Assicurazione moto 50 cc: come funziona

Interessati a stipulare un'assicurazione moto 50 cc? Scoprite allora come funziona la polizza per i ciclomotori e come fare per risparmiare sul premio

20 settembre 2021 - 19:00

L’assicurazione moto 50 cc è richiesta obbligatoriamente a tutti i possessori di ciclomotori, che pur essendo veicoli a motore dalla potenza limitata e dalla velocità massima non particolarmente elevata, possono comunque procurare seri danni. A maggior ragione se si pensa che i motorini 50 cc si possono guidare fin dall’età di 14 anni, previo conseguimento della patente AM. Vediamo pertanto come funziona l’assicurazione moto 50 cc.

CHE COSA SONO I CICLOMOTORI

Il Codice della Strada definisce ciclomotori i veicoli a motore a due o a tre ruote con motore di cilindrata non superiore a 50 cc se termico, o di potenza non superiore a 4 kW se elettrico, e capacità di sviluppare su strada orizzontale una velocità fino a 45 km/h. Per circolare devono essere minuti di un certificato di circolazione, contenente i dati di identificazione e costruttivi della moto, nonché quelli della targa e del proprietario, e di un’apposita targa per ciclomotori. Come detto, per guidare un ciclomotore 50 cc bisogna avere almeno 14 anni, l’età minima per prendere la patente AM. Tuttavia per poter trasportare un passeggero bisogna avere quanto meno 16 anni. Come su qualsiasi altra moto, sui ciclomotori è necessario indossare il casco.

ASSICURAZIONE MOTO 50 CC: LA RESPONSABILITÀ CIVILE

Anche l’assicurazione della responsabilità civile è un requisito obbligatorio per circolare con un ciclomotore. Si tratta, come tutti sappiamo, di una copertura che risarcisce i danni a terzi, persone e/o cose (compresi i trasportati), in caso di incidente stradale causato dal conducente del motorino. Diciamo subito che l’assicurazione di una moto 50 cc non si differenzia particolarmente dalle polizze valide per altre tipologie di moto più potenti. Per sottoscriverne una basta dunque confrontare i preventivi delle tante compagnie assicurative (adesso si può usare anche il preventivatore ufficiale dell’IVASS) e scegliere quello più in linea con le proprie esigenze. Ricordandosi che la copertura assicurativa obbligatoria è solo quella della responsabilità civile, ma si possono aggiungere numerose garanzie accessorie per completare la protezione, alcune davvero utili come kasko, infortuni del conducente e furto e incendio.

ASSICURAZIONE MOTO 50 CC: COSTO DELLA POLIZZA

È difficile stabilire a priori quanto possa costare un’assicurazione per moto 50 cc. A determinare la tariffa contribuiscono infatti troppi fattori, dall’età dell’assicurato alla provincia di residenza, dalla classe di merito all’anzianità del veicolo. Il costo dell’assicurazione ciclomotore dipende anche dal numero di garanzie aggiuntive e dall’inclusione di eventuali clausole limitative o di ampliamento. Per esempio se si sceglie di estendere il massimale oltre i limiti stabiliti per legge o si opta per la rinuncia alla rivalsa, il costo della polizza aumenta. Con una formula di guida esperta o esclusiva il costo scende. Ci sono comunque tanti modi per pagare un premio meno oneroso, come chiedere la sospensione della copertura nel caso di utilizzo non continuativo, stipulare una polizza temporanea a o a km, oppure approfittare, se ci sono le condizioni, della nuova RC familiare.

UN MINORE PUÒ SOTTOSCRIVERE UN’ASSICURAZIONE MOTO 50?

La domanda è lecita: visto che i ciclomotori si possono guidare fin dall’età di 14 anni ma devono essere comunque assicurati, la polizza moto 50 può essere intestata a un soggetto minorenne? Premessa: la legge italiana non vieta a un minore di possedere un veicolo, a prescindere che abbia l’età per guidarlo e la patente adatta, giacché la capacità giuridica si acquista dal momento della nascita. In ambito assicurativo, però, le cose sono diverse: non si può intestare un contratto di un’assicurazione a un minore. Di conseguenza se il proprietario del ciclomotore può anche essere un under 18, il contraente della polizza dev’essere necessariamente un adulto, ad esempio uno dei genitori.

Tuttavia la classe di rischio viene calcolata sulla base dell’intestatario del mezzo e non del contraente della RC moto, col rischio di pagare un premio altissimo. Un bel rompicapo che si può superare con la RC familiare, che consente di usufruire della miglior classe di merito in famiglia, anche tra veicoli di diversa tipologia (p.es. un’auto e una moto) e pure al rinnovo della polizza. A patto però di avere un attestato di rischio ‘intonso’ relativamente agli ultimi 5 anni.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Area C Milano

Area C Milano: moto e ciclomotori pagano?

Revoca patente moto

Revoca patente moto: quando si verifica

Motorino elettrico

Motorino elettrico: si può andare in due?