Caschi ai raggi X: AFX FX-99, l’alternativa

Il casco integrale AFX FX-99 messo letteralmente ai raggi x: scopri pregi e difetti di un casco pratico e conveniente e con qualche compromesso

12 marzo 2019 - 17:59

Il mercato dei caschi integrali è sempre un settore medio-alto. Produttori e venditori non premiano la fascia economica perchè, secondo loro, il cliente di un casco integrale non vuole semplicemente qualcosa da mettere in testa, ma questo è vero solo in parte. Questa categoria di prodotto ha una sua destinazione precisa che ora vi spiegheremo.

FX-99 da vedere

La AFX è un brand americano che distribuito in Europa tramite la multinazionale Parts Europe, ma anche se da noi è poco conosciuta, ha un catalogo molto ricco e variegato, di cui questo FX-99 è la punta di diamante. Il profilo del casco ha un aspetto piuttosto tradizionale, tondo nella parte posteriore e con la mentoniera alta. L’assemblaggio è migliorabile in alcuni particolari, ma le grafiche adesive sono applicate sotto uno strato generoso di trasparente, come tutti i caschi americani. La gomma della parte inferiore si allunga in avanti con un piccolo spoiler ed all’indietro con un labbro aerodinamico, che tradiscono la vocazione sportiva del casco.

FX-99 in mano

La calotta in termoplastica è unica per tutte le taglie e la nostra L pesa 1545 grammi. La visiera trasparente è più sottile dei caschi di ultima generazione, ma ha lo sgancio rapido. Gli interni sono sfoderabili e lavabili e ci sembra una fortuna, considerando che la tonalità grigio tortora minaccia di macchiarsi spesso e facilmente. Il casco AFX conta ben 6 estrattori, alcuni protetti da retine di vero metallo, con 4 ingressi: uno frontale e tre sulla mentoniera. Nella nostra prova abbiamo verificato che all’interno del casco passa una bella arietta, ma non abbastanza da sbrinare la visiera, per fortuna l’FX-99 è predisposto Pinlock.

FX-99 su strada

Nelle intenzioni della casa, questo avrebbe dovuto essere un casco racing e quindi il sottogola si chiude con un doppio anello (in titanio!), il bilanciamento è posteriore e l’imboccatura è stretta, mentre l’interno abbastanza comodo e confortevole. Notevole l’abitabilità anteriore, quasi da casco ADV. Appena si parte, ovviamente, il vento comincia a farsi sentire. Sarà che è un casco dall’impostazione sportiva, sarà che costa poco, ma la silenziosità non è il suo forte. Tra le simpatiche incongruenze di questo casco, notiamo la doppia omologazione ECE + DOT, con i loghi coperti dal trasparente, come vuole la legge americana per evitare le contraffazioni.

In conclusione

A chi serve un casco così? Forse a nessuno o forse a tutti, perchè se la “passeggera ufficiale” merita la Prima Classe, a tutti serve un casco da prestare ogni tanto da abbinare allo sccoter di riserva. Il casco che da usare ogni giorno senza il timore di maltrattarlo ogni mattina. L’AFX FX-99 può essere il casco da battaglia per garantirvi quella sicurezza in più, che qualunque integrale garantisce rispetto ai caschi jet. Il prezzo di listino della comodità è di 100€, tondi tondi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Caschi ai Raggi X: CGM 316S Indian, il primo casco

Caschi ai Raggi X: Scorpion Exo 1400 Air, una “goccia” da intenditori

Caschi ai Raggi X: CGM 307, la pantera silenziosa