Il casco ai raggi X: Nolan N64, il versatile

13 settembre 2017 - 8:37

Analizziamo le caratteristiche tecniche dell’integrale entry level della Nolan, un casco che punta al rapporto qualità prezzo
Il primo casco in esame per la nostra nuova rubrica è un integrale moderno e ben rifinito, proposto ad un prezzo competitivo

more

  • Nolan

L’Italia ha una buona tradizione in fatto di caschi e Nolangroup fa la parte del leone, con il prestigioso marchio X-Lite e l’economico Grex ad affiancare la linea marchiata, appunto, Nolan che copre la fascia di prezzo intermedia. Tutti i prodotti della casa sono interamente prodotti in Italia e l’enorme disponibilità di rivenditori è una garanzia per l’assistenza post vendita, sperando che non serva…

  • Il Nolan N64 sul bancone

Il nostro casco di oggi è sul mercato dal 2013 ed è il modello base degli integrali Nolan: si tratta di un casco in  policarbonato (Lexan) adatto un pò a tutto e a tutti, tranne alla pista a causa della chiusura micrometrica (non ammessa sui circuiti) che Nolan chiama Microlock e costruisce in metallo. L’assemblaggio del casco è accurato, le prese d’aria si fanno manovrare senza incertezze anche con i guanti e non vediamo gravi difetti nella grafica. L’interno è semplice ma ben rifinito, con ampie porzioni di rete per favorire il passaggio di aria del quale avremo ancora bisogno per qualche settimana, gli interni sono lavabili, sfoderabili e piacevoli sia come design che come colori. La gamma N64 va dalla XXS alla XXL, tutti ricavati da un’unica calotta per risparmiare sui costi. Il peso dichiarato dalla casa è di 1420 g, ma la nostra bilancia si è fermata a 1464 g per il casco taglia L che stiamo analizzando, perchè la testa grossa serve a far stare comodo il neurone.

Il Nolan N64 in testa

Nolan dice no allo stress da casco, quindi la calzata dell’N64 è comoda, con l’ingresso ampio ed un’imbottitura morbida che non ostacola l’uso degli occhiali. Persino metterlo e toglierlo dieci volte al giorno non è mai un problema. La visiera è ampia e predisposta per lo schermo Pinlock (non fornito di serie). L’areazione si affida a due prese sulla fronte ed una sulla mentoniera, che soffia verso l’interno della visiera, con un piccolo sfogo sotto lo spoiler posteriore. La rumorosità è soggettiva, ma a noi il Nolan è sembrato leggermente rumoroso, anche a velocità cittadine (ma non da pensionato…), sopratutto a causa di turbolenze laterali. Nulla di grave per un casco di questa fascia. La parte posteriore del casco è ben aderente e consente anche di alzare la testa schiacciandosi dietro il cupolino: può sempre capitare, no? Nel complesso, comunque, il casco è ben bilanciato (una cosa alla quale i costruttori stanno facendo molta attenzione), segue veloce i movimenti della testa e  dà una sensazione di leggerezza.  Ottimo il rapporto qualità/prezzo di questo Nolan N64 che, pur essendo prodotto in Italia e vantando alcune soluzioni raffinate, è in vendita a 143,99€ nella colorazione Metal White: una grafica sobria ma non noiosa, che ci è piaciuta molto (sarà l’età).

SicurMOTO.it ringrazia il direttore Lello Vaccaro e Starbikers
per averci concesso il casco in prova.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Airbag per motociclisti: guida all’acquisto con le novità 2019

Caschi ai Raggi X: Scotland 120009, Mister Leggerezza

Caschi ai Raggi X: AGV K5 Jet – Molto più della metà