Porta targa moto laterale: è legale?

Il porta targa moto laterale è tra le modifiche più in auge, ma ci sono casi in cui si è passibili di multa: ecco cosa dice il Codice della Strada

21 maggio 2021 - 12:42

Il porta targa moto laterale è uno degli accessori più in voga, che spesso ingenera un forte dubbio: è legale o no? Ovviamente non parliamo della targa laterale fin dall’omologazione e immatricolazione. Parliamo invece della pratica molto diffusa sulle moto custom (e non solo) di spostare la targa dal centro al lato della ruota. Ecco cosa dice il Codice della Strada e quando si rischia una multa per il porta targa moto laterale.

SPOSTARE LA TARGA MOTO ACCANTO ALLA RUOTA, RISCHI E MULTA

Il porta targa moto laterale, al di là delle motivazioni funzionali, è un accessorio che negli ultimi anni si sta diffondendo sempre di più anche tra le moto personalizzate in stile cafè racer. Ma come molti sapranno, la posizione della targa non può essere casuale, e questo vale per tutti i veicoli. Così come spostare la targa al lato della moto può portare inevitabilmente a:

– impossibilità di effettuare la revisione periodica, se la modifica è fatta prima del collaudo;

multa da 87 a 345 euro e fermo amministrativo per tre mesi se si è sorpresi in strada. Ma non solo, se l’infrazione è ripetuta nei 24 mesi successivi, scatta la confisca del motoveicolo;

Il modo per evitare problemi con la targa moto laterale è assicurarsi che sia nella giusta posizione e sempre visibile. E adesso capiamo meglio come.

MONTAGGIO PORTA TARGA MOTO LATERALE: QUANDO E’ LEGALE

Per fare chiarezza sul porta targa moto laterale, dobbiamo riferirci all’articolo 100 del Regolamento di attuazione del Nuovo Codice della Strada. In particolare, si può considerare legale la posizione laterale della targa moto quando:

– il bordo laterale del porta targa moto non fuoriesce dalla sagoma, individuata dall’estremità del manubrio;

– è posta a un’altezza minima dal suolo non inferiore a 20 cm;

– è visibile da qualsiasi distanza, in un angolo di 30 gradi dal bordo laterale del porta targa moto al piano longitudinale mediano del veicolo;

Queste disposizioni comportano delle accettabili restrizioni per impedire l’intenzione di spostare la targa moto lateralmente per nasconderla ad autovelox o impedirne l’identificazione.

PORTA TARGA MOTO LATERALE: IN QUALI CASI NON SI PUO’ CONSIDERARE REGOLARE

In definitiva quindi il porta targa moto laterale può creare problemi se emerge un’evidente difficoltà a leggere la targa da una prospettiva laterale. Di conseguenza, più è spostata verso il mozzo ruota, maggiore è la difficoltà a leggere la targa nel suddetto angolo di 30 gradi, a meno di essere molto vicini al motociclo. Ma non solo, poiché a peggiorare la situazione potrebbero essere le borse laterali, o l’inclinazione della targa che deve seguire gli stessi criteri di leggibilità. Ovviamente si dà per scontato che oltre a montare il porta targa moto laterale, devono essere presenti tutti i dispositivi luminosi previsti in sede di omologazione, quali catadiottro e luce targa.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incidente autostradale in moto

Incidente autostradale in moto: come chiamare i soccorsi

Viaggi sicuri in moto

Viaggi sicuri in moto 2021: dove si può andare in estate

Passo Giau in moto

Passo Giau in moto: l’itinerario per arrivarci