1 commento

Luca
0:00, 26 maggio 2011

Roba da medioevo…. Che dire, il senso di questa ricerca è nullo. Bell’affare ridurre la velocità media degli automobilisti a discapito della loro sicurezza. A questo punto meglio lasciarli andare un pochino più forte ma risparmiargli la vita in caso di uscita di strada o caduta (in moto).

Senza contare che gli alberi richiedono manutenzione e in caso di forte vento/temporali/grandinate possono perdere rami sulla strada o addirittura cadere essi stessi provocando danni potenzialmente mortali.

Secondo me la gente che propone questi esperimenti non ha la minima idea di cosa significhi frequentare le strade. In ogni caso dimostra una grave ignoranza in fatto di buon senso.

Saluti