Aprilia V4 Multimedia Platform – l’ingegnere di pista personale

22 febbraio 2017 - 23:01

Il viaggio nelle APP dedicate alle moto più tecnologiche continua con la più preziosa del lotto, la V4-MP della Aprilia: trasforma il vostro cellulare in un vero computer di settaggio e potenzia realmente le possibilità della vostra moto
Le app che abbiamo analizzato finora avevano l’unico limite, di funzionare solo come dispositivi di lettura dei parametri della moto.  Strumenti molto potenti e sofisticati, assolutamente innovativi, ma ancora sulla superficie delle possibilità offerte dalla moderna tecnologia. Gli insaziabili però volevano qualcosa di veramente professionale, un’interfaccia attiva per cambiare i parametri interni di moto e motore. Aprilia ha pensato a loro con la V4 Multimedia Platform, e credeteci: non resteranno delusi!

more

  • Ancora Multimedia Platform


Il gruppo Piaggio è da anni molto attivo nello sviluppo di app che aumentino l’esperienza di guida e la V4-MP si basa su un software comune anche a Piaggio e Moto Guzzi, che chi ci segue conosce bene. Alla prima apertura, la app ci chiede per la prima ed unica volta che moto abbiamo tra RSV4 e Tuono. Ovviamente scegliamo la Superbike, perchè sognare è gratis. Si passa quindi alla homepage, che qui si chiama menu e visualizza tutte le sezioni della Platform: Cruscotto, pista, mappa, viaggio, opzioni, istruzioni, manuale e note legali. Diversamente dalle altre versioni, con la V4-MP basta tenere due dita sullo schermo per tornare velocemente a questa pagina.

  • Cruscotto

Gli strumenti visibili su questa schermata sono tre, uno circolare a lancetta e tre riquardi numerici. Scorrendo le due freccette ai lati, sul principale possiamo visualizzare: velocità, velocità media, rollio (angolo di piega), slittamento, forza G, contagiri, marcia (con indice di cambiata), apertura del gas, potenza istantanea, coppia, consumo istantaneo, consumo medio, batteria, temperatura. i riquadri laterali hanno le stesse funzioni nello stesso ordine. Ovviamente vengono saltate le funzioni già aperte da un’altra parte. Le grafiche sono azzeccate e divertenti, l’accoppiamento nero-grigio-rosso fluo, invece, non sarà il massimo dell’eleganza, ma è ben leggibile. In alto intravediamo le spie di allerta del controllo di trazione e dell’angolo di piega.

 

  • Pista

Il menù Pista è la vera camera dei giochi per gli amanti delle cinquanta sfumature di motociclismo. Si tratta dell’elenco delle principali piste internazionali su cui, grazie al GPS del telefonino, la moto può modificare il settaggio di traction control ed anti wheelie curva per curva. Un pacchetto di impostazioni precaricato si basa sulle esperienze dei team ufficiali in SBK, ma ovviamente lo possiamo modificare a nostro piacimento.  Abbiamo anche una sezione cronometrica, che attiva anche l’animazione della nostra posizione istantanea in pista e visualizza una serie di parametri selezionabili, come la schermata Cruscotto. Purtroppo l’elenco delle piste sembra chiuso, quindi non c’è la possibilità di scaricare o programmare da sè le piste minori, proprio quelle sulle quali giriamo nei weekend. Un peccato davvero grave.

  • Mappa, Viaggio ed Opzioni

Queste pagine del V4-MP non  si discostano dalle app sorelle di Piaggio e Guzzi (ecco i link per vederle da vicino: Piaggio PMP
, Guzzi GMP
) . Come Mappe C’è una schermata di Google Maps, senza possibilità di usarla da navigatore, con gli interruttori per il Find My Bike, il ritorno al menu, la colonnina di benzina per visualizzare i distributori più vicini ed un centratore. Stranamente non abbiamo il sistema di ricerca per officine Aprilia. La funzione benzina si attiva da sola se scatta la riserva e ci conduce al distributore più vicino.
La seconda schermata è sintetica e ben leggibile. Possiamo vedere tutti i principali parametri del viaggio in corso oppure richiamare quelli di un viaggio precedente. In questo caso possiamo scorrere la cartina del vecchio itinerario e vedere punto per punto tutti i valori della moto: giri, velocità…
le Opzioni sono l’attivazione del touch e del find my bike, la registrazion dati ed il livello di intervento per l’allarme del rollio. L’unica novità è il reset del Diagramma G-G, dove vengono registrate le forze G applicate alla moto.
Alla fine c’è il manuale della RSV4 e le note legali.

  • In conclusione


Il gruppo Piaggio ha imboccato la strada giusta. Già le app Piaggio, Guzzi e AMP per la Caponord erano esclusive ed innovative, ma la V4-MP aumenta enormemente le possibilità di gestione della moto e più impegno significherà più soddisfazione nel guidarla. Qualcosa da migliorare ci sarebbe, ma soprattutto l’elenco delle piste è davvero troppo ristretto, noi ci metteremmo anche l’opzione per inserire un tracciato ex novo, che sia la nostra solita pista o la strada che facciamo sempre con gli amici, ma sarebbe istigazione a delinquere.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Corso di guida sicura moto: la nostra giornata a Misano

Air Tender: come funzionano le sospensioni italiane dell’Africa Twin

Cityscoot amplia il servizio a Milano, ma pensa già a Roma