La Mugen svela un nuovo motore bicilindrico

17 aprile 2018 - 17:01

La casa motoristica giapponese svela un nuovo motore bicilindrico 1400 raffreddato ad aria
Il produttore di motori giapponese ha presentato all’ultimo Tokyo Bike Show un motore a benzina nuovo di zecca. Al momento è solo un prototipo, ma dovrebbe diventare realtà entro il 2020.

more

  • Un po’ di storia prima di iniziare

La Mugen Motorsports è una azienda costruttrice di motori. Giapponese, fondata nel 1973 da Hirotoshi Honda, figlio del fondatore della Honda Motor Company, Soichiro Honda. La Mugen ha sempre operato in campo motoristico collaborando strettamente con la casa “madre”, o meglio “padre” in questo caso, Honda. Nonostante il legame parentale, la Mugen non è, e non è mai stata, di proprietà della casa dell’ala. La Mugen è anche molto conosciuta per le sue moto elettriche vincitrici più volte al TT Zero, Tourist Trophy Zero Emissions.

 

  • Lento ma Violento

Durate il 45° Tokyo Bike Show, Mugen ha dimostrato che non si è dimenticata come si fanno i motori a benzina, presentandone un nuovo propulsore per le due ruote: un bicilindrico a V da 1.400 cm3 quattro valvole, raffreddato ad aria, ispirato al motore realizzato per la Mugen MRV1000 degli anni 70. Il nuovo MRV1400 ha lo stesso aspetto del predecessore, cosa che lo fa apparire moderno e antico allo stesso tempo; presenta un sofisticato sistema di lubrificazione, ma adotta anche carburatori Keihnin, i quali non aiutano a rispettare le normative sulle emissioni, il che potrebbe portare questo motore a diventare un’ottima base per i customizer USA che non si sentono moralmente obbligati a seguire tali normative.

 

  • Quando sarà realtà

Secondo Mugen questo concept si tradurrà in realtà nel 2020 e bisognerà attendere ancora un po’ prima di vederlo montato su un prototipo. Nel frattempo, a Tokyo è stato svelato anche un bozzetto di una roadster dotata del nuovo motore, chiedendo al pubblico se Mugen avrebbe dovuto realizzare la nuova MRV1400. La conseguente risposta è stata fortemente affermativa, quindi ora non ci resta che attendere.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Corso di guida sicura moto: la nostra giornata a Misano

Air Tender: come funzionano le sospensioni italiane dell’Africa Twin

125 in autostrada: ok dal nuovo Codice della Strada