Sella troppo alta: come risolvere? La sella troppo alta può diventare un problema? Qui trovate trucchi e soluzioni per avere la sella delle moto alla giusta altezza La sella troppo alta può a volte essere un problema, per le persone non altissime, ma esistono molteplici soluzioni per raggirare il problema. Ovviamente se siamo particolarmente piccoli di statura, non possiamo pretendere di toccare con entrambi...

Leggi tutto

Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S.Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S. L'azienda francese In&Motion sta sviluppando un innovativo sistema airbag che protegge il pilota e, in caso di necessità, avvisa i soccorsi via smartphone Il motoairbag è una realtà tecnologica che le case produttrici stentano ad imporre al grande pubblico, anche a causa dei costi elevati. Il mercato però si muove e piccoli, aggressivi, produttori stanno presentando dispositivi...

Leggi tutto

Frecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettareFrecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettare Le frecce LED sono tra i componenti più sostituiti nelle moto, per un fattore puramente estetico ma anche per rimediare ai danni di una banale caduta Ci sono però delle regole da seguire con attenzione in caso si volesse effettuare questa modifica alla moto. Le Normative in materia, ad esempio, ne regolamentano la sostituzione e dobbiamo rispettarle per non correre il rischio...

Leggi tutto

Honda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrioHonda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrio La Casa di Tokyo presenta a saloni di Las Vegas un concept con tecnologia di auto balancing,  senza l'ausilio di giroscopi A Las Vegas, in occasione del CES, la kermesse dedicata all'elettronica di consumo, Honda da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia in campo automotive, ha presentato le sue novità. Tra queste spicca un concept nato dalla base di una NC750S, che...

Leggi tutto

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello CarucciViaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road...

Leggi tutto

KTM richiama le 690 Duke e Duke RKTM richiama le 690 Duke e Duke R KTM annuncia una campagna di richiamo sui modelli dal 2012 al 2016 per verificare il corretto montaggio di un cablaggio dell’impianto ABS A seguito di recenti segnalazioni pervenute al Customer Service KTM, sono state riscontrate irregolarità nel processo di montaggio dell’impianto elettrico dei modelli 690 Duke e Duke R prodotte dal 2012 al 2016 e in casi sporadici potrebbe...

Leggi tutto

Honda SH 125/150: si viaggia verso il milioneHonda SH 125/150: si viaggia verso il milione Ad Atessa (CH) si raggiungerà a inizio 2017 il traguardo di 1 milione di scooter SH usciti dalle sue linee di produzione A marzo del 2015 Honda annunciava che in Europa erano stati venduti più di un milione di scooter SH, in tutte le cilindrate. L’eclatante risultato era il frutto di una storia trentennale, cominciata nel 1984 con il 50cc a 2 tempi e arrivata fino ai giorni...

Leggi tutto

Motodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbaniMotodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbani Una nuova area 2Wheels2Work sarà dedicata al commuting su due ruote, vera ancora di salvezza dal caos cittadino La prossima edizione di Motodays - in programma dal 9 al 12 marzo 2017 - vedrà tra i temi principali un focus sul commuting su due ruote: 2Wheels2Work, che avrà un ruolo di primo piano al Salone della Moto organizzato da Fiera Roma. Spazio quindi al trasferimento...

Leggi tutto

ACI multata per commissioni illegittime sui pagamentiACI multata per commissioni illegittime sui pagamenti A seguito della segnalazione di Altroconsumo l'Antitrust ha multato l'ACI per 3 milioni di Euro Secondo l'articolo 62 del Codice del Consumo, in vigore dal 13 giugno 2014, non si possono imporre ai consumatori spese per l'uso di strumenti di pagamento. Questo deve essere "sfuggito" ai responsabili dell'Automobile Club Italia che, da quanto segnalato da Altrocosumo e denunciato...

Leggi tutto

Bollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionaliBollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionali Ogni Regione che ha applicato esenzioni o pagamenti ridotti dovrà attenersi alle disposizioni del Governo. Si teme il caos La norma sul pagamento del pieno importo per moto di interesse storico - quindi con periodo di immatricolazione tra i 20 ed i 29 anni- è ormai Giurisprudenza. La corte di Cassazione ha eliminato con una sentenza le varie deroghe regionali, con le quali, ogni...

Leggi tutto

Motociclette con ABS: i test di ADAC ne dimostrano la superiorità

Categoria : Sistemi di sicurezza attivi, Tecnologia, Video

Sfatiamo il mito dell’elettronica inutile

Il parco motociclistico attuale vede solo circa il 20% delle motociclette in circolazione dotate di sistema di assistenza alla frenata ABS. Siamo abituati a sentir parlare di questo apparato di sicurezza attiva solo quando si tratta di automobili. In realtà la commissione europea sta pensando di obbligare i produttori di motociclette a installare di serie questo che oggi è ancora solo un optional.

  • I test

Abbiamo sottotitolato per voi il video che segue in cui i collaudatori di ADAC hanno  messo a confronto l’efficienza in frenata di motociclette con e senza ABS. In questo caso siamo sicuri che il pilota sia esperto e abbia frenato nel migliore dei modi in entrambi i casi.

  • Tradizioni, convinzioni, leggende e prove

Il divario di prestazioni in frenata è notevole, anche con un pilota esperto. La polemica che ruota attorno ai sistemi di assistenza alla frenata sulle motociclette – specie quelle sportive – ruotava tutta attorno all’effettiva utilità del sistema di sicurezza e ai problemi che poteva creare agli esperti. I più “tradizionalisti” sostengono, infatti, che l’ABS possa intralciare eventuali manovre estreme di recupero dell’equilibrio. Alcuni sostengono possa essere addirittura “inutile”. Il video è una delle prove che, al contrario, in condizioni di rischio l’ABS può salvare dall’impatto o comunque aiuta a ridurre la velocità senza perdere stabilità.

La politica attuale vede l’installazione di questo sistema prevalentemente su motociclette dalle elevate prestazioni. Gli esperti di ADAC auspicano, invece, che diventi uno standard per tutti i veicoli a due ruote, anche i meno potenti. Fondamentalmente i rischi a cui andiamo incontro sono i medesimi, sia che ci troviamo alla guida di uno scooter, sia che si tratti di una sportiva.

  • Per frenare bastano due dita

Esiste poi un altro fattore da tenere in considerazione. L’evoluzione della tecnologia frenante delle motociclette ha fatto in modo che per usare il freno principale, quello anteriore, basti un solo dito. Uno degli errori che vediamo fare più frequentemente ai principianti è proprio l’agire in modo esageratamente incisivo sulla leva dell’anteriore, nonostante si viaggi su motociclette nuove. Alcuni usano addirittura tutta la mano, perdendo ulteriore preziosissimo tempo che potrebbe essere impiegato a rallentare. Nelle condizioni di panico, poi, basta un nulla per ritrovarsi con la ruota anteriore bloccata. Il sistema ABS risolve il problema alla base.

  • ADAC invita a esercitarsi

Noi pensiamo che si tratti di un buon consiglio. Soprattutto per chi ha iniziato su motociclette senza ABS. Come accaduto con le automobili, infatti, esiste il rischio che i motociclisti non sfruttino a pieno i loro nuovi freni. Questo non significa che bisogna inchiodare come pazzi ogni volta che intravediamo un ostacolo. Esercitarsi a effettuare frenate di emergenza, con o senza ABS, ci aiuta a essere più consapevoli quando eventualmente ci capiterà di trovarci in una condizione del genere. Meglio se queste prove avvengono con l’assistenza di personale esperto.

  • Mai più motociclette senza ABS

È lo slogan finale di ADAC nel presentarci questi test. Prima di acquistare una motocicletta nuova (o usata) accertiamoci che sia disponibile anche in versione con ABS. La presenza di questo sistema non significa che chi la guida non si fidi delle proprie capacità. In realtà si tratta di una manifestazione di maggiore consapevolezza del rischio. Tipica caratteristica del motociclista evoluto.

Commenti (7)

Faccio riferimento sull’articolo dell ‘ABS.
Mi chiamo Luca e sono un tecnico collaudatore HONDA.
Il video mostra chiaramente quali sono i vantaggi di avere una moto con il sistema ABS.Concordo perfettamente con gli esperti ADAC nell’usare questo sistema sia sugli scooter e sia sulle moto sportive.
Ovviamente esercitarsi con le frenate è importante soprattutto se si viene da una moto non dotata di questo sistema.Molto utile poi per i meno esperti che tendenzialmente tendono ad “aggredire”molto la leva del freno prendendo bloccaggi rischiosi soprattutto sul bagnato e sulle pavimentazioni cittadine.E’ un dato di fatto (anche dai test nostri fatti in pista)che il sistema ABS sulle moto riduce sensibilmente lo spazio di arresto evitando brutte collisioni,quindi se potete acquistatelo.
Grazie all’ ADAC per l’articolo è sempre cosa buona essere informati su questioni così importanti.
LUCA

Ciao a tutti! Ho scoperto questo stupendo blog soltanto oggi e devo dire che è qualcosa di estremamente utile. Non solo per i motociclisti stessi, ma anche per tutti quegli automobilisti che non hanno una percezione realistica delle moto che incontrano lungo le strade…

Purtroppo non comprendo il tedesco e questo mi spinge e fare una domanda forse banale. La mia curiosità riguarda il comportamento della moto dotata di ABS in caso di frenata in curva. Quando la moto è inclinata, lo sappiamo bene, bisogna fare molta attenzione a non premere con troppa energia la leva del freno, altrimenti si finisce per terra. Che cosa succede in caso di frenata in piega quando la moto è dotato di sistema antibloccaggio? Lo spazio di frenata diminuisce di molto? La moto mantiene la stabilità o rimane il rischio che la ruota anteriore perda aderenza?

Un saluto!

Luca,
Ti ringraziamo per i complimenti. Il nostro intento è quello di raggiungere più persone possibili (anche automobilisti) per migliorare la sicurezza di tutti.

In caso di frenata in curva con il sistema anti bloccaggio ABS la motocicletta reagisce con una frenata decisa, al limite della sbandata.
Ovviamente parliamo di freno posteriore. In questi casi il limite stabilito dall’ABS è di poco superiore al bloccaggio. In caso di terreno sdrucciolevole la moto potrebbe sbandare leggermente come se si scalasse di colpo una marcia.

La reazione -nel peggiore dei casi- sarebbe quindi di una leggera sbandata. Al contrario, senza ABS è il pilota che deve saper dosare la forza sul freno. Sull’asfalto caldo e pulito un pilota esperto guida con la stessa abilità sia con, sia senza ABS. La vera differenza si nota sul bagnato o in presenza di detriti: la scivolata si trasforma in una scomposizione controllabile.
Attenzione a non esagerare, perché l’efficienza “eccessiva” della frenata in curva può stringere esageratamente l’angolo di piega.

Lo spazio di frenata diminuisce di alcuni metri (a seconda della velocità e delle condizioni della strada).
Da motociclista ti posso dire che non diminuisce di molto. Durante un possibile incidente però ci si ferma in tempo per non bucare da parte a parte un ostacolo. In quest’ottica anche un solo metro guadagnato è vitale (in tutti i sensi).

La ruota anteriore arriva a una relativa perdita di stabilità solo in piega esagerata o in prossimità della fermata. Quando la velocità si riduce istantaneamente, infatti, la moto diventa “pesante” da tenere e i sensori non sempre riescono a capire se ci sarà altro movimento in avanti, per cui si verificano dei piccoli scatti nella frenata. Il rischio dell’”abusare” dell’ABS è che si cada una volta fermi.

Ricordiamo comunque che una moto dotata di ABS guidata senza “inchiodare selvaggiamente” reagisce esattamente come una motocicletta qualsiasi, perché l’ABS non entra in funzione.

La vera superiorità di queste motociclette si verifica nel momento del bisogno. Basta evitare una scivolata in un parcheggio per ripagarsi il costo di questo accessorio.

dopo il video mi sono convinto ordino la f 800 r con abs saluto e ringrazio

sono da poco in possesso di una honda nc750x con doppio abs e devo dire che nonostante i primi dubbi su questo sistema poi allenandomi su strade non trafficate a frenare mi sono reso conto delle potenzialita e ringrazio

vedo in giro un sacco di gente che guida in jeans e scarpe da tennis…tanto ha l’ABS.
Questo per dire che IL PRIMO ABS è quello tra le orecchie.
Abbigliamento adeguato, moto in ordine e prudenza sono i primi aspetti.
personalmente 2 anni fa un tizio è uscito da uno stop mentre ero in accelerazione e l’ABS non mi ha salvato dallo scontro.
in conclusione lo ritengo utile, ma non indispensabile. ho ordinato una yamaha z1 fazer senza abs perchè non se ne trovano più con, ma non per questo mi sentirò meno sicuro, anzi, sarà un incentivo a stare ancora più attento.

L’abs è una cosa pericolosissima …La prima volta che lo provai andai diritto e mi trovai bloccato al centro dell’incrocio..e non sono un pivello ..allunga tantissimo i tempi di frenata.. .L’unica abs serio è il race abs bmw che aiuta davvero il pilota

Lascia un commento