Articoli con il tag strade

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci

Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore

I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road leggeri. Moto utilizzate dalla maggior parte degli utenti per il tragitto casa-ufficio, ma per altri sono l'alleata ideale per le vacanze, quando si decide di programmare un viaggio in moto alla scoperta di qualche località turistica o luoghi ricchi di fascino. Anche se non proprio dietro l'angolo. Affrontare un viaggio in moto non è comunque cosa da tutti. Occorrono accortezza nella guida, resistenza alle condizioni climatiche (sia da parte del mezzo che del pilota), ed una buona dosa di spirito di avventura. Per saperne di più su come comportarsi nelle varie situazioni prima e durante un viaggio in moto, abbiamo chiesto il parere dell'esperto globetrotter Marcello Carucci. Romano, professore di educazione fisica, quando non è in abbigliamento sportivo tra i banchi di scuola, ama prendere la sua Honda Crosstourer e fuggire lontano da tutto e tutti. Anni di viaggi in solitaria, dai deserti africani ,alle metropli del Giappone attraverso piste siberiane, il nostro Marcello Carucci è uno che di strada ne ha macinata parecchia. Chi meglio di lui quindi può dare le giuste dritte per non trasformare la vacanza tanto desiderata in un vero incubo da cancellare al più presto. (altro…)

Sicurezza stradale: in Italia metà della segnaletica è fuorilegge e causa incidenti

Secondo uno studio la metà della segnaletica presente sulle strade non sarebbe a norma e la scarsa manutenzione è causa del 60% degli incidenti

A rilevarlo è uno studio dell'ANEIS ( Associazione Nazionale Esperti Infortunistica Stradale), secondo il quale le condizioni dei segnali stradali presenti sulle strade italiane sarebbe insufficiente, oltre ad essere deteriorata e spesso incomprensibile o poco visibile. I dati ISTAT parlano chiaro, la distrazione o l'indecisione risultano tra le cause più ricorrenti di incidente stradale, ma gran parte di questi sinistri è dovuta anche all'inadeguatezza della segnaletica, infatti, quasi la metà dei segnali stradali in Italia non è conforme alle norme e la manutenzione delle strade è del tutto insufficiente. Secondo la giurisprudenza l'Ente proprietario è responsabile, ma l'insidia deve essere "imprevedibile". (altro…)

Spagna, dossi artificiali intelligenti: si attivano in caso di necessità

Il dosso si solleva o si abbassa in caso di necessità di traffico e di velocità. Costo? 20.000 euro cad.

Il dosso convenzionale, penalizza tutti gli utenti della strada, indipendentemente dal mezzo utilizzato dalla velocità a cui viaggiano e dal rumore che possono causare. Questa soluzione, brevettata dalla ditta iberica Isastur, permette di avere la presenza del dosso solo in casi di effettiva necessità. (altro…)

Sicurezza stradale: in Nuova Zelanda si testa il Safer Ride

Il progetto consiste in una segnaletica che indica ai motociclisti la traiettoria più sicura prima di una curva.

Tra le maggiori insidie per i motociclisti a spasso per strade tortuose, di quelle a cui si va in cerca durante i week-end, è la cattiva valutazione delle traiettorie di una curva. Uscire troppo larghi, o anticipare troppo l'ingresso di una curva, può avere un epilogo drammatico qualora si mettano le ruote sullo sporco, o ci si trovi a dover fare i conti con un veicolo proveniente dal lato opposto.  (altro…)

Guard-rail killer: raccolta firme per barriere più sicure

Dopo l'approvazione da parte della Commissione dei Trasporti della risoluzione proposta dal M5S sulla barriere killer, nulla è cambiato...

Ad un anno di distanza dall'approvazione della proposta del M5S che prevedeva la graduale sostituzione delle barriere killer, nulla si è mosso, complice anche la cronica "carenza di fondi". (altro…)

Sicurezza stradale: i motociclisti temono gli automobilisti, troppo distratti

Cosa pensano i motociclisti degli automobilisti. Un'indagine svela che, per molti sono una minaccia e solo il 5% resta tranquillo quando vede un'auto.

Pare proprio che quella tra centauri ed automobilisti sia una convivenza difficile per la maggior parte dei centauri intervistati, il 43%, confessa di vedere spesso e volentieri le automobili su strada come una vera e propria minaccia per le “due ruote”; per il 36% il rischio è dovuto alla distrazione degli automobilisti, mentre il 16% ritiene che i pericoli aumentino nelle strade fuori città. (altro…)

Fiorello, il Codacons chiede punizione esemplare: “rischio emulazione per i giovani”

Dopo il brutto incidente che ha visto coinvolti il popolare presentatore ed un uomo che attraversava sulle strisce, l'associazione dei consumatori auspica nessun favoritismo.

Dopo una notte trascorsa in ospedale, sono in via di miglioramento le condizioni di Rosario Fiorello e dell'uomo di 73 anni, investito dal presentatore, mentre quest'ultimo, non curante delle strisce sorpassava a destra una fila di auto ferme per dare precedenza. (altro…)

Eicma 2013: la sicurezza prima di tutto

Cosa significa sicurezza su due ruote? A questa domanda cerca di dar risposta l'Area allestita all'interno dei saloni del 71° appuntamento con la kermesse milanese.

Secondo il Maids (Motorcycles Accidents in Depth Study), nel nostro paese migliora la situazione dal punto di vista della sicurezza per i motociclisti. (altro…)

ISO 39001: presentata a Bologna la norma sulla sicurezza stradale

Presentata a Bologna la nuova ISO39001, la norma per chi svolge ruoli di responsabilità nella gestione della sicurezza stradale

La norma è uno dei pilastri sui quali si basa lo “United Nations Decade of Action for Road Safety”, il programma dell’ONU che prevede di ridurre gli incidenti stradali entro il 2020. (altro…)

Guida sicura. In Svizzera hanno a cuore i centauri: controlli gratuiti e consigli sulla guida

Lo scorso anno, 74 centauri sono morti e 1.219 sono rimasti seriamente feriti in incidenti. Per questo fatto, il TCS ha organizzato, sul passo del Grimsel una vasta azione di prevenzione per i motociclisti.

Grazie ad una collaborazione tra l'ospedale universitario di Berna, la Polizia cantonale vallesana e la Federazione Motociclistica Svizzera (FMS), molti centauri sono stati sensibilizzati, in vista dell' l’inizio della “stagione dei passi”, sui rischi specifici del traffico connessi ai veicoli a due ruote. (altro…)
  • Pagina 1 di 108
  • 1
  • 2