Incentivi moto e scooter 2021

Incentivi moto e scooter 2021 elettrici e ibridi: ok alla proroga

In arrivo nuovi incentivi moto e scooter 2021 per modelli elettrici e ibridi: nella bozza della Legge di Bilancio c'è l'ok alla proroga dei contributi

20 novembre 2020 - 15:37

Chi vuole acquistare moto e scooter elettrici o ibridi sfruttando l’ecobonus potrà farlo anche nel 2021 e negli anni a seguire. Il provvedimento non è ancora ufficiale ma il Governo ha previsto nella bozza della nuova Legge di Bilancio, che sarà approvata entro fine anno, lo stanziamento di nuovi fondi per prorogare gli attuali incentivi moto e scooter. Si tratta di una misura tutto sommato giusta visto che i 10 milioni di euro messi a disposizione dal MISE nel 2020 sono andati di fatto esauriti, a dimostrazione dell’interesse degli italiani per le moto ecologiche.

INCENTIVI MOTO E SCOOTER 2021 ELETTRICI E IBRIDI: NUOVI FONDI

Secondo le indiscrezioni le risorse per i nuovi incentivi moto e scooter ammontano a 20 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2021 al 2023 e a 30 milioni di euro per gli anni dal 2024 al 2026 (30 milioni per ogni anno) e sono destinate all’acquisto di veicoli nuovi, di potenza inferiore o uguale a 11 kW, delle categorie L1e e L3e. In base alla classificazione dell’art. 47 del Codice della Strada le categorie L1e e L3e corrispondono ai ciclomotori e ai motocicli a due ruote. In particolare:

L1e: veicoli a due ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) non supera i 50 cc e la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) non supera i 45 km/h;

L3e: veicoli a due ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h.

Fino al 2020 compreso gli incentivi hanno riguardato ciclomotori e motocicli a due, tre o quattro ruote appartenenti a tutte le categorie di veicoli classificati sotto la lettera L (L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e) senza limiti di potenza. Nella bozza per il 2021 e per gli anni a seguire sembra che siano citati solo le moto L1e e L3e con potenza non superiore a 11 kW, bisogna capire se si tratta di un errore, di una notizia incompleta oppure di una limitazione voluta per convogliare le risorse verso i modelli elettrici più comuni, ossia gli scooter a due ruote (qui il test sui migliori scooter elettrici 11 kW in vendita nel 2020). Lo sapremo a breve.

INCENTIVI 2021 PER MOTO E SCOOTER ELETTRICI E IBRIDI: COME FUNZIONA

A parte ciò, e salvo ulteriori e non ancora comunicate modifiche, gli incentivi 2021 per moto e scooter elettrici o ibridi dovrebbero funzionare alla stessa maniera degli anni passati. I 20 milioni di euro stanziati serviranno pertanto per l’acquisto di moto nuove di fabbrica, elettriche o ibride e immatricolate in Italia nell’anno 2021 usufruendo di:

– contributo del 40% del prezzo d’acquisto fino a massimo di 4.000 euro (IVA esclusa), con contestuale rottamazione di un veicolo della categoria L omologato alle classi Euro 0, 1, 2 o 3 oppure oggetto di ritargatura nel 2012;

– contributo del 30% del prezzo d’acquisto fino a massimo di 3.000 euro (IVA esclusa), senza rottamazione.

COME OTTENERE GLI INCENTIVI MOTO E SCOOTER 2021

In attesa che la Legge di Bilancio venga approvata rendendo definitivi e operativi gli incentivi moto e scooter 2021, ricordiamo che per ottenere gli sconti non si deve fare nulla di particolare, perché la riduzione viene applicata direttamente sul prezzo di acquisto. Tocca solo al rivenditore, previa registrazione nell’Area Rivenditori della piattaforma messa a disposizione dal MISE, prenotare i contributi relativi a ogni singolo veicolo venduto e confermare poi l’operazione entro i successivi 180 giorni.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Revisione moto

Revisione moto: scadenze e proroghe per Coronavirus

Esami di guida moto: nuovi rinvii per il Coronavirus

Esenzione bollo moto

Esenzione bollo moto: chi può usufruirne