Come iscrivere una moto all'ASI

Come iscrivere una moto all’ASI?

Sai come iscrivere una moto all'ASI e, soprattutto, perché bisognerebbe farlo anche se non è obbligatorio? Leggi cosa c'è da sapere

27 giugno 2022 - 16:00

L’Automotoclub Storico Italiano (ASI) è un ente senza scopo di lucro il cui obiettivo è tutelare gli interessi generali della motorizzazione storica del nostro Paese, valorizzandone l’importanza culturale, storica e sociale e promuovendo la conservazione e il recupero di qualsiasi veicolo a motore, riconosciuto dal Codice della Strada, che abbia compiuto vent’anni dalla data di costruzione o di prima immatricolazione, purché sia in buone condizioni. Scopriamo come iscrivere una moto all’ASI.

VANTAGGI DELL’ISCRIZIONE ALL’ASI

Prima di descrivere la procedura per iscrivere una moto all’ASI spieghiamo perché conviene farlo, anche se non è obbligatorio, per beneficiare di numerosi vantaggi. Ecco i principali:

– alcune compagnie assicurative prevedono per le moto iscritte all’ASI uno sconto fino al 30% sui premi delle garanzie RCA e furto/incendio per una nuova stipula di polizza o per il suo rinnovo; altre compagnia propongono specifiche convenzioni ugualmente vantaggiose;

– un’altra agevolazione riguarda il passaggio di proprietà, visto che l’imposta provinciale di trascrizione per i veicoli dei tesserati ASI è di 25,82 euro per le moto e di 51,65 euro per le automobili;

– c’è poi l’esenzione totale o parziale del bollo: in particolare a partire dal 2019 si applica la riduzione del 50% per i veicoli storici immatricolati tra i 20 e i 29 anni se in possesso di certificato di rilevanza storica, mentre l’esenzione è totale per quelli superiori ai 30 anni;

– infine l’iscrizione ASI dà diritto a prendere parte a raduni e manifestazioni organizzati o patrocinati dallo stesso Automotoclub Storico Italiano. Il calendario degli eventi è disponibile sul sito ufficiale dell’Automotoclub Storico Italiano.

COME ISCRIVERE UNA MOTO ALL’ASI: DOCUMENTI E COSTI

Per iscrivere una moto over 20 anni all’ASI è necessario rivolgersi a uno dei club federati presenti sul territorio nazionale, attraverso i quali avviene l’iscrizione. L’elenco completo è consultabile sul sito dell’associazione. Nel 2022 la quota associativa annua dell’ASI corrisponde a 41,32 euro + la quota del club federato, con importo minimo (considerata la somma delle due quote) pari a 100 euro. La quota comprende anche la spedizione della rivista ufficiale dell’ASI ‘La Manovella’.

All’atto dell’iscrizione, per la quale occorre presentare le ricevute di pagamento, un documento di identità, i documenti del veicolo e i relativi dati tecnici con le foto del mezzo (anteriore, posteriore e a tre quarti + la foto del numero di telaio e del motore), l’ASI rilascia la seguente documentazione:

– Certificato d’identità del veicolo:

Certificato di rilevanza storica e collezionistica;

– carta FIVA (Federation Internationale Vehicules Anciens, ossia l’organismo che si occupa a livello internazionale della tutela del motorismo storico);

– per i soli ciclomotori: l’apposita carta ASI di storicità.

ISCRIZIONE MOTO ALL’ASI: ALTRE COSE DA SAPERE

Per poter effettuare l’aggiornamento e la ristampa corretta di un documento bisogna restituire, attraverso il club federato di appartenenza, l’originale con le indicazioni dei dati da correggere ed eventualmente della documentazione da cui si evincano tali dati.

Per effettuare il cambio del nominativo sul certificato di datazione e storicità intestato al vecchio proprietario si deve restituire, sempre attraverso il club di appartenenza, l’originale del precedente documento e fornire contestualmente la copia della carta di circolazione aggiornata, per la verifica della proprietà. Il costo dell’operazione è di 20,00 euro.

Ricordiamo infine che, salvo specifiche deroghe, le moto e tutti gli altri veicoli iscritti all’ASI devono sottostare alle medesime limitazioni della circolazione dei veicoli ‘normali’, e che le moto storiche hanno l’obbligo di effettuare la revisione ogni 2 anni.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare il sito dell’Automotoclub Storico Italiano, frequentemente aggiornato e ricco di notizie utili per iscritti e appassionati.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Seggiolino moto per bambini: regole in Italia e all’estero

Multe moto: da gennaio 2023 importi aumentano del +15%?

Moto 125 usate

Patente A1: costo, limiti ed esami della licenza per i 125