Assicurazione moto con Bersani: quanto costa a una famiglia

Le tariffe assicurative italiane sono le più alte d'Europa. Come si può fare per risparmiare? Ecco quanto costerebbe a una famiglia assicurare 3 moto con il Decreto Bersani

17 aprile 2019 - 9:47

Le tariffe assicurative italiane sono le più alte d’Europa, in alcune regioni raggiungono livelli enormemente alti anche in proporzione al reddito medio della popolazione. Quanto paga una famiglia qualunque e come si può fare per risparmiare? Abbiamo inventato una famiglia tipo con l’esigenza di confrontare le assicurazioni nelle principali città italiane.

La famiglia Sicurtà vive ad Aosta, una città davvero bella e premiata da tariffe assicurative amichevoli. Del resto lì accadono meno sinistri delle grandi città e le polizze costano meno. Donato Sicurtà, il capofamiglia, ha avuto una promozione e questo comporterà un trasferimento. La società per la quale lavora gli ha proposto tre destinazioni: Milano, Roma e Napoli. Lui vorrebbe andare alla sede centrale di Roma, dove le possibilità di carriera sono migliori. Il figlio maggiore Giuseppe, invece, è fidanzato con una ragazza di Milano e per lui sarebbe il massimo andare a vivere vicino al suo amore. Il più piccolo, Lorenzo, ha sempre avuto un’attrazione per Napoli, tifa anche per gli azzurri di Ancelotti e sognerebbe di andare a vivere all’ombra del Vesuvio.
Donato Sicurtà, però, è un tipo pignolo sta valutando il costo delle assicurazioni, perchè tutti i maschi in famiglia sono appassionati biker e le polizze di tre moto potrebbero pesare sul bilancio familiare. Sfruttando i comparatori online, la famiglia sta facendo i preventivi nelle varie destinazioni. Vediamoli insieme.

I Sicurtà

Donato ha 50 anni e fa l’avvocato. E’ nato nella bellissima Mondello, vicino Palermo, ma risiede ad Aosta. Sulla sua vecchia moto ha maturato una prima classe della quale, grazie alla legge Bersani, potranno beneficiare anche i figli. Ha il massimo dei punti sulla patente e sta per comprare una fiammante BMW R1250 GS, con antifurto satellitare, con la quale farà circa 3500 Km all’anno. Giuseppe ha 18 anni, la patente A2 e desidera una Honda CBR500R che, quando non sarà nel box di papà, sarà legata con una solida catena, come lo scooter di Lorenzo, sedicenne con la patente A1, che ha chiesto un SH 125 con ABS e papà non potrà negarglielo, visti gli ottimi risultati a scuola. Come ogni vero biker, ogni maschio Sicurtà vorrebbe guidare solo la sua moto e non farla guidare a nessuno, ma ci saranno delle eccezioni.

Donato su BMW R1250 GS

La prima cosa che papà Donato ha visto, con la sua pignoleria, è che dei due comparatori commerciali più diffusi e reclamizzati, ce n’è uno che, per le necessità della famiglia Sicurtà, è spesso più economico dell’altro. Nel capoluogo lombardo la prossima BMW di Papà verrebbe a costare 240 euro con la compagnia più economica, la seconda classificata è a quota 278 euro. Il secondo comparatore invece, mette la polizza meno costosa a 282 euro. A Roma il sito migliore propone il primo prezzo a 475 euro ed il secondo a 712 euro, mentre il sito concorrente parte da 720 euro. Napoli è sulla luna con 1437€ per entrambi i preventivatori, che davanti ad una pizza si trovano d’accordo.

Giuseppe su Honda CBR500R

Il diciottenne Giuseppe non vede l’ora di portare la sua ragazza in giro per Milano, dove la polizza minima costa 581 euro su un sito e 313 euro sull’altro. Se invece la famiglia scegliesse la capitale, l’assicurazione salirebbe a 916 euro sul primo sito e 531 euro sul secondo. Se questi sono i primi prezzi, i secondi sono molto più alti: a Milano arrivano vicino a 700 euro ed a Roma superano i 1000 euro! Un dettaglio importante per capire l’importanza dei comparatori, capaci di individuare l’unica assicurazione realmente conveniente nel mucchio. Napoli ancora una volta fa scoppiare il termometro con preventivi di 1491 e 1542 euro, quasi un quarto del prezzo della moto nuova.

Lorenzo su Honda SH 125 con ABS

Il più piccolo ha un’età non prevista dai siti online e quindi bisognerà intestare lo scooter a papà, eliminando la clausola della guida esclusiva. In questo modo assicurare il 125cc di Lorenzo a Milano viene a costare 398 euro su entrambi i siti. A Roma 575 euro, anche stavolta su entrambi i comparatori. A Napoli 1491 o 1506 euro, prezzi praticamente uguali alla 500cc del fratello maggiore. Ma per risparmiare nessuno ci impedisce di intestare il motorino a mamma, funzionerà? A Milano la soglia scende a 365 euro, a Roma 528 euro ed a Napoli 1382 euro. Prezzi sempre uguali su entrambi i siti e leggermente più economici delle tariffe di papà. Questa può essere una soluzione!

In conclusione

I comparatori online sono uno strumento efficacissimo per risparmiare, perché  in Italia la concorrenza tra le grandi assicurazioni è all’acqua di rose: i siti sono gli unici in grado di confrontare tutte le compagnie, anche quelle meno conosciute, per individuare se una ha prezzi inferiori alla media, come abbiamo visto. Se poi temete le truffe, non preoccupatevi, sul sito dell’ANIA, si trova l’elenco aggiornato delle compagnie assicurative autorizzate ad operare in Italia. Per completezza dobbiamo dire che oltre a quelli commerciali, il Ministero dello Sviluppo Economico ha un configuratore istituzionale, che però di solito non è competitivo come prezzi. Per cambiare le cose le compagnie dovrebbero temere di perdere i clienti, altrimenti non abbasseranno mai i prezzi e quindi il nostro consiglio è di rifare tutti i preventivi ad ogni scadenza, per scatenare una vera concorrenza. Esiste poi il discorso delle differenze territoriali, ma è un tema delicato, sul quale torneremo presto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Genova: il blocco degli scooter fino a Euro 2 e quelli esentati

Monopattini elettrici: Milano e Torino avviano la sperimentazione

Omologazione caschi FRHPhe-01: la MotoGP è nel caos