Scooter elettrico: quale patente serve per guidarlo?

Guidare uno scooter elettrico senza patente: in quali condizioni è possibile e quali patenti sono necessarie in base alla categoria di omologazione

30 luglio 2021 - 15:00

Sia che tu sia in cerca di uno scooter elettrico senza patente, sia che tu voglia sapere quale patente serve per guidarne uno, questa guida fa al caso tuo. Uno dei criteri per capire quali sono i requisiti e i limiti per guidare uno scooter elettrico, esattamente come per tutti gli altri tipi di veicoli, è la potenza sviluppata dal motore. Presto si parlerà di più anche delle bici elettriche S-Pedelec per cui i regolatori europei stanno valutando l’obbligo di assicurazione e targa. Ecco cosa cambia con uno scooter elettrico e quando è necessaria la patente.

CATEGORIE SCOOTER ELETTRICO: CARATTERISTICHE E OMOLOGAZIONE

Molte bici elettriche possono raggiungere velocità anche superiori a uno scooter 50cc, che rappresenta la prima tipologia di veicolo per cui serve una patente fin da 14 anni. La velocità è il principale fattore che caratterizza le categorie di scooter elettrici omologati e di conseguenza anche la patente necessaria. Prima di acquistare uno scooter elettrico, puoi capirlo dalla categoria di omologazione, secondo l’articolo 47 del Codice della Strada:

Scooter elettrico L1e: veicoli a due ruote con cilindrata (solo nel caso di motore termico) non superiore a 50 cc e la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) non supera i 45 km/h;

Scooter elettrico L3e: veicoli a due ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h;

In generale comunque vale il limite di potenza di 4 kW, oltre il quale per uno scooter elettrico non si può considerare equivalente un cinquantino, ma si sale di livello e quindi cambia anche la patente adeguata.

PATENTE PER SCOOTER ELETTRICO

La patente per uno scooter elettrico dipende dalla classe di veicolo che si intende guidare e di conseguenza cambiano anche i requisiti per poter conseguire la patente. Vediamo i singoli casi:

– La patente AM è adatta solo se il ciclomotore sviluppa una potenza fino a 4 kW e una velocità massima di 45 km/h. Con questa patente si possono guidare scooter elettrici di categoria L1e ed L2e (come L1e ma a 3 ruote) da 14 anni in poi;

– La patente A1 è invece necessaria per guidare scooter di potenza superiore a 4 kW (oppure oltre 45 km/h) ma non oltre 11 kW, questa però si può prendere solo da 16 anni in su. Chiaramente non è obbligatoria per chi ha già una patente A o B.

ESAME PATENTE E LIMITI PER SCOOTER ELETTRICO

Le modalità per prendere la patente per scooter elettrico sono esattamente le stesse per conseguire la patente AM tradizionale. Quindi gli step sono:

– esame di teoria;

– ottenimento del foglio rosa per esercitarsi valido 6 mesi, solo al superamento della prova di teoria;

– esame pratico.

Una volta presa la patente AM o A1, bisogna ricordare che:

– si può trasportare un passeggero con la patente AM solo al compimento di 16 anni e se il ciclomotore è omologato per due persone;

– si può trasportare un passeggero con la patente A1 fin da subito se il motociclo è omologato per due persone.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Assicurazione moto 50 cc: come funziona

Strisce blu moto

Strisce blu: le moto possono parcheggiare?

Sospensione patente moto: quando avviene, come riaverla