Test, Casco Shark Race-R Pro Carbon: top performance

Maturato dall’esperienza in pista, il Race-R di Shark si presenta come un prodotto di alto livello. Buon campo visivo, stabilità e leggerezza, le sue armi.

La casa francese è senza dubbio tra le più attive oggi sul mercato dei caschi per motociclisti. I prodotti presentati negli ultimi anni stanno pian piano rosicchiando preferenze tra i motociclisti, sempre più attenti alla qualità dell’abbigliamento tecnico indossato, tantomeno ad un elemento fondamentale come può essere un casco. I prodotti presenti oggi sul catalogo Shark si distinguono per l’elevata qualità costruttiva, un design bello e ricercato, oltre ad un prezzo che in molti casi appare assolutamente concorrenziale considerando il livello di qualità che offrono. Il Race-R Pro Carbon, modello di alta fascia e destinato ad un uso sportivo, promette il meglio dell’esperienza Shark sui campi di gara della MotoGp e SBK. Sarà così? Andiamo a scoprirlo.

  • Come è fatto

Appena tirato fuori dalla scatola colpisce per la compattezza delle dimensioni. Esteticamente bello da vedere con la pelle in fibra di carbonio in bella vista, interrotta solo da poche decals presenti. Il profilo del Race-R Pro appare molto curato nell’aerodinamica: la sezione frontale è molto profilata, pur garantendo un ampia apertura a tutto vantaggio della visuale periferica della visiera. Quest’ultima si sgancia rapidamente e si può regolare nell’apertura per areare maggiormente la zona del viso.  Nella vista di lato, e superiore, colpisce lo spoiler a “doppia ala di gabbiano” posto sulla zona della nuca. Una soluzione è volta a garantire la massima stabilità del collo alle alte velocità.

Gli interni del Race-R Pro, realizzati in fibra naturale di bamboo, offrono il comfort promesso già dal primo utilizzo. Risultando comodi ed avvolgenti e non danno alcun fastidio alle guance. Fastidio che a volte possiamo riscontrare in un casco appena indossato. Nella zona del sottomento troviamo il sistema di riparo dall’aria realizzato in stoffa e con chiusura a cordino e regolabile, aiuto prezioso all’abbattimento della turbolenza nella zona bassa. Un sistema più pratico della classica patch da inserire a parte e che aiuta a tener lontano il casco da indesiderati effetti di sollevamento, tipo paracadute, dovuto all’ingresso dell’aria quando si guida ad alta velocità. Oltre a proteggere dalle intemperie nella stagione fredda.

  • Come va

Abbiamo saggiato le doti del Race-R Pro durante i mesi caldi, valutandone meglio il grado di comfort in presenza di temperature elevate. E’ proprio con l’alzarsi delle temperature che molti pistaioli tolgono il telo alla moto per godersi qualche ora in circuito, dove, spesso, le temperature percepite, vuoi per il calore dell’asfalto, vuoi per lo sforzo fisico, sono elevate.

Indossandolo si apprezza la leggerezza del casco, merito anche della calotta in carbonio ed aramide. Il sottogola presente non da alcun fastidio e la calzata risulta da subito precisa e confortevole. In marcia, alle basse velocità ed in città, il sistema di aerazione fa sentire subito i suoi benefici con l’aria che arriva copiosa nella zone del mento e sopra la testa. Merito anche dei 7 estrattori interni e dell’attento studio delle prese d’aria e della appendici aerodinamiche che offrono un bel plus in questo frangente. Alle alte velocità si apprezza la totale assenza di turbolenze che possono creare scuotimenti del capo, segno che la soluzione degli spoiler superiori dà i suoi frutti. Da migliorare la disposizione degli incavi per inserire le stanghette degli occhiali. Una bella trovata, ma con occhiali rigidi, potreste avere qualche difficoltà se non sono della giusta larghezza.

In circuito, il suo habitat naturale, il Race-R pro offre un livello di stabilità e leggerezza di livello, il tutto accompagnato da interni che assorbono bene il sudore, mantenendo il viso in condizioni di asciutto. Nella guida di corpo, spostando il capo in curva, anche dopo molto tempo, il collo non avverte nessun indolenzimento. Molto silenzioso, non abbiamo riscontrato fastidiosi rumori esterni dovuti all’aria a contatto con le superfici. Non ci ha convinto il sistema di chiusura della visiera, difficile da sollevare quando si indossano i guanti, soprattutto se imbottiti.

  • In conclusione

Il Race-R Pro fa della leggerezza e comfort interno le sue armi principali, un obiettivo centrato secondo noi. Bello nel total look in carbonio, ti lascia ben impressionato per la qualità generale, soprattutto per ciò che riguarda gli interni e le doti di stabilità. Un prodotto che siamo certi, potrà regalare tante soddisfazioni a chi ne farà uso sia su strada che in pista.

Caratteristiche e prezzo

  • Realizzato in fibre di carbonio aramide
  • Visiera con trattamento anti-graffio all’esterno e anti-appannamento all’interno
  • Sistema di sgancio rapido per la visiera
  • 2 misure di calotta per un fit ottimale
  • Cinturino a doppia D
  • Peso: 1,250 kg
  • 5 Stelle SHARP
  • Prezzo: 599 euro

1 Commento

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *