Incroci e insidie stradali, ecco come evitarle

19 ottobre 2009 - 9:20

Dopo aver dato una panoramica sulla guida difensiva
da adottare su una “due ruote” passiamo a dei consigli pratici da adottare tutti i giorni.

Mai sorpassare nelle strade con incroci o altre strade secondarie che s’immettono, soprattutto fuori città e anche se sono deserte: questo perchè l’automobilista non si rende conto che da quando vede (spesso NON VEDE) la moto a quando questa gli passa davanti c’è solo un attimo.

more

Loro s’immettono comunque senza controllare se arriva qualcuno in sorpasso (anche perchè non si potrebbe sorpassare), anche se non hanno la precedenza o vi hanno visto. Spesso s’immettono truccandosi, telefonando o sgridando i mocciosi che scalpitano sui sedili posteriori. Se poi c’è un’altra auto che impedisce la visuale c’è il rischio che “buttino fuori il muso” per sbirciare. In quest’ultimo caso il muso di un SUV occupa più spazio di una citycar!

Mi rendo conto che il bello del viaggiare in moto sta anche nel poter evitare il traffico lento, ma un solo sorpasso sbagliato potrebbe farvi pentire degli altri 1000 precedenti andati a buon fine.

Meglio allora sorpassare una sola auto alla volta tenendo d’occhio la strada a venire, fingendo di essere in auto anche se state in sella alle 2 ruote. In questo modo avrete più margine di sicurezza a disposizione.

Non fidatevi nemmeno della strategia notturna dell’adocchiare la luce dei fari di chi s’immette: non è sempre vero che se arriva un’auto saremo in grado di accorgercene. Basta che l’auto arrivi a fari spenti (capita spesso in città) oppure ad altissima velocità e il vantaggio è perso.

Attenzione a chi s’immette (anche a piedi) nascosto dietro altre auto che gli lasciano spazio per passare anche se non ne avrebbero diritto alcuno (!), magari nel bel mezzo di un incrocio. In questo caso non c’è modo di prevedere la situazione; se abbiamo iniziato un sorpasso (illegale) solo i buoni riflessi, la moderata velocità e un gradito miracolo possono salvarci dall’inevitabile.

Insomma avete capito che guidare una due ruote non è semplice perchè dovremo usare una buona dose di “previgenza” se non vorremo assaggiare l’asfalto…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Corso di guida sicura moto: la nostra giornata a Misano

Air Tender: come funzionano le sospensioni italiane dell’Africa Twin

Cityscoot amplia il servizio a Milano, ma pensa già a Roma