Crisi idrica estate 2022: gare di motocross a rischio

A causa della crisi idrica dell'estate 2022 diverse gare di motocross sono a rischio per l'impossibilità di irrigare i tracciati

4 luglio 2022 - 16:16

Nell’estate 2022 la crisi idrica dovuta alla siccità sta mettendo in ginocchio vaste aree del nord Italia, e non solo, con conseguenze in vari ambiti, inclusi gli sport e le competizioni motoristiche. Vista infatti l’esigenza di preservare l’acqua potabile, limitandone il consumo al minimo indispensabile, diverse amministrazioni ne stanno sconsigliato o perfino vietando l’uso in attività non fondamentali come per esempio le gare di motocross, che ricordiamo non possono svolgersi senza la possibilità di irrigare il tracciato. Non a caso domenica scorsa abbiamo già avuto la prima competizione annullata.

CRISI IDRICA ESTATE 2022: CONSEGUENZE ANCHE SULLE COMPETIZIONI SPORTIVE E MOTORISTICHE

L’ordinanza più rigida in tal senso è stata emessa dalla Regione Lombardia che, con il decreto 917/2022, ha proclamato lo stato di emergenza regionale fino al prossimo 30 settembre a causa della grave situazione di deficit idrico, raccomandando a tutti i cittadini di utilizzare la risorsa acqua in modo estremamente parsimonioso, sostenibile ed efficace, ma soprattutto autorizzando i singoli Comuni a disporre il divieto di impiegare acqua potabile per attività per le quali non ne sia necessario l’uso. Tra queste attività rientrano:

– lavaggio strade, parchi pubblici, aree cortilizie e piazzali;

– irrigazione e annaffiatura di giardini e prati;

lavaggio di veicoli privati (anche moto), ad esclusione di quello svolto dagli autolavaggi;

– riempimento di fontane ornamentali, vasche da giardino, piscine private, anche se dotate di impianto di ricircolo dell’acqua;

irrigazione degli impianti sportivi quali campi di calcio, tennis, golf, piste di motocross ecc.

– tutti gli usi diversi da quello alimentare, domestico e igienico.

EMERGENZA IDRICA 2022: COMPETIZIONI DI MOTOCROSS ANNULLATE IN LOMBARDIA

Il divieto di irrigare campi di calcio, tennis, golf e gli impianti sportivi in genere potrebbe ovviamente limitare e non di poco lo svolgimento delle manifestazioni sportive, comprese le gare di motocross che necessitano dell’irrigazione del tracciato per garantire la sicurezza dei piloti e consentire il regolare svolgimento delle competizioni off-road. Infatti, come anticipavamo poc’anzi, domenica 3 luglio 2022 il Moto Club Schianno di Gazzada Schianno (Varese) ha dovuto forzatamente annullare le gare di campionato regionale FMI motocross, categorie Challenge, Minicross e 125 cc, in quanto impossibilitato a irrigare la pista. Questo annullamento potrebbe essere, purtroppo, il primo di una lunga serie, dipende da quanti e quali Comuni seguiranno la raccomandazione della Regione Lombardia di limitare l’uso dell’acqua alle sole attività essenziali. Per rimanere informati sul regolare svolgimento delle gare di motocross consultate il calendario pubblicato sul sito della FMI nazionale o della FMI Lombardia.

POSSIBILE CANCELLAZIONE DI GARE MOTOCROSS IN ALTRE REGIONI D’ITALIA

Dalla Lombardia la situazione di emergenza potrebbe allargarsi ad altre regioni, con conseguente cancellazione di gare off-road un po’ in tutta Italia. Questo perché anche altre amministrazioni stanno emanando decreti per il razionamento dell’acqua potabile, ad esempio in Piemonte, in Veneto ma anche più a sud, come in Calabria.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto 125 usate

Patente A1: costo, limiti ed esami della licenza per i 125

Bardahl K9: ad Eicma debutta la nuova gamma di spray lubrificanti

Garmin: ad Eicma tante soluzioni per viaggiare in sicurezza