14° Memorial Spadino: tutti insieme per ricordare un eroe

Domenica 7 Aprile io CIM da appuntamento al traforo del Monte Bianco per ricordare “Spadino” alias Pierlucio Tinazzi ed il suo eroico gesto.

Questa commemorazione giunta alla quattordicesima edizione, da quest’anno organizzata dal Coordinamento Italiano Motociclisti, è stata fortemente voluta e ideata dal CM per ricordare l’estremo gesto di solidarietà compiuto da Pierlucio Tinazzi, soprannominato “Spadino” per l’esile corporatura, durante l’incendio che avvenne nel tunnel del Monte Bianco il 24 Marzo 1999.

  • Con la moto… sfidando le fiamme

Non appena venne segnalato l’allarme per l’incendio dell’autotreno nel tunnel, Spadino entrò con la sua motocicletta nella galleria, nel tentativo di prestare soccorso alle persone che erano nei veicoli entrati prima del blocco del tunnel. L’ultima azione che riuscì a compiere fu di portare una persona che stava male per il fumo in una cabina di sicurezza. L’incendio però si propagò velocissimo, violento e per oltre 50 ore, e quella cabina non riuscì a farli sopravvivere.

  •  Un appuntamento per tutti i motociclisti

Da allora ogni anno viene organizzato il Memorial Spadino, una commemorazione per ricordare la generosità e la solidarietà di un uomo, di un motociclista, quindi di uno di noi, che volle impegnarsi per gli altri senza pensare alla propria incolumità. Un raro gesto di altruismo che venne riconosciuto con la Medaglia d’Oro al Valore Civile. Ma in questa occasione vogliamo anche ricordare tutte le vittime di questo incidente, coinvolte in un evento che, come risulta dal processo che ne è seguito, avrebbe potuto avere una diversa evoluzione se la sicurezza all’interno del tunnel fosse stata gestita in modo diverso. Vogliamo anche ricordare l’impegno delle squadre di soccorso, Italiane e Francesi, che si sono impegnate continuamente per oltre 50 ore per cercare di spegnere l’incendio, agendo anche loro in una situazione di forte rischio, dove anche un vigile del fuoco francese ha perso la vita.

  •  Da allora passi importanti per la sicurezza

Successivamente a questo evento il tunnel è rimasto chiuso per tre anni, le strutture di sicurezza del tunnel sono state totalmente riprogettate e sono state anche modificate le procedure di emergenza. Oggigiorno non è più possibile che si ripeta un evento come quello del 1999, ed è una dimostrazione che quando si vuole fare davvero qualcosa per migliorare la sicurezza di circolazione, è possibile ottenere risultati concreti.

  •  La solidarietà dei centauri… 

Da sempre il Memorial Spadino è un evento che per un giorno fa ricordare il valore della solidarietà tipica dei motociclisti, che per un giorno riporta alla attenzione delle istituzioni l’importanza della sicurezza delle strutture in cui si svolge il traffico veicolare, ma da questa edizione vogliamo che il ricordo non si limiti ad un giorno solo.

Riteniamo infatti che il ricordo di quanto avvenuto debba essere mantenuto vivo per i restanti 364 giorni dell’anno, che i motociclisti si rendano conto di quanto sia importante la solidarietà e di come le situazioni relative alla sicurezza possano cambiare, quando lo si vuole davvero. Spetta quindi ai motociclisti mostrare la loro solidarietà restando uniti, come lo sono sempre stati sul piazzale del Tunnel, per tenere alta l’attenzione delle istituzioni sulle problematiche della sicurezza stradali, perché la scarsa sicurezza delle strade, a partire dalla questione dei guard rail, è qualcosa che ci riguarda tutti i giorni dell’anno.

  •  Il programma della giornata: domenica 7 aprile 2013

Ore 14:00 – Ritrovo a Morgex (AO), al Piazzale del Mercato. (Autostrada A5 – Direzione Traforo del Monte Bianco – Uscita Morgex)

Ore 14:30 – Partenza alla volta del Traforo del Monte Bianco – Incontro con i motociclisti Francesi e la FFMC sul piazzale del Tunnel

Ore 15:00 – Cerimonia di commemorazione

Ore 15:30 – Rinfresco sul piazzale italiano del Traforo

Chi partecipa al Memorial Spadino partecipa al ricordo della estrema solidarietà mostrata da un un motociclista in un momento di crisi.

Il Coordinamento Italiano Motociclisti, inoltre, invita tutti gli utenti delle due ruote a non limitare la partecipazione ad un solo giorno: e un modo per portare avanti tutto l’anno l’impegno per la nostra sicurezza è quello di partecipare all’attività del Coordinamento stesso, sostenendolo, impegnandosi a favore delle sue attività, restando aggiornati sulle attività che il CIM svolge e sugli eventi che verranno organizzati.

Solo restando uniti, è l’appello del CIM, i Cittadini in Moto potranno tutelare la propria sicurezza ed i propri diritti!

Info: www.cim-portale.it e www.cim-fema-it

 

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *