I sorpassi, sicuri di compierli correttamente?

27 ottobre 2009 - 8:00

Prima di sorpassare, anche la tipica coda di auto, occhio agli specchietti retrovisori (ed eventuale lifesaver check
): c’è sempre uno scooterista o uno un motociclista inesperto (o idiota) che arriva da dietro ..a manetta: ignorarlo o non poterlo vedere prima di mettersi in sorpasso (se proprio lo volete fare) significa tagliargli la strada. Più esso sarà idiota e più veloce arriverà.

In caso vi troviate in autostrada o in tangenziale (extraurbane principali) in coda: attenzione alla corsia di emergenza: non si può usare, pena il ritiro della patente! Se proprio volete rischiare, fate attenzione ai mezzi che vi si introducono illegalmente (come voi) senza guardare se arriva qualcuno. Eventuali sorpassi della coda andrebbero fatti sulla strada regolare (no emergenza) e a bassa velocità. Il codice stradale prevede la possibilità di marciare parallelamente, ma solo in caso di lunghe code e a bassissima velocità.more


Mantenere le distanze durante il sorpasso: se rimanete troppo vicini ai mezzi che sorpassate o, addirittura, gli viaggiate paralleli,rischiate di finire (e rimanere) nella loro “zona cieca” e (terribile) non lascerete spazio al mezzo che state sorpassando per evitare un ciclista, un pedone o un’altra auto che sbuca.

Nei casi in cui stiate sorpassando una coda di auto (se proprio lo volete fare
) tenete la dovuta distanza; se con la distanza non ci passate: non sorpassate, anche perché potrebbe esserci il solito automobilista imbecille che decide improvvisamente inversione a “U” senza curarsi di chi arriva da davanti o da dietro.

Gli autobus in fermata non si potrebbero sorpassare. Il motivo è semplicissimo: le persone che scendono spesso si proiettano sulla strada, sbucando all’improvviso oltre la testa del bus, senza preavviso alcuno. Stessa nota anche per le (poche) auto che si fermano o rallentano per far passare i pedoni.

Se proprio non resistete e volete passare comunque: ricordatevi che la manovra va fatta solo se c’è abbastanza spazio per transitare a distanza dal mezzo in fermata e soprattutto molto lentamente e con attenzione.

Fate rumore: non come fanno i tamarri togliendo i “dbkiller” dagli scarichi! Fate rumore prima e durante i sorpassi; magari scalando una marcia mantenendo la stessa solita (moderata vero?) velocità. Gli automobilisti “sordi” non vi sentiranno comunque perchè hanno la musica UNZ a tutto volume, ma gli altri, quelli che stanno per sterzare improvvisamente, lanciare il mozzicone di sigaretta o per sputare fuori dal finestrino, vi sentiranno ed esiteranno (o sputeranno appositamente). In ogni caso saranno al corrente della vostra presenza.

3 commenti

La foga del pivello | SicurMOTO.it
0:00, 16 marzo 2010

[…] città le insidie principali sono gli animali, gli automobilisti e la velocità. Compiere sorpassi non è un’operazione facile come sembra. Bisogna riprenderci la mano un po’ alla volta. La […]

Cacciavite
0:00, 14 novembre 2009

Perfette precisazioni bruce0wayne!
Ma mai dare per scontato che venga compreso quel che ormai è consuetudine, come il viaggiare stile nuvola di moscerini tutti in una corsia … un nonnulla e tutti giù per terra.

Non volevo farti le bucce, è che sono esasperato e sfiduciato, cercherò di imparare da te che sei più garbato, ciao!

Cacciavite
0:00, 13 novembre 2009

Scrivi “Il codice stradale prevede la possibilità di marciare parallelamente …” a che tipo di marcia parallela ti riferisci?
Se ci sono 2 o più corsie ciascun veicolo, occupando la sua corsia, può marciare parallelamente. Inoltre è lecito, ma senza cambiar corsia, il superamento a destra; lecito anche in autostrada, anche se lì è ben più pericoloso.

Occhio infine al sorpasso di code di auto:
Art. 148 CdS comma 11 “È vietato il sorpasso di un veicolo che ne stia sorpassando un altro, nonché il superamento di veicoli fermi o in lento movimento ai passaggi a livello, ai semafori o per altre cause di congestione della circolazione, quando a tal fine sia necessario spostarsi nella parte della carreggiata destinata al senso opposto di marcia. ”
Sono 3 mesi di patente, oltre alla sanzione!!!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

La checklist della partenza secondo SicurMOTO.it

Come affrontare il caldo in moto: i consigli del medico

Corso di guida sicura moto: la nostra giornata a Misano