Articoli nella categoria Eventi e Manifestazioni

La “serata parlamentare” di Dekra per la sicurezza stradale

Per la prima volta in Italia, costruttori di veicoli, fornitori di sistemi per la sicurezza, produttori di pneumatici, aziende della componentistica, fornitori di servizi, associazioni di categoria e rappresentant delle Istitzioni e della Pubblica Amministrazione si sono riuniti intorno a un tavolo allo scopo di trovare e proporre soluzioni concrete per ridurre gli incidenti stradali.

E' accaduto a Roma alcuni giorni fa in un convegno organizzato da DEKRA, il noto leader europeo dei servizi per i settori automotive e industriale. Si è trattato di una vera e propria “serata parlamentare”, simile a quelle che DEKRA già organizza in altri Paesi, che ha permesso di fare il punto sull'argomento e di creare le basi per intensificare lo scambio di informazioni tra l'industria (in questo caso, del settore del motociclo), il mondo politico e le P. A. L'incontro ha visto la partecipazione di Piaggio in qualità di rappresentante dei costruttori, Bosch per i fornitori di sistemi di sicurezza, Metzeler Moto per gli pneumatici, Confindustria ANCMA come Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori (e come patrocinante dell'iniziativa) e, infine, DEKRA come ente di controllo e di revisione dei veicoli. Per le istituzioni erano presenti alcuni membri della IX Commissione Trasporti, tra i quali il presidente Mario Valducci, ed esponenti del mondo politico nonché, per la Motorizzazione Civile, il suo direttore generale, Maurizio Girolamo Vitelli. Pier Francesco Caliari, direttore generale di Confindustria ANCMA, ha introdotto i lavori, chiudendoli con l'auspicio che si arrivi a una maggiore collaborazione tra i vari protagonisti del mondo delle due ruote e delle istituzioni con l'obiettivo di aumentare la sicurezza dei veicoli. Tra quelli degli intervenuti, si sono dimostrati particolarmente significativi gli interventi di Marco Mauri, amministratore delegato di DEKRA Italia, e di Thomas Opferkuch, a capo del settore innovazione di Bosch. Il primo ha illustrato i risultati alcuni dati del Rapporto Dekra 2010 sulla sicurezza stradale che, per quanto riguarda il settore dei motocicli, indica che i decessi dei conducenti dovuti agli incidenti stradali sono in aumento. Opferkuch, invece, ha evidenziato la necesità di rendere obbligatorio l'ABS sulle moto, importante ai fini della sicurezza attiva e ha dichiarato che dai risultati di alcuni studi effettuati qualche anno fa in Germania, se l'ABS fosse stato obbligatorio si sarebbero evitati sulle strade tedesche circa 14 mila incidenti che hanno coinvolto motociclisti. Qui di seguito il riassunto di ogni singolo intervento. (altro…)

I problemi dei motociclisti in città? Nella calza per la moto-Befana del Sindaco 2011

A Roma, Trieste e Varese  la manifestazione promossa da Coordinamento Motociclisti per ricordare ai sindaci di tre grandi città (Roma, Trieste e Varese) quali sono le difficoltà vissute quotidianamente da chi usa la moto

Chi usa moto, scooter e motorini sa che le strade non sono pensate per loro, e la conferma è stata data perfino dal rappresentante del Governo durante la presentazione del Rapporto DEKRA 2010. Buche, strade dissestate, sanpietrini, pavé, binari del tram, ostacoli fissi sono in qualche modo tollerati (per non dire ignorati) dalle amministrazioni comunali, visto che non provocano gravi danni agli automobilisti, mentre sono spesso causa primaria di incidenti in cui sono coinvolti motociclisti. Si tratta di omissioni incredibili, tanto più in città come Roma, dove il 50% della popolazione usa le due ruote per districarsi nel traffico urbano. (altro…)

La Clinica Mobile come non l’avete mai vista

SicurMOTO.it entra all'interno della clinica mobile e vi racconta com'è fatta

Vedere un tir parcheggiato all’interno di un padiglione fieristico suscita curiosità. Soprattutto se, avvicinandosi, si scopre che si tratta della mitica Clinica Mobile, di cui tanto sentiamo parlare durante le gare di motociclismo. Euromoto ha fatto conoscere questo straordinario ospedale su ruote a tutti gli appassionati di corse e delle 2 ruote in generale: i tantissimi visitatori hanno avuto la possibilità di entrare e vedere dal “di dentro” la Clinica Mobile della Superbike, sotto l‘occhio vigile del signor Franco, l'autista di questo mastodonte. Anche noi di SicurMoto.it siamo entrati e abbiamo così potuto fotografare questo luogo simbolo della medicina sportiva. (altro…)

GIMOTO svela i segreti della tuta per motociclisti WAS+ omologata livello 2

Per i motociclisti italiani c’è un’altra grande novità sul mercato oltre a quella che - in un prossimo futuro – arriverà da Arlen Ness: stiamo parlando di GIMOTO. A EICMA 2010 questa azienda lombarda ha presentato la sua tuta da motociclista interamente omologata UNI EN 13595-1/2/3/4 a livello 2 (il massimo livello di protezione). L’esperienza di un secolo di lavorazione delle pelli ha portato a questo eccezionale risultato. Abbiamo avuto il piacere di parlare con il signor Gilberto Mazzola, che ha voluto spiegarci il lungo processo che ha portato alla realizzazione della tuta WAS+ (WAS sta per "World Approved Suite"). (altro…)

Rapporto DEKRA a EICMA 2010: dati e interviste sulla sicurezza dei motociclisti

Il 3 novembre al 68° Salone del Ciclo e Motociclo è stato presentato il Rapporto DEKRA sulla sicurezza stradale in moto 2010. Vi avevamo dato notizia qui. Di seguito riportiamo gli interventi di maggiore rilievo. Hanno preso parte alla presentazione: Marco Mauri (amministratore delegato DEKRA Italia), l’On. Giuseppe Reina (Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti), Claudio De Viti (Direttore settore moto Confindustria-ANCMA), Gianpiero Mastinu (professore ordinario di costruzione di veicoli presso il Politecnico di Milano), Andrea Pullè (responsabile della Scuola Superiore DEKRA per la sicurezza stradale) e Marco Lucchinelli (campione del mondo di motociclismo classe 500 nel 1981). A fare da moderatore il noto giornalista sportivo Nico Cereghini.
  • Il Rapporto, in breve

La maggiore causa di incidente non è più la sola scelleratezza degli utenti delle due ruote. Per la prima volta viene ufficializzato che la condizione delle infrastrutture (strade, etc.), la condizione meccanica della moto, la distrazione, l’inesperienza di tutti, sono le principali cause di incidenti e morte dei motociclisti. (altro…)

Carta Europea della Sicurezza Stradale: un’ occasione persa

Il tour del progetto relativo alla carta europea della sicurezza stradale (http://www.erscharter.eu) fa tappa a Roma, nella sala emiciclo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Molti i partecipanti, le associazioni nuove firmatarie e le personalità invitate. L'occasione è importante per stendere le basi per future collaborazioni, per idee innovative, per la sicurezza stradale a tuttotondo : informazione, statistica, idee innovative. Il sottoscritto era presente in qualità di membro dello Staff Ami, associazione motociclisti incolumi, firmataria del progetto da anni. Purtroppo però, a conti fatti, l'appuntamento pare aver tradito del tutto le aspettative dei presenti e temo anche di quanti, in qualche modo, si sentono parte in causa. (altro…)

Incidente al motoraduno: bresciano muore alla Cavalcata delle Orobiche

Si parla di un sorpasso azzardato in solitaria, ma la polemica è sull’evento Non ci piace dare queste notizie, ma omettere una riflessione in merito sarebbe poco responsabile almeno tanto quanto liquidare tutto come un tipico incidente inevitabile. Valbrembana - 10 ottobre 2010 - Davide Crotti, un motociclista bresciano di 37 anni, è morto in un incidente mentre partecipava alla “Cavalcata delle Valli Orobiche”. Si tratta di un motoraduno organizzato abitualmente dal motoclub di Bergamo. I partecipanti alla manifestazione erano circa 2.500. La Cavalcata è un raduno storico che porta con sé tanta tradizione e un discreto seguito di stampa. Dalla prima edizione con meno di 100 partecipanti si è arrivati a quella odierna che conta tanti, forse troppi, motociclisti.
  • La dinamica

Trattasi di notizie non necessariamente esatte al 100%, ma per dovere di cronaca le riportiamo. ANSA ha parlato di un sorpasso azzardato della vittima nei confronti di un 'automobile. Crotti sarebbe andato a sbattere contro un’auto proveniente in direzione opposta. In base alla prima ricostruzione, al vaglio dei Carabinieri della Compagnia di Zogno, il motociclista di Castenedolo che era in sella a una Bmw 1200 stava rientrando nella propria corsia di marcia dopo aver affrontato il sorpasso di una moto e di uno scooterone: (altro…)

In moto in città si muore come stupidi

Durante la presentazione del libriccino “La famiglia in moto” sul trasporto dei bambini in motocicletta (di cui vi abbiamo parlato qui) sono emersi anche alcuni dati interessanti sul lavoro delle Forze dell’Ordine e della Polizia locale. La loro missione è sia quella di prevenire gli incidenti sia quella di prestare soccorso nel momento in cui questi, purtroppo, si verificano. Tra i relatori, erano presenti Elisabetta Mancini (Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato e responsabile delle campagne di sicurezza stradale), Antonio Barbato (direttore della Scuola di Formazione della Polizia locale di Milano), Filippo Aragona (Guardia di Finanza, insignito di un importante riconoscimento per atti di coraggio nel soccorso in gravi incidenti stradali a rischio della propria vita) e l’avvocato Domenico Musicco (Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada). (altro…)

Tutte le buche portano a Roma 2 – il resoconto

"Una rara occasione per parlare dei motociclisti mentre sono ancora vivi"

Roma 28/09/2010 Il Coordinamento Motociclisti (http://www.cmfem.it/), Touring 4 Fun (http://www.touring4fun.it/) e il Gold Wing Club Italia (http://www.gwci.org/) hanno organizzato per il giorno 26/09/2010 la seconda giornata di mappatura e denuncia dei pericoli delle strade romane. I partecipanti si sono ritrovati alle 9,30 davanti al Palalottomatica e hanno percorso le vie della capitale fotografando e registrando i maggiori pericoli per motociclisti e scooteristi. Sono state percorse le vie Laurentina, Tor Pagnotta, delle Capannelle, Casilina, Nomentana e molte altre vie minori, rilevando in genere una forte incuria per le condizioni generali dell'asfalto e la presenza di ostacoli fissi non segnalati. (altro…)

Roma – 26/09/2010: MOniTOrare le strade di Roma

  • Tutte le buche portano a Roma... 2
La pericolosità delle strade sconnesse e mal tenute provoca incidenti con danni, feriti ed anche morti.Vi segnaliamo una manifestazione che si terrà a Roma, domenica 26 Settembre 2010. Promossa dal Coordinamento Motociclisti, è un'azione volta al monitoraggio delle strade della Capitale, così tristemente famose tra i centauri, per essere in cattive condizioni. I Motociclisti dell'area urbana di Roma scendono in piazza per la seconda volta, per chiedere a gran voce di correre ai ripari. La situazione non è più sostenibile. Non solo protesta: Censimento e denuncia delle zone a rischio: delle buche, dei cantieri aperti non o mal segnalati, sconnessioni del manto stradale... Un'azione volta a far partecipare in prima persona gli utenti delle due ruote che giornalmente percorrono decine di chilometri per strade che talvolta sembrano trazzere di campagna. L'Amministrazione viene obbligata ad intervenire ed è responsabile di incidenti causati dalla cattiva condizione delle strade, SOLO se vi è una denuncia che riguarda quel tratto di strada e quella specifica situazione di pericolo. Da qui la NECESSITA' di denunciare ufficialmente.
  • Riportiamo il Comunicato del Coordinamento Motociclisti: (altro…)