Articoli nella categoria Blog

Cari motociclisti vi faccio l’identikit!

Questo articolo va letto in chiave comica perchè ad una lettura disattenta può sembrare irriverente, mentre lo spirito è solo quello di farsi due risate. Questo sito fa della sicurezza la sua missione e se in qualche momento dell'artico può sembrare che vengano presi in giro quelli che si vestono di tutto punto sappiate che è detto solo per ridere. Forse sarebbe stato più semplice non pubblicare l'articolo penserete, mentre io ritengo che sapersi mettere in gioco e ridere di se stessi sta alla base di una sana voglia di conoscenza. (Claudio Cangialosi fondatore del Blog e di SicurAUTO.it)
“Sara, svegliati, è primavera…” “Mmh… che ora è?” “Sara, sono le sette e tu devi andare a scuola.” “Uffa, che p…izza!” “Oh oh oh, Sara, raccogli tutti i libri ed accendi il motorino. Ma stai attenta a non investire un bambino.” Raccomandazione inutile. Sara, come la stragrande maggioranza degli utenti della strada, a due, tre, quattro e più ruote, affronta la giornata seguendo un immutabile copione: si alza, va in bagno, fa colazione, si lava i denti, si veste, si mette alla guida e, dopo un certo lasso di tempo, variabile fra pochi minuti e diverse ore, si sveglia. Nel traffico caotico dell’ora di punta il “pilota automatico”, in genere, funziona a meraviglia, pur con qualche inevitabile defaillance, universalmente accettata come un destino ineluttabile: una strisciatina sulla fiancata, qualche graffio sui paraurti, un fanalino spaccato, una portiera ammaccata… Gli automobilisti se la cavano con poco, tutt’al più un’arrabbiatura e un fastidioso mal di portafogli. Per chi procede seduto su una sella in (precario) equilibrio dinamico, invece, le conseguenze degli incontri troppo ravvicinati, anche a bassa velocità, non sono quasi mai indolori, più per gli effetti della probabile caduta che per l’impatto vero e proprio. (altro…)

Fuga per la vittoria. Cosa comporta non fermarsi all’ALT

“Quando vedi la paletta tu spalanca la manetta!” E’ diventato persino uno slogan e, spesso, compare in alcuni forum, nella firma di ragazzi che cercano di far credere di essere intelligenti! Il sottrarsi con la fuga ad una sanzione, a volte anche irrisoria, sembra diventato una specie di sport nazionale: si contano ormai a migliaia gli episodi di giovani centauri che, incappando in un posto di controllo, invertono di colpo la marcia o cercano di forzarlo, spesso riuscendoci, a volte no. Nel primo caso è possibile che la cosa finisca lì e costituisca immediatamente oggetto di vanto da sfoggiare con autocompiacimento con gli amici per la propria bravata: che soddisfazione, che smacco per gli “sbirri”, che bravi che siamo stati a sfuggire alla trappola di quelle sanguisughe! (altro…)

Famoso portiere di calcio coinvolto in un incidente in moto

Con la sua moto è finito contro un'auto a Londra. Smentita la notizia di «danni permanenti» Questa mattina stavo leggendo come di consueto il "Corriere.it" e mi sono imbattutto in questa news. Nulla di strano visto che di incidenti ne accadono a migliaia tutti i giorni. Tuttavia questa è la riprova che gli incidenti possono accadere a tutti, anche a personaggi ricchi e famosi. Pertanto quando salite in moto ficcatevi bene in testa che non siete soli sulla strada e che bisogna sempre avere rispetto di sé stessi e degl'altri. Sono certo che... (altro…)

SicurMOTO.it già sui giornali. Motosprint n.40 ci dedica uno spazio

A pochissimi giorni dal lancio SicurMOTO.it ha già trovato spazio su un'importante rivista nazionale: Motosprint.

Grazie all'attenzione della gionalista Giovanna Guiso abbiamo ottenuto uno spazio in questa rivista letta in Italia da oltre 150.000 motociclisti. Speriamo che questo articolo possa permettere al sito di crescere e di ampliare il proprio staff. Infatti SicurMOTO.it è alla ricerca di collaboratori! Se sei interessato leggi qui.

Un grazie a Giovanna!

ROMA: Moto contromano sulla Tangenziale Est

Moto contromano sulla Tangenziale Est: un morto, ferito il senatore De Gregorio. Fuori pericolo il parlamentare pdl. L'incidente alle due di notte: il motociclista si è inserito nel tratto urbano della A24, schiantandosi su un'auto ROMA - Dopo aver percorso contromano un tratto della tangenziale est, a Roma, tra la paura degli automobilisti, un motociclista è morto in uno scontro frontale con un'auto. È successo intorno alle 2 della scorsa notte, all'altezza di via Fiorentini, nel tratto urbano della autostrada Roma-Aquila. (altro…)

Aiutaci a fermare la strage, appello del Ministero

Su youtube ho trovato un breve filmato sulle stragi motociclistiche... un filmato nudo e crudo che deve far riflettere. Non si tratta di una campagna nuova, perchè il problema è sempre quello e pertanto non servono filmati nuovi ma solo efficaci. Questo, a parer mio, lo è.

Guard rail assassini, una pubblicità molto eloquente

Ecco un video molto esplicito sul pericolo derivato dai paletti dei guard rail... una campagna davvero ben ideata.

La Sicurezza dei Motociclisti: una guida per chi progetta e costruisce le infrastrutture stradali

Dall’Ateneo bolognese la prima guida italiana destinata alle Pubbliche Amministrazioni e ai progettisti di infrastrutture stradali L’opera è mirata alla realizzazione di strade più sicure per l’utenza debole Bologna, luglio 2009 – Per la prima volta in Italia un gruppo di ricercatori universitari ha pubblicato uno studio mirato a migliorare, in termini di sicurezza, la circolazione dei veicoli a due ruote. Edito nel volume "Una guida per chi progetta e costruisce le infrastrutture stradali", lo studio è il risultato di anni di impegno, a favore della sicurezza stradale, dei ricercatori del Dipartimento di Ingegneria delle Strutture, dei Trasporti, delle Acque, del Rilevamento e del Territorio (DISTART), settore Strade, della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Bologna, coordinati dal professore Giulio Dondi. (altro…)

Addio ai guard rail assassini Motociclisti in festa

L'Anas presenta le nuove barriere "salva motociclisti", che fra l'altro permettono anche un notevole risparmio di montaggio rispetto a quelli attualmente disponibili sul mercato Colpo di scena, dopo mille polemiche e violente proteste dei motociclisti l'Anas dice addio ai guardrail assassini che tante vittime hanno mietuto fra i motociclisti. La nuova barriera di protezione stradale ha un nome che è tutto un programma: "ANAS H2 Bordo Laterale - SM", dove SM sta proprio per "salva motociclisti". Una barriera sofisticata ma semplice da produrre, al punto che potrà essere fabbricata senza problemi da tutti i costruttori che abbiano le attrezzature certificate in Qualità EN ISO 9001 o 9002. Quindi la sua diffusione dovrebbe diventare a breve molto capillare perché oltre alla semplicità costruttiva i progettisti (Centro Sperimentale di Cesano dell'Unità Ricerca ed Innovazione dell'Anas, diretto dall'ingegner Eleonora Cesolini) giurano che sia anche meno costosa da produrre. "L'installazione delle nuove barriere - spiega infatti il Presidente dell'Anas Pietro Ciucci - potrà avvenire progressivamente sulla nostra rete". Vedremo. (altro…)

Un anno di monitoraggio degli incidenti motociclistici: ecco le cifre

10 giugno 2008 - 10 giugno 2009 :  un anno di monitoraggio degli incidenti che vedono coinvolti i motociclisti, così come segnalati su internet, dà un quadro interessante, per quanto preoccupante, sulla sicurezza degli utenti a 2 ruote.

Per quanto la rassegna della Volkmann & Rossbach Italia (che redige una rassegna stampa settimanale degli incidenti che coinvolgono i motociclisti, grazie al supporto di TOM Agenzia di Comunicazione) ovviamente non abbia rigore scientifico, a distanza di 12 mesi la stessa azienda ha voluto provare a fare un bilancio da cui emergono trend su cui riflettere: circa il 62% degli incidenti sono accaduti al Nord, solo il 13% al sud e  il 16% al centro, e il 9% nelle isole. Oltre il 56% è avvenuto su strade urbane, mentre il 18% su strade statali, il 19% su strade provinciali, l’1% sulle strade regionali, il 4% sulle autostrade, il 2% in tangenziale.

Ma il dato che più scolvolge è quello relativo ai centauri morti a causa di impatti contro il guard rail. (altro…)