Test, Ligier JS50-L: operazione sicurezza

La Casa francese propone la sua JS50-L con cellula di sicurezza e barre antintrusione. Optional l’airbag, montato per l’occasione: ve ne mostriamo la procedura

Quando si parla di microcar, un quesito che assale molti utenti è quello inerente alla effettiva sicurezza di queste vetturette che spesso vediamo scorrazzare in città in mano ai giovanissimi. Una problematica che, ovviamente, vede i genitori in prima fila, che vorrebbero sincerarsi sulle effettive doti di protezione che possono offrire le microcar, prima di affidarle ai figli. Un’alternativa pratica e sicura rispetto alle due ruote. In quest’ottica, nonstante il mercato non faccia registrare più i numeri di qualche anno fa, le Case come la Ligier, leader del settore micorcar, è quanto mai impegnata nello sviluppo di soluzioni volte ad implementare (e migliorare) la protezione intrinseca delle microcar. La JS50- L protagonista del nostro test, ha dalla sua la possibilità di installazione di un sistema airbag, che riprende una tecnologia già abbondantemente sviluppata in campo auto con i primi sistemi di protezione, e che oggi, con semplici e veloci operazioni è possibile avere anche sulla “vetturetta” francese.

  • Tutto in 10 minuti. Basta poco

L’aribag della JS50-L si avvale di un semplice dispositivo meccanico, basato su un accelerometro che, in caso di urto, registra la decelerazione ed attiva il “bag” posizionato sulla testa del piantone di sterzo all’interno del volante. Nessun sensore sulla vettura o centralina, ma un sistema che fa della semplicità la sua carta vincente, anche sul fronte dell’affidabilità e del costo. L’installazione è semplice e veloce, non richiede più di 10 minuti e, al costo di 270 euro (cifra esigua rapportata ai 14.900 euro della Js50-L) offre un valido plus alla sicurezza. C’è da aggiugere che il sistema, pur presentando tanti aspetti che dovrebbero favorirne l’installazione a bordo (sicurezza, costo rapportato al mezzo) a quanto ci è stato riferito dal rappresentante della Casa francese ad oggi è stato richiesto da appena un 10% dei clienti che hanno acquistato la vettura. Una scelta che si fa fatica a comprendere.

L’installazione avviene semplicemente sostituendo il volante agendo su un bullone con testa ad esagono e posizionare il nuovo volante con alloggiamento ad hoc per la cellula dell’airbag. Un’operazione agevole, ma che è sempre consigliabile far eseguire da un tecnico esperto, per evitare malfunzionamenti dovuti ad un errato posizionamento.

Una volta rimossa la cover di sterzo, il bullone centrale è tutto ciò che occorre svitare, per rimuovere il volante e posizionare quello apposito ad ospitare il “cilindro magico”

Inserito li nuovo volante…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

… si posiziona la cellula che contiene il bag e l’accelerometro 

Terminato il lavoro, il sistema è pronto a fare il suo dovere, quando necessario

 

 

 

 

 

 

 

 

  •  Arrivano le barre antiuntrusione

Abbiamo avuto la possibilità, tra le altre cose, di poter saggiare le doti dinamiche di questa vetturetta nata per consentire piccoli e quotidiani spostamenti cittadini ai giovanissimi in possesso di patente AM. La piccola JS50-L  (dove L sta per “Large“, la versione di 15cm più lunga rispetto alla precedente) si è dimostrata molto efficace a livello meccanico e telaistico oltre che sul fronte dell’abitabilità. Il suo monociclindrico Lombardini da 480 cc DCI dotato di Common rail, si è fatto valere per spunto da fermo e buona regolarità di coppia. Buona ci è sembrato il sistema introdotto da Ligier per minimizzare il brusco attacco del variatore quando si da gas da fermi. Solo a freddo a mostrato il fianco ad una certa rumorosità avvertibile nettamente all’interno dell’abitacolo, ma dopo un paio di partenze tutto funziona al meglio e l’innesto della trasmissione viene essorbito bene ed  in maniera morbida. Buona anche la risposta delle sospensioni sull’accidentato pavè cittadino, assorbono bene ed in modo progressivo filtrando le esperità e garantendo un buon comfort di marcia. Meno buona invece l’insonorizzazione dell’abitacolo. Qui si paga pegno, probabilmente dovuta alla leggerezza ed ai materiali utilizzati per gli interni, che ci sono sembrati un po’ carenti nella zona del cruscotto, e la carrozzeria in ABS (la legge impone un limite massimo di peso per i quadricicli leggeri e pesanti adibiti al trasporto di persone di 350Kg e 400Kg a vuoto) che poco filtra le emissioni dal motore e dall’ambiente esterno oltre a presentare qualche risonanza. Inoltre non ci ha convinto il sistema dell’aria condizionata, con la pompa che presentava rumorosità di funzionamento, mentre è più che soddisfacente la capacità del bagagliaio, ampio e per ogni esigenza. Da segnalare l’adozione su questo modello di barre anti intrusione, realizzate con un tubolare di alluminio saldato ai montanti delle portiere che dovrebbe garantire un plus di sicurezza in caso di incidente migliorando la sicurezza passiva del quadriciclo. Quanto efficace sia la soluzione proposta non è dato giudicarlo inquanto manca una normativa di riferimento con crash test unificati per questo tipo di vetture ( QUI il risultati sui Crash Test EuroNCAP, e QUI la risposta in merito data dai vari produttori). Nel complesso la JS50-L ci ha convinto per le sue doti di telaio e motore: buono spunto, potente quanto basta per divertirsi (4Kw a 3400 giri min) e parco nei consumi. D segnalare, nella versione da noi testata, la presenza di un valido impianto hi-fi multimediale con display da 7″ e con blootouth e vivavoce, di buon livello. Per la sua microcar la Casa francese dichiara 2,5 l per 100 Km. A completare il quadro della Js50-L  ci pensano i 4 freni a disco e gli pneumatici di sezione maggiorata  da 15’’ e cerchi in lega.

La Ligier JS50-L è disponibile nelle concessionarie a partire da 14.990 euro, prezzo che arriva a 16.290 euro per la versione Elegance. Per entrambe è previsto di serie autoradio, kit vivavoce e climatizzatore.  Per ulteriori info http://ligier.it/js-50-l

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *