno drammi.

Numeri allarmanti quelli riportati sulla situazione italiana riguardo gli incidenti stradali. Un calo a dire il vero c’è stato: il numero di incidenti negli ultimi 10 anni, da quando cioè ci si era prefissati  l’obbiettivo di dimezzare il numero di incidenti, l’indice  è calato di un quasi 44%, con un risultato di poco superiore alla media europea che si attesta su un 43%.  Una riduzione si è avuta anche dell’indice di mortalità, passato da 2,0 morti per incidente del 2009 a 1,9 del 2010. Sono numeri che confortano, ma non a sufficenza, dato il valore elevato di incidenti sulle nostre strade. L’Italia è solo al 13o posto nella classifica dei 27 paesi UE, il che la dice lunga sul livello di sicurezza della nostra rete stradale.

Continue Reading

Tangenziale di Roma va verso il pedaggio, criticando le statistiche sugli incidenti. A MI si paga già

Categoria : Blog, In evidenza, News

Il Presidente dell’ANAS critica le statistiche sui “punti neri” delle strade italiane dicendo che la tangenziale di Roma è più sicura di quanto non si pensi, però si pagherà.

Forse si raggiungerà un accordo sul pedaggio del GRA di Roma: pagherà solo chi lo utilizzerà arrivando dall’autostrada. Le associazioni dei consumatori non sono affatto d’accordo con questa soluzione e promettono altre battaglie. Curioso il fatto che praticamente quasi nessuno abbia fatto notare che i milanesi sono ormai da tempo immemorabile obbligati a pagare per usare alcuni tratti della tangenziale. Continue Reading

Incidenti-Svizzera: vittime aumentate dell’80% tra i motociclisti

Categoria : News

LUGANO – Il Ticino è la regione più pericolosa della Svizzera per quanto riguarda la sicurezza stradale: il rischio di rimanere coinvolti in un grave incidente è quasi doppio rispetto alla Svizzera tedesca.

Fra il 1999 e il 2009 il numero di incidenti gravi è infatti diminuito di almeno il 10% in tutte le regioni e su tutti i tipi di strade, ma non su quelle dei centri urbani ticinesi dove è salito dell’8%. E le vittime fra i motociclisti sono cresciute addirittura dell’80%, secondo un rapporto dell’UPI (Ufficio prevenzioni infortuni). Continue Reading

Ogni 6 ore muore un motociclista italiano, ma interessa solo ai parenti delle vittime e alle assicurazioni

Categoria : Blog, News

Italia maglia nera d’Europa. Una strage che andrebbe fermata, ma non c’è consapevolezza del rischio

Proprio così, gli utenti delle due ruote italiani non si rendono conto di quale reale rischio possa comportare l’uso irresponsabile della moto. Attenzione però: non stiamo parlando delle solite manovre sconsiderate e pericolose. A rendere la passione per la moto un possibile rischio per la vita può essere anche la sola inesperienza o il viaggiare senza indossare alcun tipo di protezione. La guida difensiva, unica vera “arma” dei motociclisti, pare essere sconosciuta. Gli automobilisti non si accorgono delle motociclette e le urtano o tagliano loro la strada con troppa facilità. Se a questo aggiungiamo che i dati sugli incidenti interessano solo a chi è “sopravissuto” o a genitori apprensivi ma immobili.. il quadro è completo. In questo modo però l’informazione diventa inutile. Continue Reading

Rapporto DEKRA a EICMA 2010: dati e interviste sulla sicurezza dei motociclisti

Categoria : Eventi e Manifestazioni, News

Il 3 novembre al 68° Salone del Ciclo e Motociclo è stato presentato il Rapporto DEKRA sulla sicurezza stradale in moto 2010. Vi avevamo dato notizia qui. Di seguito riportiamo gli interventi di maggiore rilievo.

Hanno preso parte alla presentazione: Marco Mauri (amministratore delegato DEKRA Italia), l’On. Giuseppe Reina (Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti), Claudio De Viti (Direttore settore moto Confindustria-ANCMA), Gianpiero Mastinu (professore ordinario di costruzione di veicoli presso il Politecnico di Milano), Andrea Pullè (responsabile della Scuola Superiore DEKRA per la sicurezza stradale) e Marco Lucchinelli (campione del mondo di motociclismo classe 500 nel 1981). A fare da moderatore il noto giornalista sportivo Nico Cereghini.

  • Il Rapporto, in breve

La maggiore causa di incidente non è più la sola scelleratezza degli utenti delle due ruote. Per la prima volta viene ufficializzato che la condizione delle infrastrutture (strade, etc.), la condizione meccanica della moto, la distrazione, l’inesperienza di tutti, sono le principali cause di incidenti e morte dei motociclisti. Continue Reading

Arriva il rapporto DEKRA 2010 sulla sicurezza dei motociclisti

Categoria : Blog, News

Verrà presentato a EICMA il 3 novembre, a Milano. Noi ci saremo, ma anche voi

Il 3 novembre alle 15,30 nell’Auditorium del padiglione 4 della Fiera di Milano-Rho, l’amministratore delegato di DEKRA Italia Holding Marco Mauri presenterà alla Stampa il Rapporto DEKRA sulla sicurezza stradale in moto 2010.

Vi avevamo già parlato in anteprima di questo documento nell’intervento di giugno 2010 (clicca per leggere).

Il documento di DEKRA, raccolta di oltre un decennio di statistiche e studi, descrive minuziosamente lo stato dell’arte e offre spunti di riflessione su possibili sviluppi nell’ambito della sicurezza per i bikers; questa iniziativa rientra negli obiettivi descritti dalla “Carta europea sulla Sicurezza stradale” di cui DEKRA è firmataria. Continue Reading

Le autostrade investono in sicurezza ma si dimenticano dei motociclisti

Categoria : Sistemi di sicurezza passivi, Tecnologia, Video

Presentati dati e statistiche, ma nessuna novità sulla messa in sicurezza dei guard rail

Durante l’incontro annuale con la Polizia Stradale sono stati resi noti i dati riguardanti gli investimenti per la sicurezza delle autostrade. Vi riportiamo le statistiche e le cifre così come esposte da Massimo Schintu, direttore generale di AISCAT (Associazione italiana delle Società Concessionarie Autostradali).

Le concessionarie autostradali sono l’unico sistema stradale nazionale in linea con l’obiettivo di ridurre la mortalità del 50% sulla rete stradale europea nel decennio 2001-2010, fissato dal Libro Bianco sui trasporti dell’Unione europea. Tra il 2001 e il 2009 il numero di morti a causa di incidenti sulle autostrade italiane è diminuito del 57%. Più nello specifico, in confronto al 2001, gli incidenti avvenuti nel 2009 sono stati 3.088 in meno, cioè sono diminuiti del 27%. I feriti sono stati 5.149 in meno, con un calo del 27%. Continue Reading

Napoli 7 motociclisti su 10 indossano il casco

Categoria : Blog, News

Da una nostra recente rilevazione pare che la situazione stia migliorando. Intanto le forze dell’ordine attuano la tolleranza Zero.

In realtà chi non usa il casco non è definibile “motociclista”, ma ci serviva la parola nel titolo. Sappiamo bene quanta disparità ci sia tra nord e sud Italia nel rispetto della regola del casco. Nel tempo le leggi, il buon senso e la severità nei controlli e nelle sanzioni hanno quasi azzerato la percentuale di motociclisti che viaggiano senza nell’Italia settentrionale. Al centro e al sud la situazione è sempre stata critica. Insufficienti controlli e tradizioni locali di dubbia moralità favoriscono -ancora oggi- l’insofferenza a tutte quelle regole che agli ignoranti appaiono come inutili o superflue.

Indossare il casco non è superfluo. I dati dell’Istituto Superiore della Sanità parlano chiaro: la prima causa di morte fra i giovani di età compresa tra i 15 e i 19 anni sono gli incidenti stradali. La seconda per i ragazzi dai 10 ai 14 e dai 20 ai 24 anni. Un incidente stradale in motocicletta senza casco equivale quasi certamente a un decesso. Si stima, inoltre, che senza adeguate contromisure, entro il 2020 gli incidenti stradali rappresenteranno la terza causa globale di morte e disabilità. (ISS – dati 2009) Continue Reading

5 romani su 10 sono caduti in moto, e 3,7 di loro hanno riportato lesioni

Categoria : News

Siparietto politico e cifre impressionanti

I discorsi echeggianti nei palazzi del potere della Regione Lazio sono gli stessi che noi ‘umani’ facciamo da tempo. Parlano del rapporto DEKRA di cui vi abbiamo dato notizia qui, dei guard rail assassini di cui si parla spesso, della manutenzione delle strade (idem) e di tanto altro. Speriamo non sia solo un modo per emettere suoni e che si passi dalle parole ai fatti nel più breve tempo possibile.

Vi ricordiamo che il Lazio e Roma in particolare, è la zona d’Italia e d’Europa con la maggiore presenza di moto e motocicli. Dal rapporto ACI emerge che nel comune di Roma’ il 55% dei ‘centauri’ è rimasto coinvolto almeno una volta in un incidente, e nel 67%dei casi ha riportato lesioni. Continue Reading

La Famiglia in moto, 66 pagine per (in)formare

Categoria : Eventi e Manifestazioni, News

MILANO – Martedì 14 settembre.  Nella sede del Consiglio di Zona 9 di Milano è stato presentato il libretto “La famiglia in moto. Come trasportare i bambini in moto in sicurezza”, destinato ai baby-passeggeri delle classi terza, quarta e quinta elementare e ai loro genitori. Il volumetto verrà distribuito nelle scuole del Consiglio di Zona 9 e negli oratori milanesi durante gli eventi “Motoratorio”.

L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio di: Ministero della Gioventù, Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Ministero dell’Interno, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Polizia di Stato, Provincia di Milano, Consiglio di Zona 9 (Milano), Polizia locale di Milano, Federazione Motociclistica Italiana e Fondazione Oratori Milanesi.

A presentare l’evento: Roberto Rasia Dal Polo

Il dato di partenza è allarmante: in Italia, ogni anno, 130 bambini muoiono per le conseguenze di incidenti stradali e 11.000 sono i feriti – con conseguenze anche permanenti – nella fascia d’età compresa tra O e 14 anni (dati ISTAT).

Giovanna Guiso, giornalista e ideatrice del progetto, ritiene che la causa principale di un numero così alto di vittime sia dovuta all’inesperienza o all’incuria dei genitori, che trasportano i propri figli in maniera inadeguata (non utilizzo dei seggiolini in auto[1]; mancato utilizzo di protezioni adeguate al bambino[2], trasporto dei piccoli passeggeri sulla pedana degli scooter, trasporto di bambini di età inferiore ai cinque anni, manovre azzardate per evitare il traffico, piccolini che viaggiano masticando chewing-gum o caramelle o indossando lo zainetto sulle spalle durante il tragitto casa-scuola-casa, …)[2]. Continue Reading

Anteprima del Rapporto DEKRA sulla Sicurezza Stradale 2010 dedicato alle moto

Categoria : Crash test, Sistemi di sicurezza attivi, Sistemi di sicurezza passivi, Tecnologia

In Italia il 23% delle vittime della strada sono motociclisti. L’uso di ABS sui motoveicoli avrebbe evitato tra il 25 e il 35% degli incidenti. La combinazione di ABS e freno integrale può evitare tra il 50 e il 60% degli incidenti per le due ruote.

Cinisello Balsamo, 19 maggio 2010 – Nel 2008 si sono verificati 5.126 incidenti mortali che hanno coinvolto i motociclisti, che equivale a circa il 14% del totale di 37.234 vittime della strada nei 27 Paesi dell’UE. Urgono delle misure a livello comunitario per aumentare la sicurezza dei motociclisti.

Con l’edizione 2010 del Rapporto sulla Sicurezza Stradale, DEKRA evidenzia i settori nei quali intervenire, come ad esempio incentivare l’uso di ABS e degli airbag, di indumenti di protezione e del casco, migliorare le infrastrutture stradali e sottoporre i veicoli a controlli periodici.

La moto è una passione, oltre che un mezzo di trasporto. Ma è un dato di fatto anche la moto sia il veicolo più pericoloso e i motociclisti, di conseguenza, rappresentano la categoria più a rischio di incidente. Nonostante la situazione in Europa sia diversa da paese a paese e nonostante complessivamente il numero di motociclisti vittime della strada in alcuni casi stia diminuendo, il dato rimane pur sempre elevato. È quanto emerge dall’edizione 2010 del Rapporto DEKRA sulla Sicurezza Stradale dedicata alle moto, che verrà presentata nel mese di novembre in occasione della prossima edizione dell’EICMA.

Mentre, infatti, in alcuni paesi dell’UE come la Germania, i Paesi Bassi, l’Austria e la Gran Bretagna, dal 2001 al 2008 si è assistito ad una diminuzione degli incidenti mortali che hanno coinvolto i motociclisti, in altri, come l’Italia, la Grecia, la Spagna, la Finlandia e la Svezia, è avvenuto il contrario. Continue Reading

“Occhio alla moto”, con Provincia di Milano e ANCMA

Categoria : News, Rapporto tra automobilisti e Motociclisti

Milano maggio 2010 – Maggiore attenzione ai motociclisti: è questo il centro della nuova campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale promossa da Confindustria ANCMA e Provincia di Milano. Nella Sala Giunta di Palazzo Isimbardi a Milano, sede della Provincia, l’assessore Giovanni De Nicola ha ospitato il presidente Confindustria ANCMA Corrado Capelli per esporre l’iniziativa “Occhio alla moto”.

Il presupposto di questa campagna nasce da sconcertanti dati statistici: nel 2008 in Italia, sono morti 1.461 motociclisti e scooteristi, cioè il 30% del totale degli incidenti stradali. Scorrendo ancora le statistiche, si scopre che nel 70% di questi incidenti sono coinvolte moto e auto, perché i motociclisti non sono correttamente percepiti dagli automobilisti. Continue Reading