Specchietti Retrovisori Moto: come usarli nel modo corretto

Gli specchietti retrovisori in moto sono più che semplici accessori estetici: come usarli e i consigli per evitare incidenti

25 maggio 2021 - 11:00

Gli specchietti retrovisori sulle moto sono utilissimi soprattutto prima del sorpasso. Una moto senza specchietti retrovisori, o con gli specchietti molto piccoli (o inesistenti), sarà anche esteticamente accattivante, ma è poco sicura da guidare, perché espone al rischio di incidenti. Ma come bisogna usare gli specchietti affinché siano davvero utili? Ecco le risposte.

Aggiornamento del 25 maggio 2021 con miglioramento della leggibilità e contenuti più utili e attuali

USARE GLI SPECCHIETTI IN MOTO NON E’ FACOLTATIVO MA SALVA LA VITA

Nella guida della moto su strada non è concepibile voltarsi come fanno i piloti in pista: è scomodo e pericoloso. Non si può girare la testa completamente all’indietro, ma è indispensabile poter controllare cosa succede alle proprie spalle prima di spostarsi o effettuare altre manovre invasive come i sorpassi, senza per forza distogliere l’attenzione dalla strada davanti. Al massimo è utile voltarsi per buttare un’occhiata veloce alla “zona cieca” prima d’immettersi dalle corsie di accelerazione o prima di svoltare o di uscire dalle rotonde, soprattutto nei luoghi trafficati. Si tratta di quella zona laterale non riflessa nei retrovisori della moto.

SPECCHIETTI RETROVISORI E ZONA CIECA IN MOTO

In inglese questa abitudine è detta non a caso “lifesaver check” (letteralmente: “controllo salvavita”). Una consistente parte degli incidenti stradali tra moto e auto che non si vedono è causata dalle mancate precedenze. Esattamente ciò che invece si può prevenire usando gli specchietti retrovisori in moto. Ricordate però che gli specchietti sono molto utili, ma non sono infallibili. Oggi molte auto moderne montano specchietti retrovisori che limitano la “zona cieca”, nonostante la superficie dello specchio sia normata e non casuale. La “zona cieca” in moto è più ampia di quella delle auto. Questo perché già il solo casco limita la visuale periferica più di quanto non facciano le strutture delle auto (dipende poi dal tipo di auto). Ma non solo, in moto, non esiste lo specchietto centrale come nelle auto.

RETROVISORI E MANOVRE IN MOTO

A proposito di retrovisore centrale: attenzione anche ai mezzi nelle fasi di retromarcia improvvisa. Capita spesso erroneamente di viaggiare in moto immediatamente dietro mezzi pesanti di grandi dimensioni, anche in percorsi urbani o molto lenti. Può capitare che in caso di retromarcia senza si venga travolti senza avere il tempo di trovare una via di fuga. Meglio tenersi un po’ di spazio di manovra e una certa distanza di sicurezza,  ma soprattutto cercando di posizionarsi sempre lateralmente alla zona posteriore di altri veicoli, in modo da poter essere visti dagli altri conducenti.

1 commento

carlo.salemmi0_15551636
9:41, 30 luglio 2021

Esatto, gli specchietti sono fondamentali quando si va in moto, per questo è bene investirci. Io ad esempio ho scelto gli specchietti retrovisori Stealth di Rizoma aerodinamici e innovativi, una bomba!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Strisce blu moto

Strisce blu: le moto possono parcheggiare?

L’iPhone in moto si danneggia: Apple avvisa i clienti

Sospensione patente moto: quando avviene, come riaverla