BMW svela la guida autonoma su una R1200GS

La casa bavarese gioca il suo asso nella manica con due video in cui la maxi è in grado di reggersi in piedi e guidare da sola

Dopo la sportiva Yamaha guidata da un robot, alcuni concept avveniristici presentati negli anni e con il mercato automobilistico a un passo dalla commercializzazione delle auto a guida autonoma, era nell’aria la guida autonoma sulle due ruote

  • I video

 

  • La guida autonoma su due ruote

In questi due video possiamo vedere la muccona da viaggio di casa Bmw da 120Cv, 120 Nm e 240 Kg in ordine di marcia, destreggiarsi tra le curve di un circuito, ma senza nessun pilota che la comandi. Allestita in modalità da viaggio con tutto il reparto bauli e bauletti montati. Possiamo notare come gli ingegneri della Bmw abbiano montato un mini UFO sul bauletto posteriore, magari è questo il segreto…tecnologia aliena! I colleghi di Motoplus sono stati i primi testimoni di questa novità.

  • L’aria di Provenza fa bene alle moto

I video sono stati girati al centro prove BMW nel Miramas sud-francese venerdì scorso e sabato. In questo immenso e impressionante complesso ci sono tutta una serie di circuiti e piste di prova su cui BMW testa tutti i suoi nuovi motori e auto prima che entrino in produzione. Troverete inoltre una pista a tutto gas e un vero circuito da corsa: vari circuiti di handling, un corso cittadino e una vera pista fuoristrada.

  • Quasi come un film

Gli amici di Motoplus raccontano che un pilota collaudatore è arrivato guidando la GS su cui erano visibili solo un numero di telecamere e sensori e una grande antenna GPS sul bauletto. Il collaudatore si è fermato, è sceso ed ha trattenuto il GS per un po’ , dopodiché la moto ha proseguito da sola. L’idea alla base della moto semovente è la preoccupazione che la motocicletta venga dimenticata come utente della strada.

  • La sicurezza nel futuro

Le tecniche di guida autonoma in futuro potrebbero essere in grado di aiutare il motociclista anche come sistema di sicurezza, per rendere la guida in moto più sicura. Proteggendoti ad esempio da una collisione o da una caduta. Oppure intervenendo se il manto stradale diventa improvvisamente scivoloso.

  • I dubbi

Una domanda però sorge a noi di SicurMOTO. Durante tutto il giro, si può vedere aguzzando la vista, che la moto gira sempre con il cavalletto abbassato, fino a fermarsi per poi “caderci” sopra. Sarà da migliorare ancora? Tutta questa tecnologia sulle due ruote, sarà un bene o un male? Questo video probabilmente rappresenterà un prototipo da dover migliorare. Ma per quanto riguarda la seconda domanda, secondo la nostra personalissima opinione, se volete una moto che guidi anche da sola, compratevi una macchina o una bici.

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *