Dakar 2019: Arriva la 41^ edizione del Rally Raid più famoso al mondo

5 gennaio 2019 - 13:52

Tanti equipaggi e la promessa di un’edizione strepitosa! Da oggi su SicurMOTO.it aggiornamenti quotidiani sulla corsa più mitica e discussa del mondo

L’attesissimo appuntamento di inizio stagione con il Rally Dakar è ormai alle porte. Il 7 gennaio si parte da Lima, capitale peruviana, e terminerà il 17 nello stesso punto. Quest’anno vedrà un’edizione “particolare” del rally: così ha promesso Etienne Lavigne, organizzatore della manifestazione. Quest’ultimo ha definito la stessa come “una gara per veri tenori dove le dune, la sabbia, le difficoltà tecniche dell’ambiente peruviano e la navigazione metteranno a dura prova i concorrenti”.

Il percorso
Quest’anno per la prima volta si correrà solo in Perù. Alla base di questa scelta, motivi politico-economici che hanno portato Argentina, Cile e Bolivia a non ospitare la gara. Ma Lavigne assicura: “Con la sabbia e le dune peruviane si torna al dna originario della Dakar africana”“3000 km di speciali in 10 giorni anziché 5000 come in passato obbligheranno i piloti a scoprire da subito le loro carte e a fare la differenza, non ci sarà tempo per recuperare. Il livello tecnico sarà altissimo”.

I favoriti
Sulla carta, i rider favoriti sono i già noti Sam Sunderland (GB-KTM RED BULL), Toby Price (Australia-KTM RED BULL), Juan Barreda (Spagna-HONDA MONSTER) e Adrien Van Beveren (Francia-YAMAHA YAMALUBE); tutti piloti che l’anno scorso di sono distinti Toby Price 31enne australiano, vincitore della Dakar 2016 e terzo nel 2018, arriva carico alla partenza grazie alla recente vittoria del rally del Marocco in ottobre, ultimo evento prima della kermesse peruviana. Sam Sunderland 29enne inglese e vincitore dell’edizione 2017, arriva sicuro di se dopo le vittorie di due tappe l’anno scorso (per di più proprio in Perù). Adrien Van Beveren 28enne francese, vincitore di ben 3 edizioni dell’Enduro del Touquet, l’anno scorso ha seriamente rischiato di vincere. La sabbia è il suo terreno ideale e quest’anno non manca di certo. Juan Barreda 35enne spagnolo, si è più volte trovato al comando della gara. Riuscendo a limare qualche errore di troppo e sperando di incappare in meno guasti tecnici potrebbe pensare di ottenere il gradino più alto. Infine il vincitore 2018, Mattias Walkner, 32enne austriaco (KTM RED BULL), tipico regolarista, quest’anno dovrebbe essere un po’ più in difficoltà rispetto al passato, ma anch’egli arriva alla partenza forte del secondo posto al recente rally del Marocco ed è certamente un cavallo di razza.
A noi non rimane che goderci le emozioni di questa leggendaria corsa e raccontarvele giorno per giorno. Seguiteci su SicurMOTO.it per essere sempre aggiornati su questa Dakar 2019!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Dakar 2019, Day 10: I campioni 2019 sono Price ed Al-Attiyah

Dakar 2019, Day 9: Vigilia di sorprese e ritiri

Dakar 2019, Day 8: altra tappa, altri numeri!