4 commenti

Alvaro
0:00, 26 gennaio 2018

Scandicci FI Venerdi 26 Gennaio 2018
Con riferimento all’articolo “La FRECCIA DELLA DISCORDIA”
allego testo del mio brevetto datato 23/08/2010nel quale propongo soluzioni a tutti i problemi sollevati nel vostro articolo.
Applicando ai nuovi motoveicoli il dispositivo acustico proposto nel brevettosi eviterebbero tanti incidenti.
Il costo di tale applicazione è davvero IRRISORIO e potrebbe essere imposto per legge anche ai veiocoli gia in circolazione.
In attesa di un vosto commento,risposta
cordialmente saluto e ringrazio.
Allegati:
Scandicci 22 / 08/2006

DESCRIZIONE dell’invenzione avente per TITOLO:
“Accessorio acustico per non dimenticare gli indicatori di direzione dello scooter inseriti”

a nome di Mazzini Alvaro residente in Scandicci (FI) Via Vincenzo Monti n.17
di nazionalità …………………………………………………………………………..
depositata in data ……………………………………………………………………………….con il
n…………………………………………………………………………………….

RIASSUNTO
Dispositivo acustico bitonale che ad intervalli regolari,15 -20 impulsi dell’indicatore di direzione,
emette un suono che ti ricorda l’indicatore di direzione inserito.

DESCRIZIONE
Il dispositivo acustico da me inventato permette all’utente di valutare con sicurezza lo stato degli indicatori di direzione .
Il contenitore del dispositivo acustico è autoadesivo e può essere fissato in punto qualsiasi dello scooter.
L’oggetto è composto da un contenitore di materiale plastico (Dimensioni mm 60x30x20) contenente il circuito elettronico e l’emettitore sonoro dal quale fuoriescono quattro cavetti unipolari per il collegamento al circuito elettrico degli indicatori di direzione.
Pregio della mia invenzione è quello di auto alimentarsi con il solo collegamento al circuito elettrico degli indicatori di direzione e quindi di facile montaggio che può fare l’utente stesso.
Il dispositivo acustico emette un suono bitonale della durata di un impulso dell’indicatore di direzione che, si ripete nel tempo ad intervalli di 15 – 20 impulsi degli stessi, ricordando all’utente
che ha gli indicatori di direzione inseriti.

RIVENDICAZIONI
Molti scuteristi dopo aver inserito l’indicatore di direzione per effettuare un cambio della direzione di marcia dimenticano di disinserirlo.
Ciò provoca rischio d’incidente perché i conducenti dei veicoli che lo seguono o che lo affiancano non percepiscono, a causa dell’indicatore di direzione non disinserito la direzione che lo scuterista vuole imboccare.
I metodi in uso: Spia luminosa sul cruscotto che se frequentemente osservata distoglie dalla
attenzione alla guida, alcuni, in verità pochi motoveicoli sono dotati di sonoro di serie funzionante al ritmo degli indicatori di direzione che crea disturbo acustico continuo e se tutti i motoveicoli ne fossero dotati creerebbe insistente disturbante inquinamento acustico specialmente in situazioni d’intenso traffico moto veicolare.
Per ovviare a questo inconveniente con la mia invenzione propongo un avvisatore acustico bitonale
che emette un suono dopo un numero predeterminato di impulsi emessi dagli indicatori di direzione
sonoramente più alto quindi, difficilmente sovrapponibile con gli scooter vicini anche in situazioni di intenso traffico.
Il dispositivo può essere facilmente montato dall’utente o con l’aiuto di un esperto del settore su tutti i motoveicoli circolanti in quanto non necessita di alimentazione propria perché si autoalimenta dall’esistente circuito elettrico degli indicatori di direzione a cui va collegato senza obbligo di rispettare ne polarità ne indicatore destro o sinistro.

    ALVARO FRECCE
    11:29, 3 febbraio 2022

    2. Le segnalazioni delle manovre devono essere effettuate servendosi degli appositi indicatori luminosi di direzione. Tali segnalazioni devono continuare per tutta la durata della manovra e devono cessare allorche’ essa e’ stata completata.

    La Gazzetta dello Sport SICURMOTO.IT
    Freccia della discordia
    Anche il Legislatore ha dimeticato le frecce!
    Ci chiediamo come mai in tutte le auto moderne, sia oramai impossibile dimenticare un indicatore di direzione, grazie a semplici tecnologie, mentre sui mezzi a due ruote non sia stato considerato il problema a livello legislativo.

Meglio una cicala oggi, che frecce dimenticate domani...
0:00, 1 marzo 2016

[…] normale, quindi devi fare questa verifica. Ed ancora sulle frecce dimenticate,  questo articolo di Sicurmoto concorda con quello che ti ho scritto, insomma non mi sono inventata niente.Ed ora tocca a te: […]

Gennaro Granata
0:00, 19 ottobre 2010

Sono spesso in giro con amici con delle freccie descritte nell’articolo, per fortuna le mie su yamaha xt sono agganciate all’antifurto e dopo 2 minuti che sono accese mi segnalano con un bip fastidiosissimo che sento anche in autostrada. Mi prodigo sempre di ricordare agli altri che hanno la freccia accesa con la manina segnalo di spegnerla… ma comunque trovo ridicolo che non ci sia per legge un sistema di segnalazione acustica !