Moto elettriche in autostrada

Moto elettriche in autostrada: possono circolare?

Le moto elettriche in autostrada possono circolare liberamente o ci sono dei limiti? Il Codice della Strada contempla le moto a batteria? Tutte le risposte

18 settembre 2020 - 22:22

Si può circolare con le moto elettriche in autostrada e sulle tangenziali? La risposta sembrerebbe scontata (perché una moto elettrica non dovrebbe avere accesso in autostrada?) ma la realtà è decisamente più complessa. Infatti il Codice della Strada italiano, datato 1992 quando l’alimentazione elettrica dei veicoli era un miraggio, dispone che non possono viaggiare in autostrada e sulle strade extraurbane principali i ciclomotori, i motocicli di cilindrata inferiore a 150 cc se a motore termico, le motocarrozzette di cilindrata inferiore a 250 cc se a motore termico e altri motoveicoli di massa a vuoto fino a 400 kg o di massa complessiva fino a 1300 kg, senza citare mai motocicli elettrici. Evidenziando quindi un vuoto normativo che sarebbe da colmare al più presto.

MOTO ELETTRICHE IN AUTOSTRADA: L’ATTUALE SITUAZIONE

In effetti allo stato attuale, in assenza di una legge specifica, l’eventuale decisione di sanzionare i conducenti di moto elettriche in autostrada rientra nella discrezionalità delle forze dell’ordine. In base ad alcune interpretazioni, infatti, le moto a batteria farebbero parte degli “altri motoveicoli di massa a vuoto fino a 400 kg o di massa complessiva fino a 1300 kg”, citati dall’articolo 175 CdS comma 2 lettera b nell’elenco dei veicoli che non possono circolare in autostrada. Secondo un’interpretazione più morbida, invece, le moto elettriche hanno libero accesso in autostrada ma solo se omologate come motocicli e aventi pertanto potenza superiore a 4 kW. Ma c’è da fidarsi?

MOTO ELETTRICHE IN AUTOSTRADA: PROBLEMI CON L’ASSICURAZIONE?

Tra l’altro questo vuoto legislativo nasconde potenziali ripercussioni anche sulla copertura assicurativa. Infatti chi acquista una moto elettrica e decide di viaggiare in autostrada, perché magari ha ricevuto rassicurazioni sulla regolarità del transito sulla rete autostradale (basate però su semplici interpretazioni), in caso di incidente potrebbe vedersi negare il risarcimento per aver circolato dove non poteva. Aggiungendo al danno la beffa.

QUANDO POTRANNO CIRCOLARE LE MOTO IN AUTOSTRADA

Scrivevamo all’inizio che per risolvere il problema ci vorrebbe una norma ad hoc e in effetti qualcuno ci ha già pensato. L’ormai arcinota mini-riforma del Codice della Strada del 2019, ‘congelata’ da un anno e mezzo dopo aver ricevuto l’ok dalla commissione parlamentare competente, tra le altre cose si occupa anche di moto elettriche specificando le modalità per circolare in autostrada e sulle strade extraurbane principali. In particolare viene consentito l’accesso ai motocicli che abbiano una cilindrata di almeno 120 cc se a motore termico e di 11 kW se a motore elettrico (sono comprese in questo limite anche le motocarrozzette elettriche), limitando però l’autorizzazione ai soli conducenti maggiorenni muniti di patente A2, A, B o di categoria superiore, oppure di patente A1 da almeno due anni.

Secondo le ultime indiscrezioni l’iter parlamentare per l’approvazione definitiva della mini-riforma dovrebbe ripartire a breve, vedremo se avremo finalmente la soluzione per i motocicli in autostrada dopo aver avuto di recente quella per gli scooter a tre ruote.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto e posto di controllo

Moto e posto di controllo: regole di comportamento

Documenti moto necessari

Documenti moto necessari per circolare: quali sono?

Moto senza targa: multa e sanzioni accessorie