Passaggio di proprietà

Passaggio di proprietà moto e scooter: costi e documenti

Tutte le informazioni sul passaggio di proprietà di moto e scooter usati: i costi, i documenti e i passaggi dell'intera procedura

9 agosto 2021 - 16:30

Quali sono i passaggi fondamentali per effettuare il passaggio di proprietà di moto e scooter con cilindrata > 50 cm³, con i costi da sostenere e i documenti da presentare? Proveremo a rispondere a tutte le domande sull’argomento, spiegando come procedere in autonomia. Chi invece non ha tempo né voglia di perdersi nei meandri della burocrazia (ma presto scoprirete che non c’è nulla di particolarmente complicato) può affidarsi allo sportello telematico di una delegazione ACI o a un’agenzia di pratiche auto demandando tutto a loro, ovviamente pagando le relative spese (non basse). Importante: quanto descritto in questa guida non riguarda il passaggio di proprietà dei ciclomotori (cilindrata non superiore a 50 cm³ e velocità massima 45 km/h) per i quali esiste una procedura ad hoc.

Aggiornamento del 9 agosto 2021 con la nuova procedura del passaggio di proprietà di moto e scooter dopo l’entrata in vigore del Documento Unico.

PASSAGGIO DI PROPRIETÀ MOTO E SCOOTER: COME PROCEDERE

Partiamo dall’inizio. Quando si acquista una moto usata o uno scooter anch’esso usato si deve autenticare la firma del venditore sull’atto di vendita, ed entro 60 giorni dall’autentica bisogna richiedere presso uno STA (Sportello Telematico dell’Automobilista) il rilascio del nuovo Documento Unico di Circolazione e di Proprietà del veicolo (DU), nel quale sono annotati gli intervenuti mutamenti della proprietà e dello stato giuridico della moto. Se si autentica la firma del venditore sull’atto di vendita a uno STA del PRA oppure della Motorizzazione Civile, è obbligatorio richiedere immediatamente il rilascio del Documento Unico: la contestualità dell’autentica della firma e del rilascio del DU garantisce infatti la certezza giuridica dell’aggiornamento degli archivi degli uffici della Motorizzazione e del PRA.

PASSAGGIO DI PROPRIETÀ MOTO USATA: DOCUMENTI DA PRESENTARE

Inutile sottolineare che a richiedere il passaggio di proprietà di una moto usata presso uno STA può essere solo l’acquirente o al massimo un suo incaricato munito di delega. I documenti da presentare per la registrazione sono i seguenti:

Istanza unificata (scarica qui), compilata e sottoscritta;

– certificato di proprietà e carta di circolazione della moto, oppure il Documento Unico. In caso di smarrimento, furto o distruzione di uno o di tutti i documenti occorre presentare la relativa denuncia (o la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà di resa denuncia);

atto di vendita della moto o scooter sotto forma di: 1) dichiarazione unilaterale di vendita con firma autenticata del venditore, in bollo, che può essere redatta anche sul retro del certificato di proprietà; 2) atto pubblico, o sentenza in copia conforme all’originale, in bollo;

fotocopia di un documento di identità o riconoscimento dell’acquirente (se il documento è redatto in lingua straniera, deve essere allegata una traduzione in lingua italiana) e del codice fiscale.

Sono previste ulteriori disposizioni, con richiesta di documentazione supplementare (permesso di soggiorno, ecc.), se l’acquirente della moto usata è un cittadino extracomunitario residente in Italia; oppure se l’acquirente è un familiare extracomunitario di un cittadino dell’Unione Europea residente in Italia.

PASSAGGIO DI PROPRIETÀ MOTO E SCOOTER: COSTI PREVISTI

Il passaggio di proprietà di una moto o di uno scooter prevede i seguenti costi:

imposta provinciale di trascrizione: importo variabile a seconda del tipo di veicolo e della provincia di residenza (maggiori informazioni qui);

emolumenti ACI: 27,00 euro;

imposta di bollo: 32,00 euro per l’Istanza unificata + 16,00 euro per il rilascio del D.U.;

diritti DT: 10,20 euro;

imposta di bollo per autentica dell’atto: 16,00 euro se l’atto viene redatto in forma digitale presso uno STA. Se invece l’atto viene redatto in modalità cartacea, dev’essere apposto il contrassegno di 16 euro rilasciato, con modalità telematiche, dagli intermediari convenzionati con l’Agenzia delle Entrate (p.es. i tabaccai).

Il passaggio di si può richiedere anche se sono trascorsi i 60 giorni dall’autentica della firma del venditore, viene però applicata una mora per il ritardato pagamento pari al 30% in più dell’imposta provinciale di trascrizione, oltre agli interessi legali.

PASSAGGIO DI PROPRIETÀ SCOOTER E MOTO: DOVE SI PAGA E COME9

Se la richiesta è presentata presso uno STA dell’unità territoriale ACI-PRA, tutte le somme dovute per legge possono essere versate allo sportello al momento della richiesta unicamente con bancomat e carte di debito prepagate. Non è consentito il pagamento mediante carte di credito, né con PagoPA, né con bollettino postale.

Nel caso di richiesta avanzata a uno STA di una delegazione ACI o di un’agenzia di pratiche auto, tutte le somme dovute (inclusa la tariffa per il servizio di intermediazione) possono essere versate con i metodi di pagamento disponibili presso l’ufficio o l’agenzia.

Infine chi si è rivolto allo STA della Motorizzazione Civile, i pagamenti delle somme PRA (IPT ed emolumenti) può effettuarli mediante PagoPA direttamente a questo link, mentre i pagamenti delle imposte di bollo e dei diritti di Motorizzazione può eseguirli, in alternativa: nei chioschi self service presso gli uffici della Motorizzazione (ove presenti): presso gli uffici postali con gli appositi bollettini; presso i tabaccai convenzionati; oppure online sul Portale dell’Automobilista. Le ricevute dei versamenti si consegnano poi agli sportelli della Motorizzazione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Assicurazione moto 50 cc: come funziona

Strisce blu moto

Strisce blu: le moto possono parcheggiare?

Sospensione patente moto: quando avviene, come riaverla