Caschi ai raggi X: MT Helmets KRE Snake Carbon, l’erba voglio

16 gennaio 2019 - 13:09

Prima di cominciare chiariamo il dubbio che vi verrà leggendoci: MT Helmets non ci ha pagati. Grafica stupefacente e materiali di classe per un casco che entra a gamba tesa nel prestigioso mercato degli integrali racing

Il carbonio è l’oro di oggi, ma MT non si accontenta di spalmarlo sul suo casco top e lo intreccia a nido d’ape, con un effetto 3D che alla luce del sole fa venire i brividi e che forse, avrebbe meritato una grafica altrettanto raffinata. Se la livrea non fosse abbastanza, la linea del casco è affilata e moderna, con uno spoiler/estrattore posteriore ben proporzionato e piacevole. Siete incontentabili? Bene, perchè alla MT avevano voglia di esagerare ad hanno allestito un interno tra i più belli che abbiamo mai visto, in tessuto blu traspirante ed ignifugo exo-lining. Ma sapete che c’è di nuovo? Guardatevelo da soli!

KRE Snake in mano
La calotta viene stampata in tre taglia, ha la struttura in carbonio 100%, (rinforzata in alcuni punti, come si vede in radiografia) ed è rigidissima, così la casa l’ha abbinata ad una calotta interna in polistirene a densità differenziata, per ottimizzare la capacità di assorbire sia gli impatti ad alta che a bassa velocità. Non è un caso se il nostro MT Helmets risponde sia all’omologazione ECE che alle durissime normative americane DOT. Pochi caschi al mondo posso dire lo stesso. Tanta sicurezza si paga alla bilancia, che il KRE Snake Carbon blocca a 1425 grammi. Un buon valore per un integrale “normale” ma leggermente alto per un casco in carbonio. Anche il bel modulare Atom (che noi abbiamo provato) pagava lo stesso pegno alla doppia omologazione.

KRE Snake in testa
Calziamo l’integrale spagnolo abbastanza facilmente per essere un casco sportivo ed apprezziamo la qualità degli interni, lisci e morbidi ma sostenuti. L’abitabilità è buona, con tanto spazio davanti al viso ed una visibilità ampia. La visiera ha un meccanismo di sgancio rapido semplice ma efficace, la predisposizione sia per la Pinlock Max Vision 100% che per le pellicole a strappo tear-off. Un dentino di blocco la mantiene chiusa in velocità ma non da’ la possibilità di lasciare aperto lo spiraglio da autostrada. Inutile dirlo: la cinghietta ha una chiusura a doppio anello.

KRE Snake su strada
Girando in moto con il nostro MT Helmets, apprezziamo il bilanciamento neutro e la visibilità, che non risente della grossa mentoniera tipica dei caschi da pista. Le tre prese d’aria hanno le chiusure un leggere, ma sono ben distribuite, e la nostra sensazione invernale è che funzionino anche piuttosto bene. Rispetto ad altri caschi sportivi lo Snake è molto silenzioso, sia in città che in autostrada almeno fino a circa 100 Km/h, poi il vento si fa sentire, ma sempre entro limiti ragionevoli. Il profilo del casco si infila bene nel vento e non oppone grossa resistenza, ma girandoci avvertiamo un pò di effetto vela.

In conclusione
Recensire un casco del genere è davvero difficile, perchè la bontà del progetto ed il prezzo aggressivo lo rendono praticamente impossibile da criticare, forse l’unica cosa sulla quale la casa deve lavorare sono le grafiche, che qui ci sembrano meno ambiziose di altri prodotti della casa. In sè il KRE Snake Carbon è un casco versatile e comodo, adatto un pò a tutti gli utilizzi, ma che consigliamo sicuramente a tutti i possessori di naked sportive o di moto carenate ad alte prestazioni. Sopratutto i ragazzi lo ameranno, sia per l’esotica finitura in carbonio a nido d’ape, sia per il prezzo di 309,90 € (magari da scontare), che lo rendono un sogno realizzabile da molti.

SicurMOTO.it ringrazia A2 Agency, distributore MT Helmets per Italia ed i nostro amici di DEA Moto, dealer del marchio per Napoli e provincia

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Caschi ai Raggi X: Scotland 120009, Mister Leggerezza

Caschi ai Raggi X: AGV K5 Jet – Molto più della metà

Dainese Smart Jacket: il nuovo moto airbag indossabile