Inchiesta di Altroconsumo. Non tutti i caschi sono uguali , occhio a cosa mettete in testa!

28 febbraio 2012 - 16:24

Su dieci caschi testati ben 7 non sono conformi agli standard di sicurezza e, di questi, 6 invece quelli che non rispettano le norme obbligatorie in base alla ECE R22-05
L’inchiesta, svolta dall’associazione Altroconsumo, ha coinvolto modelli di casco integrale di diversa fascia di prezzo, da 85 a 460 euro. Le prove, effettuate presso un laboratorio certificato per rilasciare omologazioni, hanno previsto sia i test di impatto, resistenza del cinturino, sicurezza meccanica ed ottica delle visiere, sia alcune prove extra, diverse da quelle imposte dagli standard della normativa.

more

  • Gli “integrali” rappresentano il 25% del mercato, e sono quelli da cui ci si aspetta di più

Altroconsumo ha riportato in seguito i risultati al Ministero dei Trasporti. Ricordiamo che i protettori, qualora non conformi alle prove previste dai test europei, andrebbero ritirati dal mercato al fine di tutelare la sicurezza e la salute dei consumatori. I caschi integrali rappresentano il 25% del mercato nazionale, e sono quelli da cui l’utente pretende, probabilmente, maggiori aspettative in termini di sicurezza.

Da rivedere in tempi brevi, insieme agli altri paesi membri in Europa, il regolamento sulle norme con cui vengono realizzate le omologazioni ;  appare chiaro, infatti, come ad oggi, l’attuale protocollo presenti evidenti lacune . Il test conferma, qualora ce ne fosse bisogno, che produrre caschi sicuri e conformi è possibile, se 3 sono stati in grado di superare le prove effettuate senza difficoltà…

L’indagine è consultabile su www.altroconsumo.it

Modello Sicurezza

Shoei – Xr 1100

Grex – R2

Nolan – N85

X-Lite – X-602
Bocciato

Shark – Vision R
Bocciato

AGV – Grid
Bocciato

Airoh – Dragon
Bocciato

Premier – Style
Bocciato

Suomy – Apex
Bocciato

Arai – Axces
Bocciato

Ottimo

Buono

Accettabile

Mediocre

Pessimo

Di seguito il video che illustra le modalità delle prove effettuate

4 commenti

Motorazzo
0:00, 6 marzo 2012

Grazie della segnalazione Firebolt, adesso vado a leggere l’articolo de InSella.
Comunque, credo che ci sia poca trippa per i costruttori, si possono anche dannare, ma i numeri son numeri. Non si scappa.

gfdsa
0:00, 3 marzo 2012

Super lol. Ho pagato 250 per la vision-r altro ieri. Bella nera.

Firebolt
0:00, 3 marzo 2012

Gli unici che stanno prendendo l’argomento seriamente sono quelli di inSella.it:

http://www.insella.it/news/sono-sicuri-i-nostri-integrali

L’analisi è critica da entrambe le parti, e concordo sul fatto che esagera Altroconsumo ed esagerano le case che invece che controbattere con dati tecnici validi e controtest validi si comportano come chi ha la coda di paglia

Motorazzo
0:00, 28 febbraio 2012

Mi ha molto colpito la pronta replica di Motociclismo che critica aspramente altroconsumo con la solita barzelleta “uh! se il test non segue la normativa non è valido”.
Ma l’articolo di altroconsumo quelli di Motociclismo (che miricorda il cane che abbaia per far contento il padrone) lo hanno letto criticamente?
Insomma, da molto tempo questa rivista mi delude per comportamenti un pò troppo compiacenti verso i costruttori… (tutti).

POTRESTI ESSERTI PERSO:

La checklist della partenza secondo SicurMOTO.it

Come affrontare il caldo in moto: i consigli del medico

Corso di guida sicura moto: la nostra giornata a Misano