Ridesafe: l’angelo custode delle moto

Un localizzatore GPS incluso, con il quale monitorare la posizione della moto. L'utilizzo più banale è ritrovarla se non ricordiamo il parcheggio.

1 marzo 2019 - 9:00

Una startup europea ha progettato una vera e propria scatola nera multitasking, che unisce tre funzioni fondamentali in un unico dispositivo, in grado di registrare i dati del nostro giro in moto ma che può anche funzionare da localizzatore satellitare nell’eventualità di un furto ed in caso di incidente, prendere il controllo per allertare familiari e servizi di emergenza.

Antifurto

Il dispositivo sfrutta un localizzatore GPS incluso, con il quale monitorare la posizione della moto. L’utilizzo più banale è ritrovarla se non ricordiamo il parcheggio, ma ovviamente il software è un perfetto allarme satellitare ed avverte il proprietario in caso di spostamento indesiderato del veicolo. Infine può servire per capire dove sta andando la moto, se magari l’abbiamo prestata a nostro figlio.

Telemetria

Come una vera e propria scatola nera, il dispositivo registra tutti i dati del giro in moto da condividere sui social, ma i sensori registrano una serie enorme di parametri della dinamica di guida, che possono essere analizzati in un secondo momento per analizzare lo stile di guida attraverso una app dedicata o sul portale web ufficiale

Salvavita

La funzione più importante del Ridesafe è quella che si attiva quando i sensori interni riconoscono la dinamica di un incidente. In quel momento il dispositivo, attraverso una SIM interna, invia ad un elenco di numeri un SMS che include sia la semplice richiesta di soccorso, che il link alla posizione GPS. Contemporaneamente una voce elettronica comincia a chiamare i soccorsi, ripetendo la chiamata finché un operatore non disattiverà la funzione sul posto. Il dispositivo è anche in grado di fornire ai soccorritori il profilo medico della vittima, un pò come il sorprendente braccialetto NFC di cui vi abbiamo parlato qualche tempo fa.

I costi

Il prezzo del dispositivo è di 455 dollari, ma si trova in preordine su Indiegogo con varie offerte di lancio, dai 225 dollari in su. La più completa è la Pro Rider, che per 285$ include un abbonamento annuo, del valore di 50 $ (ma si può pagare il singolo mese a 5$).  Nell’abbonamento è inclusa assistenza, aggiornamenti e funzioni future, tra cui ci saranno un servizio di statistica sullo stile di guida ed il posizionamento in tempo reale degli amici, come ci ha svelato direttamente da Budapes l’ing. Marius Mitroi, tra i creatori del Ridesafe.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Obbligo gomme invernali moto e scooter: a che punto siamo?

I 5 consigli più importanti per chi passa dall’auto alla moto

I 5 errori di chi sale in moto per la prima volta (anche per il passeggero)