RMK E2: la moto elettrica col buco nella ruota

RMK E2 una moto elettrica con il motore nella ruota posteriore è realizzata da un'azienda finlandese. L’insolita naked a batterie si può ordinare con prezzi da 25 mila euro tasse escluse

21 febbraio 2019 - 9:00

Se ne parla da tempo eppure molti credevano che sarebbe rimasta soltanto un sogno su carta, o al massimo un prototipo da esporre alle fiere di genere. Invece la moto finlandese RMK E2 è diventata realtà. Si tratta di una due ruote completamente elettrica con la particolare soluzione della ruota posteriore che ruota su se stessa. Il motore è nascosto all’interno del cerchio della ruota posteriore. Il design futuristico è accentuato dalla particolarità della ruota posteriore priva di mozzo.

Il produttore

L’azienda RMK Vehicle Corporation è un nuovo produttore finlandese di moto elettriche. Il loro primo modello, l’E2, è un audace incrocio tra una cruiser sportiva e una roadster futuristica, sfoggianfo il design del motore nel cerchio. Una soluzione adottata in giro per il modo anche da alcuni preparatori di moto tuning. Ulteriori dettagli sulle possibili configurazioni e tempistiche di consegna saranno annunciati nel corso del 2019, mentre l’azienda annuncia di iniziare la produzione entro il 2019 con le prime consegne ai clienti all’inizio del 2020.

Batterie su misura

Le dimensioni della batteria possono essere configurate per una autonomia di 200-300 km, a seconda delle preferenze del cliente. Il caricabatterie incorporato raggiunge l’80% di carica in 23 ore, secondo quanto dichiara l’azienda. Operazione, quest’ultima, che dovrebbe ridursi con l’arrivo del sistema di “rifornimento” compatibile con le colonnine rapide a corrente continua. Il design non convenzionale di E2 e l’assenza di un motore termico, offrono molto spazio per una grande batteria, mantenendo il peso complessivo della moto a circa 200 kg.

Le dimensioni dell’E2

La moto presenta misure importanti: un passo di 1.600 millimetri, come quello di una BMW K1600 GT, e un peso di oltre 200 kg. Decisamente pesante, ma ciò non le impedirà, dicono i costruttori, di essere agile e maneggevole grazie al baricentro basso e all’assenza di parti rotanti longitudinali. Un problema che si porranno i clienti e che hanno affrontato gli ingegneri RMK è stato quello del cambio gomme. E’ stato risolto ancorando la parte interna del cerchio con lo statore al telaio, mentre quella esterna con rotore magnetico è solidale al pneumatico ed estraibile. In questo modo, è possibile sostituire la ruota senza particolari difficoltà.

Il motore

Il motore elettrico presenta prestazioni elevate con una potenza di picco di 50 kW (67 cv)  e una coppia di 320 Nm istantanea da fermo fino alla velocità massima limitata di 160 km/h. Sono tante le moto che hanno il cosiddetto hub motor nel mozzo posteriore, ma RMK è andata oltre facendo diventare la ruota stessa il motore, con il sistema di avvolgimenti e magneti nascosti nel cerchio. Il motore ha una coppia sufficiente per agire come freno posteriore principale, con la forza frenante rigenerativa controllata con la leva sinistra.

Le finiture futuristiche

Partendo dall’essenziale manubrio, la leva destra gestisce il doppio freno a disco anteriore, mentre quella sinistra la frenata rigenerativa della ruota-motore posteriore. La posizione di guida può variare a seconda delle esigenze: una posizione rilassata sulle pedane anteriori, e una sportiva estraendo le pedane del passeggero più arretrate. La strumentazione non è posizionata in maniera classica sul manubrio, ma è integrata nel “serbatoio”. Ciò per garantire una maggiore visibilità durante la guida, data la posizione appena sotto la linea visiva.

Quanto costerebbe?

Il prezzo di acquisto parte da 25.000 euro. Sul sito ufficiale è possibile pre-ordinare il modello versando 2.000 euro di acconto, per poi saldare il tutto alla consegna. Le prime consegne sono previste per l’estate 2020, ammesso che proceda senza intoppi l’avvio della produzione di serie. Una bella sfida per un veicolo così innovativo e complesso. La produzione sarà tutta in Finlandia e sarà artigianale. La finlandese RMK E2 punta alla competitività del prezzo rispetto ai principali concorrenti: 25 mila euro, contro i 34.000 dell’americana della HarleyDavidson e i 25-28 mila delle varie versione dell’italiana Energica.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Antifurto moto e scooter: 5 consigli sulla scelta

MV Agusta e Loncin: l’accordo per le piccole cilindrate e molto altro

Test scooter elettrici: la Vespa vince a mani basse