Airbag per motociclisti: guida all’acquisto con le novità 2019

Quali sono gli airbag per motociclisti da indossare sotto o sopra la giacca? Ecco caratteristiche e prezzi delle novità 2019

14 novembre 2019 - 8:51

È stato pietra miliare nella sicurezza delle auto e quindi non possiamo che consigliare calorosamente l’airbag per motociclisti. Quale comprare, tenendo conto delle novità presentate a EICMA 2019? Partiamo dall’italiana Motoairbag, il cui airbag si estende in alto e in basso proteggendo quindi anche la zona cervicale e quella del coccige. Una delle novità viste a Milano è stato il sistema Fast Lock che velocizza l’attivazione meccanica dell’airbag per motociclisti. Motoairbag usa un affidabile (non ha batterie e non soffre le interferenze) cavetto ancorato alla motocicletta e all’airbag. Quando il motociclista si stacca dalla moto, durante un impatto, il cavo si tende e innesca l’airbag. Il cavo è a spirale per consentire al motociclista leggeri movimenti ma finché non è teso non tira abbastanza da aprire l’airbag. La soluzione è il Fast-Lock, un arrotolatore inerziale simile a quello delle cinture di sicurezza che lascia libero il cavetto nei movimenti lenti.

L’EVOLUZIONE DEGLI AIRBAG PER MOTOCICLISTI

In caso di strappi bruschi esso si blocca dopo pochi cm gonfiando l’airbag più velocemente. Motoairbag produce gilet a protezione posteriore MAB vZERO e il MAB v2.0 a 699 euro, attivo anche sul davanti. Arriveranno altri airbag per motociclisti da indossare sopra la giacca? A Milano c’era MAB v3.0, ancor più confortevole e leggero, in vendita a primavera e aggiungiamo che Fast-Lock potrebbe essere adattabile ai modelli attuali. Decisamente diverso l’Held e-Vest clip-in, un airbag a comando elettronico da indossare sotto la giacca ma che si integra a quest’ultima. L’e-Vest si fissa alla giacca grazie ad ancoraggi specifici e costa 349 euro mentre elettronica è a noleggio per 12 euro/mese o 100€/anno. Il canone comprende riparazioni, sostituzione con modelli più recenti (dopo 3 anni) e aggiornamento via smartphone, con app che controlla anche livello della batteria.

PAROLA D’ORDINE: COMPATTEZZA

Il “cervello”,prodotto da In&Motion, è usato anche in airbag Ixon e Furygan e utilizza dati rilevati dalle cadute per migliorare gli algoritmi di attivazione. Dainese ha portato Smart Jacket, gilet con airbag da indossare sopra o sotto la giacca nato dall’esperienza delle corse, nelle quali è obbligatorio dal 2018. Il capo non ha collegamenti con la moto e la sua centralina analizza i dati 1.000 volte al secondo, rilevando persino urti a veicolo fermo. Lo Smart Jacket usa la tecnologia D-Air Shield, si piega facilmente quando non serve e costa 599 euro. Fra gli altri airbag per motociclisti c’è l’Alpinestars TechAir: non si collega con la moto dato che integra sensori e unità di controllo. La loro azione combinata “percepisce” le situazioni di pericolo e decide l’attivazione dell’airbag. Il TechAir costa 1.199 euro e integra, come l’Held, un paraschiena rigido; la batteria ha 26 ore di autonomia.

AIRBAG PER MOTOCICLISTI O ZAINO?

Decisamente originale la proposta di Helite, che propone un airbag da indossare sicuramente sopra la giacca perché è come… uno zaino! La seconda è il gilet Turtle, che costa circa 550 euro e si affianca ad una nutrita gamma di giacche anche estive. La tecnologia di Helite prevede un sensore sulla forcella, senza batterie, e uno sulla giacca o il gilet. Il primo è attivo anche a moto ferma, ad esempio in caso di speronamento, mentre il secondo, usato per gli urti in movimento, ha un’autonomia di una settimana. Uno dei più interessanti airbag per motociclisti, anche se non è una novità, è poi lo Spidi Air DPS, che costa 599 euro. È ad azionamento meccanico con il cavetto e protegge, oltre che torace e schiena, anche la zona cervicale con dei cuscini che avvolgono il collo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Omologazione protezioni moto: la guida completa delle sigle 2019

Caschi ai Raggi X: Scotland 120009, Mister Leggerezza

Caschi ai Raggi X: AGV K5 Jet – Molto più della metà