Ducati Scrambler 800 Icon “secondo LEI”: fascino vintage e motore al top

L’intrigante Scrambler di Borgo Panigale si conferma mezzo divertente, facile da guidare e dal motore brioso. Adatta a centaure di tutte le taglie, ha un’unica pecca: scalda un po’

In occasione del Ducati Tour organizzato dallo staff dei brand Cdmmotors Ducati Napoli e Motoshop2000 presso Città della Scienza, non ci siamo fatti scappare la possibilità di testare la Ducati Scrambler 800 Icon.

  • Al primo sguardo

Con la Ducati Scrambler 800 Icon, si ha l’impressione di una moto molto elegante, essenziale, con un fascino vintage celato e allo stesso tempo, con dettagli all’avanguardia: una vera star. Linee curate, dettagli cromatici studiati e forma compatta fanno della Scrambler una vera calamita per gli occhi soprattutto delle ragazze. È stata, infatti, una delle poche occasioni in cui ho piacevolmente notato di non essere l’unica ragazza a cimentarsi nel test di questo modello, indice che, probabilmente, qualcosa nel mondo motociclistico femminile si sta finalmente muovendo. In effetti, c’era da aspettarselo: la Scrambler non è una moto che spaventa. L’ergonomia è infatti studiata con estrema cura e la sella è alla portata delle più bassine, tuttavia è una moto che non va sottovalutata: sebbene sia leggera, i cavalli ci sono e la potenza va dosata!

  • Com’è fatta?

La Ducati Scrambler Icon è una moto che convince innanzitutto per il design: sono tanti i dettagli, visibili e celati, che la rendono particolare nel suo stile unico. Il serbatoio a goccia in acciaio con guance intercambiabili in alluminio, ad esempio, dona esattamente il giusto stile che si richiede ad un modello retrò. Bella anche l’idea del porta targa montato sul forcellone. Il tutto è poi accompagnato da caratteristiche tecniche non da poco: motore bicilindrico da 803 cc, con distribuzione desmodromica a 2 valvole, raffreddato ad aria, iniezione elettronica, telaio a traliccio in tubi di acciaio, forcella a steli rovesciati, pinze Brembo, ABS, strumentazione digitale, luci a led e faro anteriore con lente in vetro e guida luce a Led. In sintesi: una moto bella e di contenuto, consigliata sicuramente alle amiche, ai giovanissimi e perché no, anche ai motociclisti più esperti che vogliono godere di un bel giro in stile vintage senza però rinunciare alle prestazioni.

  • Il mio TEST

Appena saliti in sella, si riesce subito a percepire un grande feeling con il mezzo: la sella è bassa (790mm), comoda ed imbottita, il mezzo è relativamente stretto, ciò dà sicurezza e consente ai piedi di toccare terra per un buon 80%, facilitando le manovre a noi ragazze. La posizione di guida sulla Scrambler è comoda e ciò rende il tutto più piacevole.
Ma il feeling continua anche alla guida: la moto è estremamente maneggevole, il motore è reattivo, il cambio fluido e la coppia corposa. I 75 cavalli garantiscono un’ottima ripresa accompagnati da un’egregia frenata. Il manubrio è largo ma insolitamente preciso, la moto, infatti, scende (inaspettatamente) subito in piega disegnando precise traiettorie, motivo in più per consigliarla alle amiche che tengono molto all’agilità e velocità nel misto stretto senza dover ricorrere necessariamente alla palestra.

In città: la moto fa il suo dovere. Le sospensioni sono ok e consentono di non risentire troppo delle eventuali buche e poi c’è un briciolo di elettronica che aiuta sempre. Il traffico si affronta agilmente e la frizione è morbida ed ergonomica, i comandi sono tutti facilmente azionabili ed a portata di mano (cosa che non dispiace a chi, come me, risente delle mani piccole). Unica piccola pecca: scalda un po’. 

  • In conclusione:

La Ducati Scrambler Icon è assolutamente promossa e consigliata alle amiche: piace per lo stile vintage a cui abbina belle prestazioni.

Un ringraziamento è d’obbligo per gli amici di Cdmmotors Ducati Napoli e Motoshop 2000 sempre gentilissimi, aspettando con ansia i prossimi eventi.

di Lucy Beth Moore

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *