Articoli con il tag velocità

Johammer J1, la vera alternativa?

Per prestazioni ed autonomia la J1 può rappresentare il deciso passo in avanti sul fronte della propulsione elettrica.

Le moto elettriche, sia per prestazioni che, soprattutto, per autonomia, sono ancora ben lontane dal poter competere con le tradizionali moto a propulsione termica; se nelle auto questo aspetto sta lentamente migliorando grazie anche al maggiore spazio disponibile per le batterie, per i mezzi a due ruote, almeno fino ad oggi, si era ancora ben lontani dal rappresentare una valida alternativa ai motori termici. (altro…)

Pneumatici moto.Pirelli:”Monza severa per le gomme”

La pista di Monza è da sempre un duro banco per le gomme, causa delle enormi sollecitazioni cui sono sottoposti gli pneumatici. Per la sicurezza dei piloti, Pirelli appronta gomme ad hoc

Banco prova severissimo, ma molto utile per mettere alla frusta le soluzioni e tecnologie che verranno poi riversate sul prodotto di serie. (altro…)

Collaudatori moto: illegalmente pericolosi e dimenticati

Lo sviluppo di una moto è una operazione difficile, affascinante, avventurosa. Anche nella fredda era del calcolo computerizzato: l'attenta analisi delle caratteristiche dei materiali, la simulazione delle performance di ogni componente motoristico o ciclstico, la pianificazione meticolosa di ogni altra sfumatura del progetto, non sono sufficienti a compiere quel collegamento “metafisico” che rende una moto una buona moto: gettare un ponte tra tecnologia ed emozione, per creare una esperienza di guida davvero piacevole ed esaltante, non è a prova di macchina.

Necessita, fortunatamente, dello spirito umano. E' un compito che i collaudatori delle case compiono giorno per giorno, attraverso centinaia e centinaia di ore in moto, migliaia di chilometri di prove, collaudi, valutazioni, suggerimenti, impressioni. Gli appassionati spesso pensano con invidia a coloro i quali hanno la fortuna di lavorare in quel modo così romantico, macinando chilometri di pieghe, staccate, impennate, ma divorando anche lunghe tappe esplorando sì il mezzo che si guida ma anche, sicuramente, i luoghi che si attraversano. Oltre che sé stessi. Parlandone con chi ne sa qualcosa, spesso si scopre invece una realtà un poco diversa, fatta di fatica e, spesso, di insicurezza. Nessuno di noi ha il minimo dubbio che il collaudo di una nuova, futura moto debba essere estremo: è necessario che lo sia. E' giusto comprendere i limiti di un nuovo prodotto, prima di proporlo ad un variegato pubblico di acquirenti. E i limiti dei mezzi ormai, si sa, sono davvero alti. Ciò non rappresenta ad ogni modo un buon motivo per non cercarli, esplorarli, tentare di spostarli. (altro…)

Velocità e Tentazioni

Cosa me ne faccio di una moto da oltre 250 Km/h se non posso mai superare i 130? Questa è una domanda che mi faccio sempre quando penso, per esempio, alla Suzuki Hayabusa.

Non è facile rispondere correttamente, perchè l'errore sta alla base: non dovrebbero esistere mezzi stradali civili (nel senso: "non militari") capaci di raggiungere e superare queste velocità, ma -visto che ci sono- dobbiamo usare il cervello e domandarci innanzitutto quanto, e se, siamo in grado di resistere alla tentazione di tirare la sesta marcia (alla "Haya" basta la terza).

Bisogna essere sinceri e precisi*. Per la precisione* faccio presente che il limite massimo di velocità raggiungibile per tutti i mezzi motorizzati (e non) è quello scritto nel codice della strada. (tranquilli, non vi faccio la ramanzina!). (altro…)