8 commenti

“La famiglia in moto. Come trasportare i bambini in moto in sicurezza” | Autoscuola Pratico'
0:00, 8 giugno 2014

[…] Il consiglio migliore è evitare di viaggiare in moto con bambino a bordo. Ma per chi proprio non può farne a meno ecco alcuni utili consigli da parte di  Sicurmoto: […]

Miglior regalo di Natale per motociclisti, per tutte le tasche? Ve lo diciamo noi | SicurMOTO.it
0:00, 9 dicembre 2010

[…] di Cellular line. Consigliato anche per il trasporto di bambini, come vi spieghiamo qui. Permette di comunicare senza premere alcun tasto e addirittura di rispondere al cellulare. Prezzo: […]

Il bambino motociclista (che è in noi) | SicurMOTO.it
0:00, 28 novembre 2010

[…] La nostra guida su come trasportare i bambini in moto (clicca per leggere) […]

Ecco perché il seggiolino per i bambini in moto è pericoloso | SicurMOTO.it
0:00, 13 settembre 2010

[…] Leggi la nostra guida su come trasportare i bambini in moto>> […]

Flavio
0:00, 22 agosto 2010

Grazie per questo articolo, mi ha tolto definitivamente il dubbio “legislativo” del fantomatico seggiolino… Una vera stronz… Vado in moto da 18 anni, senza contare gli anni passati sul motorino e purtroppo o per fortuna qualche grattata in terra l’ho presa… Purtroppo perche’ fa’ male e per fortuna perche’ da motociclista so’ che finche’ non assaggi l’asfalto non ti rendi ben conto dei rischi che corri su un due ruote. Questo per dire che in questi anni un minimo di esperienza tra strada e pista me la sono fatta e riprendendo il discorso del seggiolino riconfermo che anche fosse divenuto obbligatorio io non lo avrei mai, e ripeto MAI usato. Questo NON perche’ mi piace vivere nell’illegalita’, ma semplicemente perche’ sarebbe stata la legge piu’ cretina e pericolosa che abbia mai sentito e di questo sono fermamente convinto. Immaginate semplicemente una banale scivolata anche solo a 40/50 km/h a causa di un po’ di sabbiolina in una curva, il pilota da adulto sarebbe in grado di saltare via dal due ruote e quindi liberarsi dal primo pericolo che e’ il mezzo e limitare i danni, ma una volta a terra vedrebbe il suo amato motociclo scivolare via con il bel seggiolino che ovviamente contiene ancora, ben legato, l’amore di un genitore: un figlio, il quale andrebbe, inesorabilmente, a finire la scivolata insieme al motociclo a bordo strada che nella migliore delle ipotesi potrebbe essere sprovvisto di muretti o ringhiere e quindi non ci sarebbe il rischio di impatto violento, ma sicuramente non ci sarebbe nemmeno una bella via di fuga come quelle in pista, anzi troverebbe quantomeno un salto di qualche metro nell’orto sottostante……… Immaginate le conseguenze e ripeto questa e’ la migliore delle ipotesi. Potrei scrivere per delle ore su questo argomento, ma credo che il succo del discorso si sia capito ampiamente. Ritornando all’articolo, sono pienamente daccordo con il consiglio dato: “Facciamo iniziare la carriera del baby-centauro con dei piccoli viaggi di prova intorno a casa o in zone deserte. Valutiamo il suo comportamento e diamogli dei consigli.” Cosi’ ho fatto io da subito, spiegando i rischi e come ci si deve tenere ben saldi in sella, senza incutere timore al piccolo ma facendogli capire che e’ su un mezzo bellissimo ma particolare per mille fattori. Mi reputo soddisfatto dei risultati ottenuti e sono contentissimo di poter portare in scooter e in moto la mia piccola con discreta tranquillita’. Rimane assodato il fatto che, indipendentemente dal mezzo che abbiamo, dobbiamo essere noi piloti a dover gestire a dovere il gas e la frenata, a volte porto in sella la mia piccola su un CBR 1000 RR e anche se la potenza e’ tantissima basta non usarla :-)… Ahh quasi dimenticavo, la mia piccola ha 5 anni, ma e’ da quando aveva sei mesi che sale in moto per piccole prove sotto casa o solo per farla abituare al rumore del motociclo e che ascolta le miei indicazioni. Scusate la lungaggine, voleva essere uno sfogo, in quanto da quando ho sentito parlare del seggiolino sulle due ruote mi si e’ annodato lo stomaco… GRRRRRRRRRR… Prima di fare leggi e/o disegni di legge contate fino a mille e chiedete pareri e informazioni a chi certi mezzi li usa tutti i giorni per comodita’ o per PASSIONE! Ciao e tutti e buon giro in moto!!!

Mani sul manubrio e dito sul freno: frenare in moto | SicurMOTO.it
0:00, 14 gennaio 2010

[…] dalla triste esigenza di far fronte alla scarsa “coscienza fisica” di chi normalmente si trova alla guida di uno scooter in città… rischierebbe felicemente di […]

cacciavite49
0:00, 28 dicembre 2009

Sante parole!
Ecco una foto che sintetizza alcuni punti che hai descritto http://img393.imageshack.us/img393/6789/bimboinscooterxamigs0.jpg se vuoi puoi inserirla
Lamps e auguri