Il mercato moto impenna: +27% di vendite a marzo 2018

Il mercato moto e scooter si risveglia con la primavera: a marzo 2019 le immatricolazioni degli scooter sopra i 125 cc crescono più delle moto

4 aprile 2019 - 9:00

Un primo trimestre positivo per il mercato moto che si conclude con l’impennata di vendite a Marzo. Mentre il mercato delle auto stagna, penalizzato dalle incertezze del settore, Moto e Scooter continuano a macinare record di vendite, tranne i cinquantini ormai in caduta libera.

Il Trimestre

La situazione del mercato automobilistico nazionale sta segnando il passo e le due ruote ne raccolgono i frutti. Nel primo trimestre del 2019 sono stati immatricolati 54.858 veicoli (dai 125cc in su), con una crescita del +18,9%, rispetto allo stesso periodo del 2018. In particolare gli scooter venduti da Gennaio sono stati 27.900 (+21,9%) mentre le moto 26.958 (+15,9%). Il mercato dei ciclomotori, contrariamente, continua ad affondare, zavorrato da costi fissi eccessivi rispetto al valore commerciale del mezzo. Nel dettaglio sono state registrate 3.696 immatricolazioni, pari ad un -2,9%. Il totale del comparto è comunque positivo, con 58.554 immatricolazioni complessive, pari al +17,2% rispetto ai primi mesi del 2018.

Marzo d’oro

Trainato da un inverno mite, la Primavera si è aperta con un’impennata di vendite a Marzo, che da solo pesa per l’11% delle vendite di tutto l’anno. Le immatricolazioni di scooter e moto del terzo mese sono arrivate a 25.083 mezzi, con un aumento del +27,1% rispetto a 12 mesi fa. In particolare gli scooter, che nel 2018 segnavano un freddo -20,5%, a Marzo hanno realizzato 12.593 unità, che corrispondono ad un aumento del 29,8%. Meno brillanti le moto, che con 12.490 immatricolazioni crescono “solo” del 24,5%. Marzo non sfugge alla caduta libera del mercato della minima cilindrata, con 1413 vendite, cioè -4,7% del 2018, quando la tendenza era già stata del -29% rispetto al 2017. L’atteso picco di Giugno, collegato alle promozioni a scuola, non basterà a risollevare il settore.

Analisi per cilindrate

L’analisi scorporata per le cilindrate, premia il settore delle moto con cubature superiore ai 1000cc, in cui regna la nuova BMW R1250GS. Le maxi immatricolate sono 7.598 unità, pari al +6,5%. Interessante la performance della fascia tra 800 e 1000, spinta dall’Honda Africa Twin e dalla nuova BMW F850 GS, che registra 7.569 veicoli, cioè un brillante +34%. Le cilindrate medio-piccole da 650 fino a 750cc, crescono del 13,6% con 3.863 moto vendute. Le piccole cilindrate, tra 300 fino a 600cc , con 4.618 unità firmano un +14,5% che dice molto sulla vitalità del segmento. 2641 sedicenni hanno avuto la loro prima 125, portando il settore ad un +18,9%. In calo solo le 150 e 250cc con 669 (-17,8%), penalizzate dallo scarso interesse dei produttori alla categoria. Nel settore scooter si evidenzia il boom dei mezzi da 300 a 500cc, con 11.491 vendite e un incremento del +47,7%. Subito dopo troviamo i 125cc con 9.434 pezzi, equivalenti ad un +17,2%. Praticamente stabili i mezzi tra 150 e 250cc, con 4.668 immatricolazioni, cioè appena lo 0,3% in più. Con 2307 immatricolazioni scende del 3,7% il settore dei maxiscooter, che quest’anno non ha visto il lancio di nessun modello di rilievo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Accessori moto hi-tech: cosa regalare ad un motociclista tecnologico

Tutte le offerte moto e scooter 2019

Ducati Streetfighter V4, la nuda mette le ali